•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: mercoledì, 1 aprile, 2015

articolo scritto da:

Italicum, Bersani: “Renzi non ha i numeri per approvare legge elettorale”

bersani

Italicum, secondo l’ex segretario Bersani il premier Renzi potrebbe non avere i numeri per approvare la legge elettorale. Ad affermarlo è lo stesso Pierluigi Bersani che ne parla con Repubblica. Queste le sue parole: “Non sono così convinto che abbia i numeri per approvare l’Italicum. A partire dalla commissione Affari costituzionali. Ne dovrà sostituire tanti di noi per arrivare al traguardo. E se continuerà a fare delle forzature, io stesso chiederò di essere sostituito”.

Sul tema della scissione: “Vediamo se si fa carico del problema – spiega Bersani riferendosi a Renzi-. Noi abbiamo detto: concordiamo alcune modifiche e poi votiamo l’Italicum tutti insieme sia alla Camera sia al Senato. E lui che dice? Non mi fido. Ho trovato questa risposta offensiva, molto più di tante battutine personali che riserva a chi dissente. Non mi fido di Berlusconi, lo puoi dire. Ma se non ti fidi del tuo partito, è la fine”.

italicum bersani monito a renzi non hai numeri per approvare legge elettorale (2)

Italicum, Bersani: “No a fiducia, prima Paese e poi la Ditta”

La fiducia “è stata messa una sola volta sulla legge elettorale e dopo un ostruzionismo feroce. Era il ’53, la legge truffa. Sono cambiati i regolamenti, non so se Renzi si spingerà fino a quel punto”. Ma se lo fa, che succede alla ‘ditta’? “Stavolta prima viene il Paese, poi la Ditta”

Bersani: “Preferenze falso problema”

“Le preferenze sono un falso problema. Fanno schifo. Ma se a Renzi non piacciono, perchè non abolisce le primarie?”. “L’Italia – spiega Bersani – adesso si prende questa legge elettorale e nessun commentatore sottolinea il pericolo cui andiamo incontro. Vedo un’ignavia diffusa. L’establishment italiano è una vergogna. Sono 4-5 poteri che dicono: andiamo avanti, corriamo. E non si chiedono se andiamo avanti per la strada giusta o verso il precipizio. Potrei fare nomi e cognomi di questi poteri e scrivere accanto le rispettive convenienze che hanno nel tacere, nel sostenere questa deriva”.

Orfini: “Bersani incomprensibile, crea tensione”

“Immaginare che si possa spaccare il Pd su una richiesta di modifiche marginali all’Italicum, dopo che anche su sollecitazione di Bersani è stato completamente riscritto, lo trovo incredibile e incomprensibile. Non vorrei che per ragioni strumentali si creasse tensione nel Pd”. Così Matteo Orfini, interpellato dall’Ansa, commenta le parole di Bersani.

Giachetti a Bersani: “Hai idee confuse”

“Caro Bersani, io avrei la memoria corta? Diciamo che, se sei in buona fede, hai le idee piuttosto confuse. Ti faccio presente che in poche righe hai detto 3 falsità”. Così Roberto Giachetti, vicepresidente della Camera, all’ex segretario Dem. “La verità, limpida e incontrovertibile, è che quando avremmo potuto scegliere per il Sì al Mattarellum ci avete obbligato al No. E sentirvi dire che votereste subito per il Mattarellum non è solo una insopportabile provocazione ma una colossale mistificazione della realtà”.

Italicum, Civati propone intesa su riforme con Passera

“Non ci credo molto che non si vada al voto anticipato dopo l’approvazione definitiva dell’Italicum. Ma se va avanti il cammino noi una proposta ce l’avremmo. Anzi, un lodo”. Lo afferma alla Stampa, Pippo Civati, parlando del “lodo Pertici, dal nome del costituzionalista col quale ho scritto ‘Appartiene al popolo’. Il ragionamento è semplice: prima c’erano le grandi intese e ci è stato spiegato che le riforme si facevano con gli altri. Ora che gli altri non ci sono più si mette la fiducia. Perchè invece non apriamo alle proposte altrui?”.

civati respinge invito di renzi non entro in segreteria

“In fondo per mantenere l’impianto di Renzi basta che il Senato non esprima la fiducia al Governo. Allora perchè non aprire agli »altri« sulla composizione dell’assemblea, sul numero dei parlamentari o sulla competenza esclusiva di palazzo Madama su alcune materie?».

Civati non vede il rischio di complicare così ancora di più la riforma: «Credo sia vero il contrario: un Senato non elettivo è più difficile da portare a casa in termini di articoli della Costituzione da modificare». Su chi dovrebbe sostenere questo lodo, Civati fa sapere: “Ne ho parlato con Passera, il loro appello come il nostro. È una cosa talmente trasversale che arriviamo a condividere le cose persino con lui col quale non c’è certo convergenza in termini politici. Desumo dalle dichiarazioni in aula che dentro Fi e M5s ci siano argomenti che a loro stanno a cuore e sui quali è possibile trovare del terreno comune. Ecco, esploriamolo».


Referendum, Sgarbi: “Ha vinto Renzi. Ecco perchè” – CLICCA IL VIDEO

Referendum, Sgarbi: "Ha vinto Renzi"

Sondaggio Referendum Costituzionale

sondaggio referendum costituzionale

La domanda del giorno

Dimissioni Renzi: Che cosa succederà ora?

Risultati

Loading ... Loading ...

Tutte le elezioni del 2016

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2016

Riforma Costituzionale: clicca sulla Costituzione e fai il quiz!

Quiz Riforma Costituzionale

Termometro delle Voluttà

DaSì o No?

DaSì o No?

articolo scritto da:

53 comments
Lib Ros
Lib Ros

Ha ragione, però le cose si fanno o no..

Massimiliano Casoli
Massimiliano Casoli

Ha ragione, Bersani tra l'altro e' uno dei pochi che si salva, ma i pochi come lui non riescono a reggere l'urto della maggioranza di ignavi.

Giuseppe Distefano
Giuseppe Distefano

Sono d'accordo con Bersani... ma, prima di Renzi c'era lui a condurre il PD e non ha capito nulla di ciò che si stava sviluppando nelle viscere del partito. Ormai la realtà é conclamata e non c'é nessuno che possa o voglia davvero contrastarla. Si spera in nuove forze politiche a sinistra.

Piernando Marazzi
Piernando Marazzi

Pare siail caro Orfini e altri "salta sul carro" a tenere alle Poltrone altro che minoranza dem

Valeria Nari
Valeria Nari

Ma cosa è successo a Bersani ? Sperare che Renzi non abbia i numeri ? È il segretario del suo partito ! Sinistra Autolesionista !

Massimo Matteoli
Massimo Matteoli

Vedo molti commenti ingenerosi contro Bersani (ora è facile), ma nessuno che entra nel merito dei problemi che pone, la minoranza del PD nonostante riguardino la struttura stesa della nostra democrazia. Le preferenze posssono essere un problema, ma un parlamento di nominati è una cura peggiore del male, perchè il vero problema della democrazia italiana è ricostruire un rapporto tra eletti ed elettori, tra istituzioni e cittadini. La soluzione migliore sarebbe stata senz'altro il doppio turno di collegio alla francese, ma non si è voluto nemmeno fare un tentatiovo in questa direzione, La proposta di Renzi è errata perchè somma il peggio di entrambi i sistemi, preferenze e liste bloccate. Avremo un parlamento in cui la maggiorazna dei deputati sarà di fatto scelta dalle segretrerie e la lotta per le preferenze nei collegi. Penso sia difficile fare peggio di così.

Antonino Segreto
Antonino Segreto

E meno male che questo è nato con la disciplina del partito comunista. Adesso che non comandano loro non gli sta bene. Lui che ha saputo parlare solo male di Berlusconi , ma che figura di merda. Capo dei buffoni.

Giorgio Virotta
Giorgio Virotta

Per la squadra della poltrona .....e con lui tutta la minoranza Dem ......

Nino Palma
Nino Palma

Ma che c***o di riforma elettorale volete?Pretesti, pretesti, pretesti!

Arnaldo Platano
Arnaldo Platano

Bersani ,, mi ai deluso , in demograzia ? E tu lo sai benissimo .... dopo avere discusso ? Si vota è se la minoranza non e stata capace di convincere e diventare maggiorioranza ? In aula si vota sempre uniti ...altrimenti cosa ci state per fare ne PD ???

Michele Molinaro
Michele Molinaro

Difendere l'operato di Renzi e patetico. un film già visto nei 20 anni di Berlusconi e che insieme continua ancora. Non credo a un ritorno di Bersani, ma certamente tenere Renzi andiamo incontro alla rovina.

Vittorio Buccarello
Vittorio Buccarello

Mi domando e vi domando. A che serve formare un partito dal solo scopo di vincere ma senza, ne ideologia ne una linea politica. Un partito che dipende da un uomo solo, che snobba la minoranza del suo stesso interno, accordandosi con parti dell'opposizione. Un "partito" che non mette l'elettorato in condizioni di poter scegliere i propri rappresentanti. A che serve chiamarlo ancora partito se partito non'è.? Il populismo, il decisionismo dell'uomo solo al comando, non è democrazia, ma cosa dei tempi passati remoti. Purtroppo in Italia negli ultimi anni, abbiamo dovuto subire questa esperienza, prima con Craxi poi Berlusconi e ora Renzi; e pur se abbiamo costatato dove ci hanno portato, non abbiamo ancora imparato la lezione. A me non serve una persona che vince o faccia vincere un partito che comanderà solo lui. A me serve un governo che governi secondo i bisogni del popolo. Se un partito non ha queste caratteristiche vorrei che non vincesse mai, anche se fosse quel partito potrei votare.

Luciano Salciccia
Luciano Salciccia

se la minoranza PD smette di votare per Renzi si può sperare che a Renzi vengano a mancare i numeri. Se invece continuano a votare tutte le leggi di Renzi Renzi farà tutto quello che vuole.

Umberto Hvalic
Umberto Hvalic

slogans, slogans e aggressioni, e la politica quando?

Giovanni Malkowski
Giovanni Malkowski

Il primo ignavo è lui che resta in un partito su cui spara un giorno sì e l'altro pure.

Arcuri Adriano
Arcuri Adriano

Ma quale aprire la strada alla destra , renzi ha sperto un autostrada alla destra ma di che parli sta facenfo e tutto quello che voleva berludconi la confindustria ma di cosa state parlando poi se approvano questa legge elettorale così com è siamo al culmine della ipocrisia democratica . Renzi e il pd non e diverso ds bersani dalems ecc ecc. Fa parte snche lui del sistema lo dimostra il fatto che dicrva una cosa e poi ne fa un altra ma finitela.

Venanzio Bianchini
Venanzio Bianchini

.....ma se ha mezza FI pronta a votarlo,c'è un'emigrazione continua di parlamentari verso il gruppo misto....al momento della conta voteranno tutti per quel disastro di legge....E voi continuate a sperare nell'aiuto dello spirito santo o nell'unità del partito........

Carlo Spadoni
Carlo Spadoni

E tu doveri o dove sei in Somalia o che ,se siamo qui e cosi anche x che la tua politica a sbaliato e voi ancora montsre in cattedra e dire ad altri cosa fare ,ma facci il piacere

Celestino Telli
Celestino Telli

Se una volta nella loro vita fossero chiari e capibili a tutti!!!!!!

Enrico Carboni
Enrico Carboni

Sauro Ernest Ricci... ma secondo te dobbiamo seguire quelle merdacce puzzolenti della Lega padana o quei caproni IGNORANTI del citrullo nazifascista di Grillo? ? Ho sentito dire che per evitare figure di cacca, è meglio TACERE! !!

Sandro Bertini
Sandro Bertini

Bersani che ha preso 100.000 euro dalla famiglia Riva, mai restituiti, per non far chiudere l'ILVA di Taranto, l'azienda degli operai morti per l'ambiente avvelenato, quando era Ministro dell'Industria con Prodi.... e Il suo amicone D'Alema è stato pure condannato ai tempi di Tangentopoli, reo confesso, per aver preso soldi da imprese, ma prescritto, che gli ha salvato il carcere.... questi sono i vecchi comunisti amici della povera gente, vedi la firma sulla legge Fornero, fatto mai un cazzo per gli operai ed i bassi redditi... gli 80 euro al mese, se non c'era Renzi con il binocolo che gli operai li vedevano.

Ivana Properzi
Ivana Properzi

Inconcludente e livoroso , non si sopporta più !!!!

Adriano Buoso
Adriano Buoso

Basta Bersani sei un conservatore a cui sta a cuore il tuo ruolo, e dei tuoi amici, a scapito degli interessi del paese, degli ultimi e dei giovani!

Umberto Hvalic
Umberto Hvalic

e' come quando e' stato fatto saltare il governo Prodi, tutti contro, tutti a picconare, tanto ha fatto la sinistra che Berlusconi non ha fatto neanche tanta fatica a farlo cadere... bravo bersani continua cosi', riapriamo la strada alla destra che cosi' tutti i coglioni eguali a te gongoleranno!

Edoardo Castellucci
Edoardo Castellucci

ancora con questi avvisi? ... alla fine voterete tutto quello che vuole il vostro segretario, altrimenti andate a casa e poi chi ve lo paga lo stipendio?

Francesco Campione
Francesco Campione

PLB, scusi, ma essersi fatto fare l'esame del sangue da Grillo fesso e'?!

Massimo Oldani
Massimo Oldani

I voti non sono né di Renzi ne di bersani caro gianni . Sono voti dati al PD . Vale per le politiche come per le europee

Gianni Antonino
Gianni Antonino

Se non ricordo male il signorotto di Firenze è al governo con i voti che ha preso lo smacchiatore e il cacciatore di tacchini perciò un minimo di rispetto credo sia dovuto

Alberto Verrini
Alberto Verrini

Bersani sei un pagliaccio. Tu hai contribuito più di tutti a questa situazione. Ora che fai, dai un altro penultimantum...?

Sauro Ernest Ricci
Sauro Ernest Ricci

Grande pena per lui....e tutti gli Italiani che hanno votato x PD e Ncd e Sel e Sciolta Civica e Destra e tutto il brodolone che solitamente uguale al bRODOLONE che passano in carcere....

Trackbacks

  1. […] anche l’aplomb emiliano – aggiunge riferendosi a Pierluigi Bersani – alza così i toni è bene interrogarsi. Quanto al dialogo forse la partita non è chiusa. Io […]