•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: lunedì, 11 maggio, 2015

articolo scritto da:

Ministro Boschi: “Scuola in mano ai sindacati non funziona. Proteste dalla Cgil “Arroganza e disprezzo democrazia”

boschi in abito rosso attorniata da alcuni deputati

Zero mediazione coi sindacati. E’ questa la linea che emerge delle parole di Maria Elena Boschi, Ministra delle Riforme Istituzionali. L’elemento della discordia è la scuola. E la riforma, da alcune settimane, al centro dell’attenzione del Governo e del premier Renzi.

La Buona Scuola sta scontentando più parti del paese, è evidente. E i sindacati sono in prima fila con insegnanti e genitori in protesta. Proprio per questo il Governo tiene duro. Ritenendo che l’investitura data dal plebiscito alle elezioni europee dell’anno scorso sia un vademecum per le riforme, anche la scuola è centro di stravolgimenti. E nessuno, secondo la Boschi, può frapporsi. Nemmeno i sindacati, che da tanti e tanti anni sono centrali per quel che riguarda la scuola.

camicia celeste e mano dietro la nuca per il ministro maria elena boschi

Ministro Boschi “Scuola in mano ai sindacati non funziona”

La Boschi parla fuori dai denti, senza scomporsi: “la scuola solo in mano ai sindacati funziona? Io credo di no”, confessa la Ministra durante un’iniziativa a Pesaro. E continua parlando del “lavoro fatto in Commissione”. Qui “molti aspetti della riforma sono stati modificati. Il ruolo del dirigente è stato attenuato, pur riconoscendo l’autonomia dei dirigenti che devono poter individuare l’insegnante più giusto per la loro scuola”. Aggiunge poi: “nel Piano dell’offerta formativa inoltre sono coinvolti anche i docenti, le famiglie e i ragazzi più grandi. Al Senato – concludendo – ora c’è un passaggio fondamentale, una sfida da cogliere insieme. Rinviamo tutto? No, non ci sto”. E’ una presa di posizione forte, quella della Boschi e quindi del Governo Renzi. Non si torna indietro, stanno dicendo.

Pantaleo (Cgil) “Boschi conferma arroganza Governo”

Ma la Cgil non ci sta e per mezzo di un comunicato stampa di Domenico Pantaleo (responsabile nazionale Flc-Cgil), replica alla Boschi: “la dichiarazione della ministra Boschi conferma l’arroganza e il disprezzo della democrazia. La scuola non è dei sindacati ma nemmeno proprietà privata del Governo. È del Paese e di chi quotidianamente garantisce alle nuove generazioni di avere una istruzione all’altezza dei tempi”. “Viene il sospetto che tanta arroganza che il governo mette nel negare le ragioni delle lavoratrici e dei lavoratori della scuola sia il segno che in realtà siano loro a non avere un progetto”aggiunge la leader Cgil Susanna Camusso,in un’intervista a RadioArticolo1. “Vorrei dire al ministro – prosegue il segretario generale – che questa sua idea che la scuola sarebbe proprietà del sindacato è tipica di un governo che non vuole fare i conti col Paese”.

Daniele Errera

Quanto conosci Donald Trump? Clicca sul suo volto e fai il quiz!

Quiz Donald Trump

Elezioni Francia

Elezioni Francia

Tutte le elezioni del 2017

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2017

Termometro delle voluttà

Tutto secondo i piani

Tutto secondo i piani

Nipoti di Maritain

Nipoti di Maritain

articolo scritto da:

34 Commenti

  1. Luigi Viglione ha scritto:

    Una imponente manifestazione dei docenti, una pioggia di contestazioni sulla pagina fb di Renzi…e la Boschi si difende così. Poi uno non deve chiamarli incapaci.

  2. Marzia Belogi ha scritto:

    Parla l’mparentata dei banchieri Ministro anche la politica è in mano alle consorterie e non funziona ( o,meglio funziona per pochi eletti) e lei ne sa qualcosa o no?

  3. Roberto Allori ha scritto:

    E questa sarebbe una meritevole?????

  4. Cristaldini Roberto ha scritto:

    Ma se la scuola e’ cosi’ e’ proprio colpa dei sindacati con la sponda della politica che per fini elettorali ha fatto solo quello che conveniva a loro e poco o nulla di utile. Se la Boschi vuole cambiare contestiamo e confrontiamo nel merito alla ricerca di soluzioni serie e vere.

  5. Maria Stella Lo Re ha scritto:

    o che commento assurdo è questo?

  6. Maria Stella Lo Re ha scritto:

    certo, tu sei molto più meritevole e bravo. Aspettiamo che tu vada al governo. Corri!

  7. Maria Stella Lo Re ha scritto:

    pensi che la capacità si misuri col consenso? Cambia canale, va’

  8. Luigi Viglione ha scritto:

    Tu pensi che la stragrande maggioranza dei docenti non capisca niente e che solo la Boschi e il governo siano degli illuminati? Se trovo persone che ragionano come te, mi conviene davvero cambiare canale.

  9. Savino Cicoria ha scritto:

    Ignorante ed incompetente.

  10. Savino Cicoria ha scritto:

    Complimenti anche te, un altro dotto ed erudito che apre bocca e sputa sentenze.

  11. Savino Cicoria ha scritto:

    A stella, cambia mestiere!

  12. Alessandro Chiarottino ha scritto:

    Ha detto l’ovvio..

  13. Carmine Noviello ha scritto:

    alla fine gli insegnanti si meritano questa. dopo aver votato i partiti, essersi venduti per 80 euro a renzi, ora è giusto che siano spernacchiati da una tipa così. si, mi piace.

  14. Cristaldini Roberto ha scritto:

    Nessuna sentenza, solo una opinione diversa dalla tua. Solo che io auspico il dialogo e ill confronto. Tu invece sembra di no. Ma non preoccupatevi si cambia e lo si fa anche per i benealtristi e i signori del no

  15. Roberto Allori ha scritto:

    Per come rispondi sei tu che sei meritevole……vaia vaia…..

  16. Giovanni Avanzi ha scritto:

    fascistella.

  17. Pino Iaco ha scritto:

    La ministra è malata di renzite come la moratti e la Gelmini di berlusconite, da quando ci sono i potenti i vassalli non mancano

  18. Mimino Bianco ha scritto:

    come è arrivata di essere Ministro??????

  19. Adriano Buoso ha scritto:

    Verità scomoda! Se la percentuale di giovani disoccupati e’ così alta ci sarà una ragione!

  20. Trevisani Giuseppe ha scritto:

    Siamo alle solite, il governo nega i diritti alle lavoratrici della scuola,
    Risponde pcato, nientepopo di meno che PANTALEO,Ha,ha, Ma questo demagogo ha cognizione di ciò che dice?
    La riforma si fa per migliorare la scuola non per togliere diritti a qualcuno, stolto!!!!

  21. Egeo Damiano ha scritto:

    ma quale arroganza? I 30/40 sindacati della scuola la vogliono gestire?

  22. Vincenzo de Leonardis ha scritto:

    E’ l’ amara realtà piaccia o non……….piaccia!!!!!

  23. Franco Balconi ha scritto:

    Già quando si parla male dei sindacati si passa per arroganti invece e’ la pura e semplice verità. Bravo ministro

  24. Sharon De Bernardo ha scritto:

    La scuola, l’ insegnamento, dovrebbe essere gestita dai docenti, dagli insegnanti, perche’ sono i soli, ad averne vera conoscenza, ed esperienza diretta…

  25. Lea Fotter ha scritto:

    Non si puo’ dire altrimenti ci querelano..

  26. Lea Fotter ha scritto:

    Si, che abbiamo l’ennesimo ministro parassita incompetente, e’ purtroppo un amara verita’…

  27. Massimo Ceragioli ha scritto:

    BRAVA

  28. Pietro Domenico Salvi ha scritto:

    Non si tratta di arroganza il sindacato negli ultimi anni ha rovinato il rapporto datore di lavoro e dipendente , ed è responsabile per una buona parte di contratti senza senso fatti esclusivamente a danno del mondo del lavoro, si dovrebbe rottamare il sindacato e rifondarlo, un settantenne che per cinquant’anni ha aderito ed aderisce alla Cgil maggiore responsabile del malfatto

  29. Claudio Rossi ha scritto:

    La velina

  30. Damiano Balestra ha scritto:

    Alla faccia del governo di sinistra….. Ma che bella sinistra…..

  31. Fernando Giannoni ha scritto:

    Ma la CGIL non penserà davvero di essere la democrazia! Tra l’altro non riescoa sentire la Camusso dire qualcosa di sensato. Parla per slogan che non c’azzeccano niente con i problemi correnti.

  32. Antonio Solazzo ha scritto:

    E cosa c’entrano i sindacati con questa riforma del c….metteteli fuorilegge come fece il fascismo tanto il confronto non lo accettate mai in tutte le occasioni..

  33. Alf Manc ha scritto:

    forse non sa che l’adesione ad un sindacato è libero e parte integrante del mondo del lavoro…per tutelarsi da personaggi come lei…appunto..

Lascia un commento