•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: lunedì, 1 giugno, 2015

articolo scritto da:

Grecia: default o referendum sull’Euro

grecia

Grecia: secondo Goldman Sachs, anche se ancora possibile, l’accordo tra Grecia e creditori si allontana a causa delle promesse di Tsipras.

Grecia: l’analisi di Goldman Sachs

Huw Pill, capo economista di Goldman Sachs per l’Europa che fino al 2011 lavorava alla BCE, non esclude la possibilità che Grecia e creditori possano ancora raggiungere un accordo, ma le trattative diventano sempre più difficili per il peso delle promesse elettorali di Tsipras (fine dell’austerity restando nell’euro) sulle trattative. Come spiega Pill, stando alle richieste dei creditori, al momento una cosa esclude l’altra.

Come si fa a superare tale stallo? Dal gigante finanziario suggeriscono quattro eventualità: default, nuove elezioni che diano a Tsipras un mandato più chiaro sul da farsi, un referendum sull’accordo (nel caso si trovasse) oppure, in ultima analisi, un blocco temporaneo dei depositi (misure di controllo sui capitali).

Grecia: l’avvertimento di Bundesbank

Intanto Andreas Dombret, consigliere della Bundesbank a capo del servizio di Vigilanza Bancaria, ha avvertito Atene: presto la BCE, materialmente, non potrebbe essere più in grado di aiutare il governo greco. Dombret ha ricordato che il programma ELA, quello che finora ha garantito alle banche greche di non rimanere a corto di liquidità, ha natura “emergenziale” dunque è temporaneo.

grecia

In pratica, la BCE non potrà risolvere i problemi strutturali dell’economia greca: i depositi delle banche elleniche, nei primi 4 mesi dell’anno, si sono ridotti di quasi 30 miliardi (i risparmiatori si sono accorti della gravità della situazione).

Grecia: l’ora X

Anche il vice-cancelliere tedesco Sigmar Gabriel, finora sostenitore del dialogo con Tsipras, ha chiuso la porta ad ulteriori tentennamenti: che il governo accetti le proposte dell’Eurogruppo e non se ne parli più. Ora sta a Tsipras decidere: accettare o non accettare l’accordo. In questo contesto, d’altra parte, prende quota l’ipotesi referendum, che sembra piacere anche al ministro delle Finanze tedesco Schauble. Meno convinta a tal proposito Angela Merkel: cosa succederebbe se anche ad altri paesi venisse in mente di fare un referendum sulla permanenza nell’Eurozona?

L’attacco di Raggi al governo – CLICCA IL VIDEO

L'attacco di Raggi al governo

Sondaggio Post Verità

Sondaggio Post Verità

La domanda del giorno

Salvini: "Il centrodestra è morto". Secondo voi il segretario leghista ha...

Risultati

Loading ... Loading ...

Tutte le elezioni del 2017

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2017

Riforma Costituzionale: clicca sulla Costituzione e fai il quiz!

Quiz Riforma Costituzionale

Termometro delle Voluttà

Qui si fa il Jobs Act o di muore

Qui si fa il Jobs Act o di muore

articolo scritto da:

4 comments
Mimmo Ristori
Mimmo Ristori

Crollato l'idolo Tsipras,ora Podemus,poi....?

Mimmo Ristori
Mimmo Ristori

Ecco levatevi dai coglioni,però prima restituiteci i soldi, conta-palle!

Pierfrancesco Catapano
Pierfrancesco Catapano

ma pignoramioli e andassero affanculo... Gli hanno rinnovato il credito a marzo e già sta disperata n'altra volta. Secondo me si droga.