•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: martedì, 16 giugno, 2015

articolo scritto da:

Sondaggio Porta a Porta (Tecnè): Csx e cdx separati da mezzo punto (15/06)

Sondaggio Porta a Porta: secondo l'Istituto Tecnè ci sarebbe una sostanziale parità tra csx e cdx

Sondaggio Porta a Porta Tecnè: Un Pd in discesa e il centrosinistra in palese difficoltà subiscono la rimonta del centro-destra. Al momento le due ipotetiche coalizioni sarebbero separate praticamente appaiate. Scende la fiducia verso Renzi e il suo esecutivo.

E’ crisi di consensi per il Pd, per Matteo Renzi e per il governo, questo in estrema e massima sintesi traspare dal sondaggio Tecnè trasmesso da Bruno Vespa durante Porta a Porta.

A livello elettorale, il Pd lascia sul campo il 2,0% rispetto alle precedente rilevazione, attestandosi al 33,0%. Ne approfittano il M5S che sale al 24,0% (+1,5%) e la Lega Nord che raggiunge così il 15%. Male Forza Italia che scivola al 12,5% perdendo lo 0,5%.

Tra i partiti minori, buon momento per Fratelli D’Italia-An che si stabilisce al 4,5% dopo aver guadagnato un punto percentuale, mentre l’accoppiata NCD-UDC, aggregata nell’area popolare, aumentando lo 0,5% si stabilisce al 4,0%. Settimana negativa per SEL che scende al 3,0% (-1,0%).

Sondaggio Porta a Porta da parte dell'Istituto Tecnè: Scende al 33,0% il Pd. Bene M5S e Lega

Ipotizzando e sondando le due ipotetiche coalizioni tradizionali, quindi centro-sinistra rappresentato da Pd-Sel e Idv e centro-destra al completo con Lega, FI, Area Popolare e Forza Italia, ci si accorge che queste sono praticamente appaiate intorno al 36,5%. Secondo l’istituto Tecnè c’è un minimo scarto, pari allo 0,5%, a favore della coalizione di csx.

Sondaggio Porta a Porta: secondo l'Istituto Tecnè ci sarebbe una sostanziale parità tra csx e cdx

 

Sondaggio Porta a Porta (Tecnè): cala la fiducia verso Matteo Renzi e il suo esecutivo.

Scende il Pd e in maniera speculare scendono la fiducia verso Matteo Renzi e il suo esecutivo. In un mese il consenso verso il segretario del Partito Democratico è passato dal 39,5 % al 38,5% odierno. Se si guarda all’esecutivo la situazione non diventa positiva: sette italiani su dieci esprimono giudizi negativi sul Governo. Solo il 24,5% lo giudica positivamente.

Sondaggio Porta a Porta da parte di Tecnè: cala la fiducia verso Matteo Renzi

 

sondaggio Porta a Porta: il 70,5% esprime un parere negativo sul Governo

Quanto conosci Donald Trump? Clicca sul suo volto e fai il quiz!

Quiz Donald Trump

Elezioni Francia

Elezioni Francia

Tutte le elezioni del 2017

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2017

Termometro delle voluttà

Tutto secondo i piani

Tutto secondo i piani

Nipoti di Maritain

Nipoti di Maritain

articolo scritto da:

21 Commenti

  1. Nicola Michele Donvito ha scritto:

    La maschera di Berlusconi, Salvini, è servita. Però con la nuova legge elettorale misurare le percentuali con le coalizioni è un errore 😉

  2. Giancarlo De Luca ha scritto:

    Il metodo è sempre quello nei sondaggi le due coalizioni partitica devono risultare vicinissime per polarizzare il voto peccato che si andrà a votare con un simbolo unico ma questo per i media di regime è irrilevante

  3. Massimo Romano ha scritto:

    ..ed infatti i partiti faranno una lista unica, mettetevelo nella zucca…se il M5S non decide di allearsi non potrà mai pensare di vincere le elezioni…

  4. Giulio Vazzoler ha scritto:

    Al ballottaggio renzi vince sempre.

  5. Massimo Matteoli ha scritto:

    Ma Renzi prima di straparlare da Vespa questo sondaggio l’aveva visto?

  6. Giancarlo De Luca ha scritto:

    Perché ancora non hai capito la nuova legge elettorale se Salvini sarà leader dei berluscones il sud lo punirá e se lo scordano il ballottaggio che sarà tra di Maio e Renzi e li ne vedremo delle belle…..il m5s è antisistema non può non deve e non vuole allearsi con nessuno e così sarà

  7. Giancarlo De Luca ha scritto:

    Mica vero

  8. Giulio Vazzoler ha scritto:

    È tra le poche cose certe della vita

  9. Antonio Cortese ha scritto:

    State sereni che grazie al tafazzismo di sinistra le elezioni le vince il centrodestra con l’aiuto dei 5stelle (non so pippettino che sta cercando di attaccarsi al treno di Di Ballista & friends in questo caso cosa farà ) così ritorneranno i professionisti delle sconfitte a ripetizione e dell’opposizione perenne, i girotondi, le “derive plebiscitarie” e qualche bel discorso consolatorio in un palazzetto dello sport di Zagrebelsky presentato dal presidente di un fantomatico comitato di liberazione.

  10. Sergio Saba ha scritto:

    Giulio stai tranquillo, non sereno!

  11. Mimmo Ristori ha scritto:

    In Italia guai cercare di cambiare le cose, si perde!

  12. Ignazio Farinello ha scritto:

    Ora sciogliere le camere

  13. Giorgio Graffieti ha scritto:

    il prossimo voto è per lista, non per coalizioni.

  14. Giorgio Graffieti ha scritto:

    e te lo hai capito che si vota per lista e non per coalizioni la prossima volta?

  15. Salvatore Caputo ha scritto:

    L’importante è che i patacca siano sempre ininfluenti.

  16. Francesco Gatt ha scritto:

    Ci chiamiamo gufi rosiconi, un pò di precisione dei termini per cortesia.

  17. Federico Benini ha scritto:

    Sono gli stessi che davano la moretti e zaia alla pari?

  18. Carlo Piccini ha scritto:

    Ma siete sicuri che quel che resta di sinistra vota per renzi ???? I conti avante all’oste !!!!!!

  19. Giacomo Filipeanu ha scritto:

    ma le coalizioni non hanno senso il premio di maggioranza va alla lista

  20. Claudia Lombardini ha scritto:

    Il centro sinistra e ‘ agonizzante ,un altro po di invasori ,di Marino ,di De Luca ,e delitti vari ,poi esalerà l ultimo respiro ! R I P

Lascia un commento