•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: giovedì, 25 giugno, 2015

articolo scritto da:

Pensioni: approfondimenti sui dati Istat 2013

pensioni uscita anticipata requisiti

Nel 2013 sono state erogate 23,3 milioni di pensioni: il 56,3% ha come beneficiario una donna e il 43,7% un uomo. Il 5,2% dei pensionati del Sud ha meno di 40 anni a fronte di appena il 2,9% di quelli del Nord Ovest e del 3% di quelli del Nord Est. È quanto emerge dalla rilevazione annuale sui trattamenti pensionistici e sui beneficiari condotta da Istat e Inps, a partire dai dati dell’archivio amministrativo – Casellario centrale dei pensionati. All’interno di questo dato rientrano sia le pensioni assistenziali che quelle di invalidità.

Le prestazioni pensionistiche sono classificate in sette gruppi: vecchiaia, invalidità, superstiti, indennitarie, invalidità civili, pensioni sociali e di guerra (per le definizioni si rinvia al glossario). Poiché un singolo individuo può beneficiare di più prestazioni appartenenti anche a tipologie diverse, la somma rispetto alle diverse tipologie può essere ottenuta solo con riferimento al numero di prestazioni.

inps pensioni

L’età media delle donne è superiore a quella degli uomini pensionati soprattutto tra i beneficiari di prestazioni di invalidità civile e di guerra e quasi tre donne pensionate su 10, ovvero il 29,1%, ha più di 80 anni contro il 18,5% degli uomini. In percentuale a vincere la corona di genere più pensionato sono le donne. Tra il 2002 e il 2008, la forbice reddituale tra pensionati e pensionate è aumentata di 2,1 punti percentuali (4,4 punti con riferimento agli importi medi delle singole prestazioni); a partire dal 2008 si è osservata una progressiva riduzione che tuttavia ha mantenuto i livelli di disuguaglianza superiori a quelli del 2004.

Geograficamente parlando il 28% risiede al nord-ovest, un 20% nelle altre regioni d’Italia, che scende drasticamente ad una soglia del 10% per le isole.

L’importo medio annuo delle pensioni è più alto tra gli uomini, che viene compensato nel caso femminile dal numero di trattamenti pro capite superiori, portando così la percentuale del divario di genere al 41,4%. Le donne sono quelle che percepiscono una pensione di poco superiore alla soglia dei mille euro al mese, ma il dato sconfortante è che gli uomini che percepiscono un reddito superiore ai cinque mila euro è cinque volte quello delle donne.

I pensionati del Lazio percepiscono il reddito pensionistico medio annuo più elevato (19.549 euro), di quasi il 40% superiore a quello dei pensionati della Basilicata (14.226 euro), che è il più basso tra le regioni italiane.

Chiara Cappitta

Sondaggio elettorale Rosatellum

Sondaggio elettorale Rosatellum

sondaggio elettorale rosatellum

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Partiti politici italiani

partiti politici italiani: l'archivio - statuti, programmi, bilanci

Sondaggi Politici

Sondaggi politici - tutti i dati sulla fiducia di leader ed istituzioni

articolo scritto da:

1 Commento

  1. Marina Cristani ha scritto:

    mavà? sai che novità…

Lascia un commento