•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: venerdì, 10 luglio, 2015

articolo scritto da:

Prefetto Gabrielli: Marino estraneo a Mafia Capitale, ma è stato debole

elezioni comunali Roma prefetto gabrielli con mani sul viso e affianco marino con fascia tricolore

Una situazione delicatissima quella presso il Comune di Roma. L’inchiesta “Mondo di Mezzo” (Mafia Capitale, giornalisticamente parlando) sta abbattendo le ultime certezze. Marino resta saldamente alla leadership della Giunta grazie all’estraneità ai fatti di corruzione, ma ad attaccarlo (parzialmente) è il prefetto Gabrielli nella sua relazione.

Marino personalmente non c’entra. Questo è un dato di fatto, secondo Gabrielli. Non c’entra, ma “è stato debole”. Una sentenza politica, non giudiziaria. Tanto basta per non permettere quello scioglimento per mafia del Comune di Roma Capitale, tanto auspicato dai membro del Movimento 5 Stelle capitolino. Gabrielli spiega la fattispecie dello scioglimento: “Il collegio ritiene opportuno rammentare, sulla scorta della giurisprudenza amministrativa, che l’articolo 143 del Testo Unico delle leggi sugli Enti Locali, subordina lo scioglimento all’esistenza di una condizione di infiltrazione criminale sull’Ente Locale nel suo complesso. Tale situazione può dunque sussistere anche quando la curvatura degli interessi della delinquenza mafiosa, non coinvolga tutti o la gran parte degli amministratori o anche quando gli amministratori non si siano rivelati in grado di opporsi efficacemente”.

Giunta Marino: “segnali di discontinuità”

Una situazione che si è verificata eccome negli ultimi tempi (“Il condizionamento si è realizzato secondo schemi e copioni non intaccati dal cambio di amministrazione determinato dalla Giunta ed avrebbe portato non solo a determinare l’esito delle procedure di appalto, ma anche ad orientare le scelte dei vertici di società partecipate da Roma Capitale”), tuttavia “va evidenziato come la Giunta Marino abbia dato alcuni precisi e non trascurabili segnali di discontinuità”.

ignazio marino mafia capitale

Insomma, ci sono sole alcune mele marce, non è una situazione generica della Giunta e del Consiglio comunale. Tuttavia queste mele marce pesano sull’amministrazione odierna, a guida centrosinistra: “il sodalizio mafioso Buzzi-Carminati dimostra la capacità di adeguarsi al nuovo contesto politico nel momento in cui subentra la Giunta Marino, riuscendo in breve a ottenere significativi vantaggi”.

“Si è pertanto dell’avviso che, allo stato, le evidenze raccolte non consentano l’applicazione della misura dello scioglimento dell’organo dell’Ente Locale”. Un parere giudiziario che parzialmente salva il sindaco e il suo governo cittadino, ma che politicamente pesa come un macigno.

 


L’inglese impeccabile di Virginia Raggi – CLICCA IL VIDEO

L'inglese impeccabile di Virginia Raggi

Sondaggio Referendum Costituzionale

sondaggio referendum costituzionale

La domanda del giorno

Dimissioni Renzi: Che cosa succederà ora?

Risultati

Loading ... Loading ...

Tutte le elezioni del 2016

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2016

Riforma Costituzionale: clicca sulla Costituzione e fai il quiz!

Quiz Riforma Costituzionale

Termometro delle Voluttà

DaSì o No?

DaSì o No?

articolo scritto da:

0 comments