•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: sabato, 17 maggio, 2014

articolo scritto da:

Show di Beppe Grillo in comizio a Torino “Senza Stalin, Schulz sarebbe in Parlamento con una svastica in fronte” Duro Renzi: “Hitler non va citato nemmeno per scherzo”

vatileaks 2, tarcisio bertone, beppe grillo

“Schulz mi da dello ‘stalinista’? Senza di Stalin lui sarebbe in Parlamento con una svastica in fronte”. Show a tinte forti per Beppe Grillo, in comizio a Torino. “La guerra contro i nazisti l’ha vinta Stalin, Schulz offende 10 milioni di italiani, veda di andare a quel paese”.

“Dicono che io sono Hitler. Ma io non sono Hitler…sono oltre Hitler!”. E’ un Grillo senza freni, che aggiunge: “Se non ci fosse il M5s adesso ci sarebbero i nazisti, il populismo oggi è la più alta espressione della politica”.

beppe grillo

Grillo ne ha per l’intera classe politica e si appella alle forze dell’ordine: “non date più la scorta a questa gente”, aggiungendo che “Digos, Dia e Carabinieri sono con noi”. Il comico genovese poi ricorda con forza l’obiettivo finale: “siamo scesi in piazza per vincere e vinceremo queste europee con il 100 per cento”.

Tornando sui singoli, Grillo si scaglia duramente contro Berlusconi (“non è più lo psiconano, ma Tinto Brass”), Renzi e le maestre (“portano i bambini in piazza e li fanno gridare ‘Matteo, Matteo’, bisogna prendere quelle maestre e licenziarle in tronco”). Dal comico genovese anche un commento “hard” nei confronti del cancelliere tedesco: “Renzi è andato a dare due linguate al sederone tedesco della Merkel”.

Dura la reazione di Renzi alle parole su Hitler: “ci sono pagine del passato che non vanno citate neanche per scherzo, figurarsi come spot elettorale”.

Emanuele Vena


L’inglese impeccabile di Virginia Raggi – CLICCA IL VIDEO

L'inglese impeccabile di Virginia Raggi

Sondaggio Referendum Costituzionale

sondaggio referendum costituzionale

La domanda del giorno

Ultimo giorno di sondaggi: chi vincerà il referendum costituzionale?

Risultati

Loading ... Loading ...

Tutte le elezioni del 2016

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2016

Riforma Costituzionale: clicca sulla Costituzione e fai il quiz!

Quiz Riforma Costituzionale

Termometro delle Voluttà

DaSì o No?

DaSì o No?

articolo scritto da:

161 comments
Lamberto Giusti
Lamberto Giusti

In bocca al lupo per il futuro. E' stato uno scambio piacevole e istruttivo, al termine del quale restiamo sulle nostre reciproche posizioni, nel rispetto che dovrebbe sempre esserci tra persone civili. Non sono convinto e, anzi, ho appena sentito l'ultimo comizio di Grillo che rafforza le mie perplessità, ma è il bello della democrazia, anche se è pseudo tale, come la nostra. Ad majora!

Paolo D'Eugenio
Paolo D'Eugenio

Bastano pochi voti perchè è un movimento in crescita. Se aumentano gli iscritti, aumenta la qualità del personale politico perché non basteranno pochi voti ma servirà essere conosciuti sul territorio. Essersi impegnati. D'altro canto, non si tratta di altro che di primarie. Sia pur in forma diversa. E di gente incapace ed impresentabile se ne trova anche altrove e viene scelta perché "amica" degli amici. A me piace l'idea di un partito davvero aperto. Dove chiunque ne condivida le idee può tranquillamente e liberamente partecipare ed anche candidarsi a cariche elettive.

Lamberto Giusti
Lamberto Giusti

continuo a nutrire dubbi. Ad esempio sul metodo per la scelta dei candidati, con il passaggio tramite web dove bastano pochi voti per finire in lista e avere il posto in parlamento o nei consigli regionali (è successo anche in Piemonte, ad esempio). Ma sono i modi scelti per far valere ragioni, per altro sacrosante, che non mi convincono. Comunque è giusto proporre alternative a questo sistema ormai marcio, anche se per me il 5Stelle non è l'alternativa giusta. Questione di gusti, basati su ragionamenti che coinvolgono tutto ciò che ho visto fare sinora dal movimento.

Paolo D'Eugenio
Paolo D'Eugenio

Beh. Il M5S è sicuramente democratico e non violento. Sono nelle istituzioni e non si sono macchiati di atti violenti. E peraltro la "rabbia" è veicolata verso la "casta". Non verso gli immigrati (come ha fatto anni fa e fa ancora la Lega) o verso gli elettori degli altri partiti. E la linea che prenderà questo partito dipende anche da chi lo vota. E, in definitiva, da noi. Perché è un partito totalmente aperto (è per quello che può arrivare qualche tipo strambo). E che chiede la partecipazione.

Lamberto Giusti
Lamberto Giusti

Non sono del tutto d'accordo, specie sul binario democratico e non violento. E' vero, la rabbia e il disagio sono il nostro pane quotidiano, ma credo che spaventare la gente per incanalarne la rabbia non sia il percorso giusto. Manca la controprova degli eventuali tribuni più pericolosi, certo è che la politica politicante continua a dare il peggio di se.. Sono sicuro che alle elezioni europee e anche alle regionali, in Piemonte si vota, il 5Stelle varà ancora più successo, ma non sono sicuro che sia questa la risposta giusta, come non lo sono, per altro, neppure il Pd, il centrodestra tutto e altre formazioni che niente hanno apportato al panorama politico italiano. Non ho ricette alternative, spero solo che l'Italia esca dal pantano, specie per i nostri figli, tra cui il mio che ha 12 anni.

Paolo D'Eugenio
Paolo D'Eugenio

Rispetto anche le sue di opinioni e concordo sul fatto che fb rischia di far degenerare ogni confronto. Io non dico, comunque, che Grillo non esagera mai. Al contrario. Esagera spesso. Ed infatti "spaventa" ancora molti moderati. Penso solo che il suo esasperare i toni non lo si deve leggere solo in negativo. A mio avviso, "urlando" e "sbraitando" attira gli arrabbiati ma poi incanala la loro rabbia verso un percorso positivo e istituzionale. Non è, cioè, Grillo che fomenta la rabbia. La rabbia ed il disagio ci sono. E lui le ha istituzionalizzate mettendole su un binario democratico e non violento. Se non ci fosse Grillo anche coi suoi urli e i suoi toni forti, non è che quella rabbia e quel disagio scomparirebbero. Verrebbero sfruttati da altri tribuni probabilmente più pericolosi.

Lamberto Giusti
Lamberto Giusti

Opinioni ne ho molte, sia sul 5Stelle che sulla politica in genere, vista anche l'attività lavorativa che ho svolto. Ma Fb non è la piazza migliore per approfondire questi temi, perché spesso si viene fraintesi o non compresi del tutto, come nel mio caso. Continuo a dire che riconosco la validità del movimento e delle sue idee, solo mi sembra che certi atteggiamenti lo penalizzino molto, invece di favorirne l'espansione. Comunque sia rispetto il parere di tutti.

Paolo D'Eugenio
Paolo D'Eugenio

Non ho detto che lei è un pensionato o un anziano. Non la conosco. Ma i sondaggi dicono quello che ho detto io. Il M5S è largamente maggioritario in alcune fasce d'etá e molto debole in altre. Sul resto, vedo che non ha un'opinione. P.S.: io non sono un'attivista M5S e l'ho votato una volta sulle tre in cui avrei potuto. Ma l'atteggiamento manicheo e fazioso con cui lo attaccano additandolo come il pericolo pubblico numero uno mi spinge a votarlo

Lamberto Giusti
Lamberto Giusti

Passi a recuperare il suo cervello al banco dei pegni dove l'ha lasciato.. Ed è inutile che insista sui pensionati, io ho 56 anni e sono ancora un lavoratore attivo, tutt'altro che anziano. Lei incarna il grillino tipo, per cui la verità è solo dalla sua parte. Apra la mente, le farà solo bene.

Paolo D'Eugenio
Paolo D'Eugenio

Il cervello al macero l'avrà portato lei. È innegabile che il M5S non 'sfonda' tra gli anziani. Più facilmente soggetti alla propaganda basata sul 'Grillo è pazzo' e 'naturalmente' conservatori. Perché l'anziano, magari pensionato col retributivo, ha più da perdere di chi si ritrova disoccupato o occupato con stipendi da fame e con la prospettiva di una pensione da stra-fame. Ed il fatto che il M5S abbia incanalato questo disagio sociale in senso positivo e non violento è un altro fatto innegabile. Perché altrove quel disagio lo hanno raccolto o i soliti movimenti di estrema sinistra 'guerrigliera' o i neo-nazisti che sprangano la gente o i neo-fascisti 'ripuliti' come quelli del FN. Ed invece di rallegrarsene, c'è chi fa lo scandalizzato perché Grillo urla.

Piero Picari
Piero Picari

c'è anche chi dice che senza Mussolini ci saremmo fatti 70 anni di bolscevismo anche in Italia ... Questo non rende il fascismo una buona cosa in sè. Mi sembrano proprio i litigi stizziti che si facevano alle elementari o alle medie. Povera Italia in che mani ... io ho fatto il mio ormai, ma mi dispiace per i miei figli e nipoti ...

Lamberto Giusti
Lamberto Giusti

parlare con voi che avete la verità in tasca è inutile, vi siete mandati il cervello al macero alla corte del pagliaccio. Che ne sa chi voglio votare io, manco mi conosce. Ho fatto un ragionamento, ma chi è senza cervello continua a blaterare il suo vuoto mantra. Continuate così, forse sarete voi a dovervi vergognare prima o poi. Ps. Non voto di sicuro per Pd o centrodestra, può starne certa.

Franca Mollea
Franca Mollea

il sig giusti vuol votare pd/pdl ma dentro di sè si vergogna, trova delle scuse inesistenti nel movimento così da sentirsi giustificato

Stefano Lauretta
Stefano Lauretta

Signor bellomo, adesso non ho tempo per risponderle, ma noto che utilizza la medesima tecnica che denunciano i grillini ai giornali. Estrapolare una frase all'interno di un contesto. Le aggiungo pure questa parte di testo che lei ha volutamente omesso: "Quando intervennero gli usa, i tedeschi ridussero gli uomini nel fronte orientale (pensando, a torto, di aver già vinto) e li posizionarono a Ovest. I sovietici, in superiorità di numero ma non di tecnologia, lanciarono le controffensive e riuscirono a vincere." Come vede ho scritto le medesime cose che ha scritto lei. Secondo le sue parole si evince che i sovietici avrebbero vinto ugualmente anche senza l'intervento degli USA? ne è proprio sicuro? Visto che lei è un uomo di sinistra le consiglio di leggere alcune affermazioni di stalin sulla guerra mondiale. Detto questo, se lei vuole affermare che hitler è stato battuto dai sovietici è libero di pensarla così, ma lei sa benissimo che la storia (i libri) dice (dicono) altro.

Lorenzo Bellomo
Lorenzo Bellomo

"La nazione che sconfisse hitler furono gli USA. I sovietici vennero sconfitti in ogni battaglia." Stefano Lauretta questo lei ha scritto, ed è dal punto di vista storico semplicemente errato. L'"epopea" russa si configurò soprattutto perché fu capacità dei gruppi dirigenti sovietici trasferire il grosso della produzione bellica oltre gli Urali al riparo da rischi d'invasione e anche con l'impedire ai sovietici la conquista degli idrocarburi caucasici con la resistenza di Stalingrado. Ovviamente l'intervento americano fu decisivo nelle sorti della guerra grazie al secondo fronte ma è un punto di vista abbastanza consolidato nella storiografia che il rullo compressore nazista alla viglia dell'attacco giapponese al Pacifico fosse già al suo acme produttivo potenziale e tendeva progressivamente a calare mentre la Russia per i motivi prima citati e in misura parecchio minore l'impero britannico avevano la possibilità di resistere e riorganizzarsi là dove la Germania non poteva efficacemente colpirli, la realtà è che se i nazisti avessero avuto realmente le risorse e capacità per dare il colpo di grazia alla Russia ci sarebbero riusciti ben prima dello sbarco anglo-americano in Normandia. Inoltre la controffensiva tedesca delle Ardenne contro gli statunitensi che pure erano superiori in termini materiali e il suo quasi successo dimostrò la netta superiorità strategica degli europei (non a caso francesi e inglesi contemplavano questo rischio sottovalutato dagli americani) e la netta superiorità "ingegneristica" degli americani per fortuna, ma fu solo per questo che si riuscì a scongiurarla, mentre i sovietici con problemi materiali superiori riuscirono a piegare lo stesso i nazisti che mantenevano ingenti truppe a oriente nell'ordine di centinaia di migliaia di uomini. Nessuno nega l'apporto vitale degli stati uniti, non sarebbe storico farlo, ma in Italia si dimentica nel sentore diffuso troppo spesso la funzione altrettanto decisiva sovietica per evidenti motivi ideologici di appartenenza a una certa NATO, in funzione di una versione di quell'evento con gli Stati Uniti come messia onnipotente in mezzo a tanti collaterali secondari e le sue prime parole che ho riportato all'inizio di questo commento virgolettate lo confermano, ma la Storia è altro.

Maria Rosaria Colavecchi
Maria Rosaria Colavecchi

chimate la neuro questo è fuori di sè non si fa politica in questa maniera vatte a curare..

Stefano Lauretta
Stefano Lauretta

Beh su schulz non mi trovi d'accordo e ti spiego subito il perchè. Il 25 maggio noi votiamo le europee e non le nazionali come molti pensano con quello slogan "vinciamonoi". Schulz in questo caso fa bene a parlare perchè deve portare voti al suo partito il PSE (giusto per la cronaca, io sono del PPE, ma non voto ne forza italia ne ncd ne lega) appoggiando quei partiti che aderiscono al PSE. Quindi ci sta a fare campagna elettorale perchè siamo in campagna elettorale. Se poi mi dici che il 26 schulz continua a parlare dell'italia, allora si che ti do ragione e che farebbe meglio a guardare altrove. Una cosa che ha detto schulz e che molti non hanno afferrato nel movimento è che votare m5s, IN QUESTO MOMENTO, è un voto inutile perchè il M5S ha deciso di non schierarsi per nessun partito europeo e anche se lo creasse da zero non avrebbe i numeri per presentare e discutere le leggi europee. Quando grillo dice che vuole andare in europa e parlare, se non fa parte di un partito con una quota minima di parlamentari, non può farlo. Praticamente si sborsa 6200€ (netti) a deputato (SOTTOLINEO CHE NON SO SE CI SONO ACCORDI TRA GRILLO E I VARI PARLAMENTARI EUROPEI SUL LIMITE DEL COMPENSO) solo per alzare la mano e votare si o no. Quindi una eventuale vittoria del M5S in italia, se il movimento non si allea con altri, è destinato ad essere inutile. Anche se prendesse il 50% non supererebbe la soglia di sbarramento. Questo sinceramente è un peccato.

Paolo D'Eugenio
Paolo D'Eugenio

Se sentì il discorso di Grillo, pensi semplicemente che Schulz dovrebbe rivolgere le sue attenzioni ad altri. Ed avere più cautela nel giudicare un movimento politico che ha dimostrato coi fatti di essere non violento mentre ce ne sono, in Europa, altri che violenti lo sono stati e lo sono davvero. Di destra e di sinistra.

Stefano Lauretta
Stefano Lauretta

esatto, perchè se senti il discorso di grillo sembra che sia solo merito dell'urss. Per il resto concordo. Certo meglio M5s che neonazisti ungheresi o alba dorata greca. Su questo non ci piove. Passato il 25 maggio vedremo che succederà....fino ad allora sarà una guerra continua tra berlusconi-grillo-renzi a suon di insulti e molto altro.

Giaime Shultz Marchesini
Giaime Shultz Marchesini

Sul fatto storico di per sè niente da eccepire. E' un fatto che senza la resistenza ad oltranza dell'URSS con il suo enorme fronte a est lo sbarco a occidente sarebbe stato praticamente impossibile per Americani e Inglesi. Da qui a dire ai tedeschi che devono ringraziare Stalin però ce ne passa...

Paolo D'Eugenio
Paolo D'Eugenio

Allora diciamo che doveva dire 'anche' grazie a Stalin? Vabbè. Comunque, una base di invasati ce l'hanno tutti i partiti. Non è un'esclusiva del M5S. E in una situazione economica come questa, il M5S è una fortuna. Altrove hanno Alba Dorata. O la Le Pen. O i neo-nazisti ungheresi. Un pó peggio direi ...

Alex Parela
Alex Parela

Quando mai Renzi ha paragonato Grillo e Hitler... ve le date e ve le mante da soli, mie cari Grillini.

Pino Alviano
Pino Alviano

Questo signore che abbaia contro tutti ed offende tutti, dovrebbe rappresentare la seconda forza politica italiana?

Alex Parela
Alex Parela

Alberto Sordi avrebbe avuto più successo.

Giuseppe Mangialardi
Giuseppe Mangialardi

Schulz lo ha paragonato a Stalin e Chavez per la maniera con cui conduce il partito, ovvero per mettere a tacere (tramite espulsioni e mobbing) le frange interne. Non ha detto che vuole instaurare una dittatura. Poi ovviamente i giornali italiani, gli italiani e Grillo devono partire da ciò per farne un'iperbole inutile (e.g. che minchia c'entra che senza Stalin Schulz non starebbe là? Come a dire che a volte i dittatori vanno bene? Rsposta peggiore della critica).

Stefano Lauretta
Stefano Lauretta

paolo eugenio, scusa, mi dici dove dico che i sovietici (non russi) non sono stati decisivi per la vittoria finale? Ho semplicemente detto che la guerra è stata decisa dall'ingresso degli USA. Il resto è storia. Dal 43 sia Urss sia USA hanno mazziato alla grande la germania. Difatti i sovietici furono i primi ad arrivare a berlino. Rimane comunque il fatto che se non fosse per roosevelt non so se l'urss sarebbe riuscita a battere la germania. Ergo, grillo ha cannato la storia. Poi se siamo liberi lo dobbiamo agli inglesi, americani e ai sovietici (e pure ai francesi, a quanto pare). Ma è innegabile ciò. Sul fatto di accostare grillo ad hitler lo trovo davvero macabro. Il m5s non mi piace come partito, ma fare un paragone del genere l'ho sempre trovato rivoltante. Il problema, secondo me, non è grillo in se, che tutti conosciamo, ma la base. Un buon 50% ascoltando le parole di grillo diventano iper aggressivi. Grillo sarà una brava persona sicuramente, non mi piace, ma sarà una persona per bene, ma se vai in giro e dici di non essere del m5s c'è gente del movimento che se potesse ti menerebbe pure. Questo è il problema, non certo grillo che lui fa solo campagna.

Osvaldo Cardillo
Osvaldo Cardillo

Ancora un po' e perde " i cannarrini". " mi para ciuoti'

gard0802
gard0802

il movimento e' l' unico che puo salvare l' italia.. in soli 20 anni il pd+-l ha affamato uno stato di 60 milioni di persone.. chi vota m5s vota per l' onesta, cosa che gli altri partiti non conoscono

Riccardo Cova
Riccardo Cova

Così uno può dire quello che vuole (aboliamo i partiti! Aboliamo i sindacati! I carabinieri stanno con noi! Ecc.), tanto poi si fa tutti una bella risata e si stempera la tensione. Mi sembra davvero troppo comodo...

Mimmo Ristori
Mimmo Ristori

Non è Stalin che ha abbattuto il nazismo, ma la potenza economica USA, che aiutò, a suo tempo, anche la macchina da guerra Sovietica. La storia è storia, Grillo solo un parolaio senza passato e senza futuro.

Paolo D'Eugenio
Paolo D'Eugenio

Negare l'apporto decisivo dei russi alla vittoria contro Hitler è semplicemente folle. Comunque il punto è un altro, chi paragona Grillo a Hitler o Stalin o è ignorante o è in malafede. Perché ignora un elemento decisivo che era presente sia in Hitler che in Stalin (ed in tutti i movimenti che, a vario titolo, a loro si rifanno) e che è invece totalmente assente nel M5S e cioè la violenza contro gli avversari politici. Il M5S ha incanalato una rabbia profonda che esiste nel paese dentro un percorso istituzionale. E lo stesso frasario "violento" talvolta usato da Grillo non è pericoloso perchè viene da un personaggio che è stato un comico. Che ricorre ad iperboli che, come iperboli, vengono vissute da chi lo ascolta. E che usa termini anche forti ma li usa facendoli poi seguire da una risata. E, così, ne smonta il potenziale 'pericoloso'. È per questo che le mistificazioni dei giornali ed il tentativo di disegnarlo come un pericolo funzionano solo sulla fascia più anziana ed incolta dell'elettorato (dove M5S non sfonda) ma non sui più giovani e colti che, preferendo informarsi direttamente e senza mediazioni, la panzana del Grillo-Hitler non se la bevono.

Francesco Mordeglia
Francesco Mordeglia

e io che credevo di aver visto tutto con Cetto Laqualunque e Michele Santoro, Ormai ci vuole David Lynch per fare cronaca politica

Giuseppe Biazzo
Giuseppe Biazzo

Almeno una cosa buona l'ha detta ! Lui doveva stare attento solo se stalin sbagliava strada ed arrivava in italia... voglio vedere lui dove finiva! in siberia?!?!

Paolo D'Eugenio
Paolo D'Eugenio

Appunto. Ignorantello eh? Grazie al patto Molotov-Ribbentrop Hitler, essendo "tranquillo" sul fronte orientale poté dedicarsi alla conquista della Francia. L'apertura del fronte orientale ad opera di Hitler e, ovviamente, l'ingresso in guerra degli USA segnarono il destino della Germania. Ed in questo, la resistenza russa fu fondamentale. Perché se l'URSS avesse ceduto Hitler si sarebbe impossessato delle sue enorme risorse ed avrebbe potuto resistere ad occidente. Forse avrebbe perso comunque ma di certo la guerra sarebbe durata molto di più.

Paolo D'Eugenio
Paolo D'Eugenio

Quando le piazze le riempivano il PCI-PDS-DS-PD o il PDL ... non erano pericolose. Ora, siccome le riempie solo lui, non vanno più bene. A quando i carri armati?

gard0802
gard0802

a fanculo ci andranno i vostri magnamagna che votate probabilmente votate perche ve fanno magna anche voi.. lo tsunami pero sta' arrivando