•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: sabato, 19 luglio, 2014

articolo scritto da:

Renzi in Africa: “Eni investirà 50 miliardi in Mozambico”

renzi tre giorni in africa e a annuncia investimenti eni in mozambico

“L’Eni investirà 50 miliardi di euro in Mozambico”. L’annuncio è del premier Renzi, in occasione dell’incontro con la comunità italiana presso l’ambasciata del nostro paese a Maputo, in Mozambico. Nel pomeriggio Renzi ha incontrato il Presidente della Repubblica del Mozambico, Armando Guebuza, al quale ha assicurato che “oltre alla cooperazione sociale l’Italia è pronta a fare la sua parte, le aziende sono pronte a investire”. “Dall’Eni – ha ribadito il Presidente del Consiglio – ci sarà nei prossimi mesi un investimento di 50 miliardi sul gas e per la crescita del paese”. “Il nostro legame sarà di pace e di investimenti economici e nella cooperazione”, ha assicurato il Primo Ministro italiano che ha sottolineato come il Mozambico sia un “paese che cresce e investe sul futuro e che dimostra che un percorso di pace si può fare se si creano occupazione e sviluppo”.

È cominciata oggi, infatti, la missione del premier Renzi in Africa. In mattinata il Presidente del Consiglio è atterrato a Maputo, in Mozambico, prima tappa del tour che lo porterà, nei prossimi giorni, anche in Congo e in Angola. È la prima volta che un primo ministro italiano visita questi tre paesi dell’Africa sub-sahariana e centrale. Zone, queste, afflitte da guerre civili e povertà ma che, grazie alle immense riserve di gas e petrolio, richiamano gli interessi di investimenti e capitali esteri da tutto il mondo. Della delegazione italiana, composta da circa una ventina di persone, fa parte anche il viceministro allo Sviluppo Economico Carlo Calenda.

L’obiettivo della visita istituzionale del premier Renzi, alla guida di circa venti imprese fra cui Finmeccanica, Ferrovie ed Eni, è rafforzare i rapporti politici ed economici con questi paesi. Sponsorizzare l’Italia e consolidare, anche per via diplomatica, i rapporti commerciali, a cominciare dal settore degli idrocarburi. È per questo che, oltre agli incontri con le autorità politiche, il premier ha in agenda anche vertici con aziende e imprese locali. Lo scopo è approfittare del ruolo di presidente di turno dell’Unione Europea per tenere aperto il canale tra l’Europa e l’Africa.

311712-995x559

Ad accompagnare il premier anche l’amministratore delegato dell’Eni Claudio Descalzi. L’Eni, infatti, è presente in Angola da oltre 50 anni. Ora la necessità è  quella di aumentare, in soli due anni, l’estrazione di petrolio da 130mila barili a duecentomila. Altrettanto importante è l’impegno in Mozambico e Congo, data la scoperta di giacimenti di gas che rappresentano grandi prospettive di investimento e guadagno. Oltre all’ad di Eni, fanno parte della spedizione anche i rappresentanti di Confindustria, Assominerali, Saipem, Sace, Iveco e Federalberghi.

Carmela Adinolfi


Referendum, Sgarbi: “Ha vinto Renzi. Ecco perchè” – CLICCA IL VIDEO

Referendum, Sgarbi: "Ha vinto Renzi"

Sondaggio Referendum Costituzionale

sondaggio referendum costituzionale

La domanda del giorno

Dimissioni Renzi: Che cosa succederà ora?

Risultati

Loading ... Loading ...

Tutte le elezioni del 2016

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2016

Riforma Costituzionale: clicca sulla Costituzione e fai il quiz!

Quiz Riforma Costituzionale

Termometro delle Voluttà

DaSì o No?

DaSì o No?

articolo scritto da:

16 comments
Eugenio Policriti
Eugenio Policriti

invece di investire i danari in africa portiamo la fabrica beretta almemo le armi se li costruiscono da soli

Marco Corvi
Marco Corvi

MA NON GLI SERVE UN ROTTAMATORE IN AFRICA?

Mario Spinelli
Mario Spinelli

Ma a cosa serve questo viaggio, oltre al fatto di spendere un bel po' di soldi nostri?

Sergio Gs IIo
Sergio Gs IIo

finiranno tutti in armi comprate in Italia per fare guerre sanguinarie da cui scappera' la popolazione povera e allo stremo che noi respingeremo o lasceremo affogare nel Mediterraneo perche' "costa troppo" gestirli ?

Gianluca Mercuri
Gianluca Mercuri

Pare che il Governo italiano sia espressione delle necessità di eni...

Ulysses Kilmoore
Ulysses Kilmoore

L'eni è indagata per corruzione internazionale nell'ambito di un procedimento volto a chiarire come sono andate le cose riguardo all'acquisizione del blocco OPL 245 in Nigeria da parte di eni e shell.

Roberto Travaglini
Roberto Travaglini

...perchè non si porta anche Veltroni e ci rimangono i prossimi 30 anni????

DavideBusetto
DavideBusetto

Questi viaggi servono, li fanno tutti i capi di governo. Il problema vero è che la cifra di 50 miliardi di dollari mi pare francamente MOLTO esagerata...

DavideBusetto
DavideBusetto

Secondo lei 50 miliardi sono una cifra possibile?