•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: sabato, 20 giugno, 2009

articolo scritto da:

Referendum, quorum a rischio. Ecco il perché

referendum astensione

Referendum, quorum a rischio. Ecco il perché

I quesiti del referendum elettorale

I quesiti del referendum elettorale. Si vota domenica 21 giugno dalle 8 alle 22 e lunedì 22 giugno dalle 7 alle 15.

 

L’ultimo referendum a chiamare alle urne più del 50% degli aventi diritto fu quello costituzionale – che non richiedeva il quorum – nel giugno 2006. Prima di allora, nel 2000 la consultazione sull’abolizione della quota proporzionale del Mattarellum andò oltre il 49 per cento, ma non raggiunse l’obiettivo.

[ad]Proviamo a capire perché il referendum elettorale di domani e lunedì è a forte rischio: abbiamo 13.724.344 elettori coinvolti nei ballottaggi delle amministrative (Torino, Milano, Padova, Bologna, Firenze, Venezia, Bari e altre località). Se ipotizziamo un 60% di affluenza media a questi ballottaggi, e tenendo conto che un 5% degli elettori possa non ritirare le schede dei referendum, arriviamo a 7.822.876 votanti per il referendum provenienti dai ballottaggi.

Gli elettori chiamati alle urne solo per il referendum, e quindi non coinvolti nei ballottaggi, sono 36.810.383, in Italia e all’estero.

Il quorum per il referendum è 25.267.364 voti, cioè il 50% + 1 dei 50.534.727 aventi diritto complessivi. Questo vuol dire che, sommando ai 7.822.876 dei ballottaggi, servono 17.444.487 votanti ‘espressi’ (cioè persone che vanno a votare solo per il referendum, non avendo ballottaggi).

Ne consegue che, se i ballottanti votano al 60%, deve andare a votare il 47,4% degli aventi diritto che non hanno ballottaggi, tra Italia e estero, per far raggiungere il 50% + 1 alla consultazione referendaria.

Considerando la data (giugno avanzato), la scarsissima copertura mediatica sui quesiti referendari e il modesto impegno profuso dai partiti – condizionati da alleati (vedi PDL) o concentrati sulle amministrative (vedi PD) – appare difficile (ma, certo, nulla è impossibile) che la consultazione promossa da Guzzetta possa avere esito positivo. Un fatto che invita a riflettere sulla possibilità di abolire, o ridurre drasticamente, la soglia del quorum e contemporaneamente a innalzare robustamente il numero di firme necessarie per presentare un quesito. Visti i pochi strumenti di partecipazione diretta presenti in Italia, ci sarebbe anche da pensare all’eventualità di introdurre referendum propositivi; o sull’accorpamento con gli altri appuntamenti elettorali ravvicinati.

Sondaggio Post Verità

Sondaggio Post Verità

La domanda del giorno

Come si chiamerà il gruppo degli scissionisti Pd?

Risultati

Loading ... Loading ...

Tutte le elezioni del 2017

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2017

Quanto conosci Donald Trump? Clicca sul suo volto e fai il quiz!

Quiz Donald Trump

Termometro delle Voluttà

#efamolostoflavio

#efamolostoflavio

Pubblicità

articolo scritto da: