•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: venerdì, 29 marzo, 2013

articolo scritto da:

Celentano attacca Grillo: “Spinge Bersani da Berlusconi”

adriano celentano

Adriano Celentano, in una lettera pubblicata ieri su Repubblica, si scaglia contro Travaglio, Grillo e Flores D’Arcais. Il Molleggiato è critico sulla scelta del leader Cinque Stelle di non appoggiare un esecutivo guidato da Bersani. “Attento amico parlante! – scrive Celentano – Lo sai che io ti voglio bene e sono orgoglioso per quello che sei riuscito a fare. Ma mi preoccupa il fatto che se non cambi marcia e aspetti ancora ad innescare quella del vero STATISTA anche se comico (una virtù che manca ai politici) ho paura che il motore si imballi... e questo sarebbe un vero peccato. Praticamente tu spingi Bersani ad allearsi con Berlusconi. Hai mai pensato ai vari risvolti di una così curiosa alleanza?”. Per Celentano il rischio è che Berlusconi e Bersani alla fine governino per molti anni: “magari gli italiani sono contenti di come hanno governato… E allora la strana alleanza che doveva durare solo il tempo di una o due riforme, potrebbe protrarsi e durare magari qualche anno, o addirittura cinque di anni… E poi?… Tu dirai si ritorna alle elezioni, ma se poi questi due e anche il resto dei partiti non fanno più tutti quegli sbagli che hanno fatto fino adesso?”

[ad]Celentano ne ha anche per Travaglio, colpevole di aver attaccato il neo presidente del Senato Grasso: ”Perché lasciare intatta la credibilità del nuovo presidente del Senato – scrive il Molleggiato -, «potrebbe fare qualcosa di buono e dopo noi ci intristiamo» deve aver pensato Travaglio. Pensieri di questo tipo hanno l´unico scopo di appesantire l´aria, mentre invece dovremmo orientare la luce del sole ovunque spuntano, anche se piccoli, i segni del cambiamento”.

Infine l’attacco a Flores D’Arcais che ha scritto un sacco di “stronzate”. “quella di Flores d´Arcais e il suo appello all´ineleggibilità di Berlusconi. Una cazzata non soltanto fuori luogo ma decisamente fuori «TEMPO musicale»”. Per Celentano la legge sull’ineleggibilità “Adesso è solo una scorrettezza elettorale”. Il consiglio che dà il ragazzo della via Gluck alla fine è questo: “è necessario azzerare il passato. Insomma bisogna ricominciare da capo”.


L’inglese impeccabile di Virginia Raggi – CLICCA IL VIDEO

L'inglese impeccabile di Virginia Raggi

Sondaggio Referendum Costituzionale

sondaggio referendum costituzionale

La domanda del giorno

Ultimo giorno di sondaggi: chi vincerà il referendum costituzionale?

Risultati

Loading ... Loading ...

Tutte le elezioni del 2016

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2016

Riforma Costituzionale: clicca sulla Costituzione e fai il quiz!

Quiz Riforma Costituzionale

Termometro delle Voluttà

DaSì o No?

DaSì o No?

articolo scritto da:

8 comments
aldo
aldo

carissimo grillo,ai fatto tutto traordinaramente,condivisibile ,adesso fermati e rifletti bene,il paese a bisogno urgentemente di avere queste benedette riforme.

Abele
Abele

Certo anche Celentano non è che abbia le idee molto chiare! Lui preferirebbe Bersani a Berlusconi? Ma si rende conto che uno che sa di avere bisogno di aiuto, e si pappa o si vuole pappare i tre presidenti, per lasciare le briciole (ma neppure quelle), a chi lo aiuterebbe a formare il governo, accusa chi non lo aiuterebbe, di non volere il bene del Paese e che sarà colpevole di non aver voluto formare il Governo? ma che razza di uomo è Bersani? Ma crede veramente di essere una persona intelligente? Chiede aiuto e responsabilità per formare un governo che lui gestirebbe, e chiede responsabilità, accusando chi gli negherebbe l'aiuto (ad occhi chiusi), altrimenti quelli non amerebbero la nazione? Io un uomo così non lo farei neppure entrare neppure in casa mia! ...Altro che aiutarlo a formare il governo per farsi bello davanti al paese!

ROSARIO
ROSARIO

Da elettore del movimento 5 stelle, non posso condividere l'attuale posizione di contrasto ad ogni soluzione. Se si dovesse continuare a creare ostacoli alla formazione di un governo, anche di personalità esterne alla politica, l'unico risultato sarebbe che il PD sarebbe costretto a chiedere i voti in parlamento. In quel caso gli unici voti che arriverebbero, sarebbero quelli del PDL. Quindi, addio riforme e promesse!!!!!

GIUSEPPE
GIUSEPPE

GRILLO NON TI VOTERO' PIU'. UN PAESE SENZA GOVERNO???? MA CHE CAZZO DICI??? IGNORANTE!

carmine
carmine

e ora di pensare a fare qualche cosa di buono!!! per l'italia mi rivolgo a grillo!! non diamo l'italia di nuovo in mano al berlusca!!!! stai facendi il suo gioco!!

Floriano
Floriano

I cambiamenti importanti non si fanno dalla sera alla mattina, Grillo dovrebbe avere più rispetto delle persone cho lo hanno votato,me compreso, con l'obbiettivo principe di entrare a far parte di un governo, per fare quelle riforme necessarie al cambiamento. Mi dispiacerebbe accorgermi di aver vanificato il mio voto

luciano
luciano

Berlusconi cosa ha fatto nel 2008? Ha preso per se la Presidenza del Consiglio, per il suo socio Fini la Presidenza della Camera e per il fido Schifani la Presidenza del Senato. Tutto quello che si poteva prendere. Quindi non ha nulla su cui predicare. Sarebbe bene che Berlusconi ripeta bene quello che eventualmente vuole fare con Bersani che se dovesse andargli bene si potrebbe forse realizzare lo scenario prospettato da Celentano. Per fare questo Berlusconi e i suoi elettori devono non solo proporre ma anche cambiare molto. Non è certo con propositi come quelli dell'intervento di Abele che farà cadere Bersani nella trappola. Provocherà l'arroccamento di Bersani nella determinazione di "muoia Sansone con tutti i filistei". Attenzione che se non dovesse funzionare il M5S è in agguato e alle prossime elezioni in mancanza del buongoverno prospettato da Celentanore prenderà ben più del 50% di voti. Allora si vedrà che cosa vuole e sarà in grado di fare.

Ugobagna
Ugobagna

Il centrodestra nel 2008 ha preso il 46% dei voti e non il 31% (inoltre c'era già un presidente della repubblica non della sua area politica) se vogliamo mettere i puntini sulle i...