•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: giovedì, 27 giugno, 2013

articolo scritto da:

Confederations Cup: Spagna-Italia

La gara di stasera tra Italia e Spagna designerà l’avversaria del Brasile, che ieri ha regolato 2-1 l’Uruguay, raggiungendo la sua terza finale consecutiva in Confederations Cup.

Quasi superfluo analizzare l’andamento delle Furie Rosse, leader incontrastati della scena mondiale da ormai 5 anni, in cui hanno vinto 2 Campionati Europei e un Campionato del Mondo. Da agosto 2006 (inizio del ciclo d’oro, subito dopo l’eliminazione ai quarti di finale dei Mondiale 2006 per mano della Francia di Zidane), la “generazione di fenomeni” ha collezionato 84 vittorie in 101 incontri, un ruolino di marcia già notevole nel biennio a guida Aragones (20 vittorie, 3 pareggi e 3 sconfitte, 77% di successi) ma ulteriormente migliorato nel successivo quinquennio con Del Bosque ct (64 successi, 5 pari e 6 sconfitte, 85% di vittorie). Uno score piuttosto tranquillizzante, in grado di scacciare sia le tensioni della vigilia (causate da presunti gossip a luci rosse) sia il ricordo dell’ultima semifinale di Confederations Cup (sconfitta 2-0 per mano degli USA nel 2009).

[ad]Gli azzurri, dopo il pirotecnico quanto indolore (ai fini della qualificazione) 2-4 contro il Brasile, si presentano in semifinale senza due pedine importanti, il terzino Abate ma soprattutto Mario Balotelli, fermato da un problema muscolare. Entrambi i giocatori hanno già fatto ritorno in Italia. Nel periodo alla guida della selezione azzurra (34 partite, 21 vittorie), Prandelli ha affrontato per ben 3 volte la Spagna. Il bilancio è in perfetto equilibrio: una vittoria per l’Italia (2-1 in amichevole a Bari nel 2011), un pareggio (1-1 nella gara d’esordio di Euro 2012), un successo iberico (4-0 nella finale dello stesso Europeo). Molto equilibrato anche il bilancio complessivo tra le due selezioni: 10 successi azzurri, 9 spagnoli, 12 pareggi.

Per quanto riguarda le probabili formazioni, il modulo azzurro è ancora un rebus. Tuttavia, sembra in vantaggio l’ipotesi di ritorno alla difesa a 3, opzione inaugurata da Prandelli proprio contro la Spagna, nella gara d’esordio di Euro 2012. Oltre al blocco difensivo juventino (Buffon, Barzagli, Bonucci, Chiellini) sugli esterni dovrebbero agire Giaccherini e Maggio, favoriti su De Sciglio. In mediana è ormai certo il recupero di Pirlo, affiancato da De Rossi. Marchisio e Candreva agiranno da raccordo tra la mediana e l’unica punta Gilardino. Per la Spagna solito 4-3-3, con un vero centravanti (Torres in pole) preferito al “falso nueve”.

Due dei probabili protagonisti della gara di stasera: Cesc Fabregas e Daniele De Rossi

Due dei probabili protagonisti della gara di stasera: Cesc Fabregas e Daniele De Rossi

Probabili formazioni e quote di Spagna-Italia:

Spagna (4-3-3): Casillas; Arbeloa, Ramos, Piqué, Jordi Alba; Iniesta, Busquets, Xavi; Pedro, Torres, Fabregas. All. Del Bosque.

Italia (3-4-2-1): Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Maggio, De Rossi, Pirlo, Giaccherini; Candreva, Marchisio; Gilardino. All. Prandelli.

Arbitro: Webb (GB).

Quote SNAI: 1.40 (1), 4.75 (X), 6.50 (2).

Orario di inizio: 16 ora locale (21 in Italia).

Sondaggio elettorale Rosatellum

Sondaggio elettorale Rosatellum

sondaggio elettorale rosatellum

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Partiti politici italiani

partiti politici italiani: l'archivio - statuti, programmi, bilanci

Sondaggi Politici

Sondaggi politici - tutti i dati sulla fiducia di leader ed istituzioni

articolo scritto da:

Lascia un commento