•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: martedì, 20 agosto, 2013

articolo scritto da:

Piero Grasso critica approccio utilizzato per Tav e Muos

Senato, Forza Italia chiede le dimissioni di Grasso

Grasso su Tav e Muos: per arrivare a soluzioni diverse ci voleva un approccio diverso.

Anche durante la chiusura del Parlamento per ferie, non si placano le polemiche e le discussioni in giro per l’Italia (pare addirittura che vengano lanciate agenzie da luoghi e località balneari).

Questa mattina all’apertura della 46esima sessione dei Seminari Internazionali sulle Emergenze Planetarie a Erice (Trapani) è intervenuto il Presidente del Senato Piero Grasso nella conferenza intitolata “La grande alleanza fra politica e scienza”.

L’ex Procuratore Nazionale Antimafia e nuovo candidato da L’Espresso per subentrare a Napolitano al Colle, ha parlato di come “scienza e politica devono abituarsi a coinvolgere i cittadini nei processi di decisione e di attuazione di qualsiasi applicazione tecnologica”.

Per Grasso la scienza è “il motore di pace più efficace che esista al mondo e la politica, come la scienza, è una dimensione al servizio dei bisogni sociali, che trova il proprio obiettivo ultimo nella difesa della qualità della vita”.

Il Presidente del Senato è tornato, così, a parlare di “Tav, della Tap e del Muos” che da anni alimentano il dibattito politico-economico-ambientale nel nostro Paese.

“Questi esempi sono emblematici. Forse era possibile arrivare a soluzioni diverse con un approccio diverso. Per risolvere le emergenze che minacciano il pianeta, la politica deve imparare a raccogliere le migliori risorse in campo e utilizzarle con il rigore del metodo scientifico, svincolata da precognizioni e conflitti d’interessi ” ha affermato lo stesso Grasso, che infine, ha terminato il suo intervento con una serie di domande retoriche ricche di enfasi: “Quante volte e in quanti modi per interessi di parte, noi politici contribuiamo a confondere invece che a chiarire? A prendere la parte più comoda invece che quella più giusta? A dar voce alle paure, elettoralmente più convenienti, che alle speranze? Ancora più banalmente: quante volte ciascuno di voi ha trovato dall’altra parte della scrivania politici incapaci di guardare oltre il limite della prossima campagna elettorale?

Sondaggio elettorale Rosatellum

Sondaggio elettorale Rosatellum

sondaggio elettorale rosatellum

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Partiti politici italiani

partiti politici italiani: l'archivio - statuti, programmi, bilanci

Sondaggi Politici

Sondaggi politici - tutti i dati sulla fiducia di leader ed istituzioni

articolo scritto da:

Lascia un commento