•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: mercoledì, 11 settembre, 2013

articolo scritto da:

Riscatto ItalBasket agli Europei in Slovenia

Alzi la mano chi avrebbe scommesso anche solo un euro sull’exploit dell’Italia agli Europei di basket in Slovenia. Partiti tra polemiche e pessimismo, i ragazzi di Pianigiani sono invece riusciti a collezionare ben cinque vittorie consecutive, dominando il gruppo D e conquistando l’accesso alla seconda fase.

Nel girone Belinelli e compagni si sono sbarazzati agevolmente di ben cinque squadre: Russia, Turchia, Grecia, Finlandia e Svezia. Qual è la ricetta di una rinascita tanto inattesa? La risposta è affidata alle poche e semplici parole di Pietro Aradori: “Ci divertiamo, siamo sereni e facciamo gruppo”.  Una chiarezza disarmante.

Dal 2004 ad oggi infatti ciò che era mancato all’ItalBasket era essenzialmente la tranquillità. Dopo i fasti della generazioni di Myers, Pozzecco e Basile chiunque indossasse la maglia della Nazionale era chiamato a sopportare una pressione inaudita.

Come se non bastasse il “sogno americano” dei ragazzi prodigio Bargnani, Belinelli e Gallinari non ha fatto altro che alimentare ulteriormente le aspettative di vittoria dei tifosi azzurri. Troppe pressioni però rischiano di penalizzare persino la squadra più forte e il crollo di risultati ottenuti negli ultimi dieci anni ne è la prova più tangibile.

A riportare entusiasmo nel gruppo azzurro ci ha pensato Simone Pianigiani, coach salito alla ribalta grazie alle vittorie ottenute in Italia con la Montepaschi Siena. Pianigiani è un lavoratore maniacale, attento ad ogni dettaglio e continuamente proiettato al miglioramento della squadra. Nello sport però non conta solo la tattica e il coach lo ha capito al volo: l’obiettivo primario, alla vigilia degli Europei, era quello di formare un gruppo che potesse finalmente gettare le basi per una squadra solida e duratura.

A giudicare dalle parole di Aradori, la missione può ritenersi compiuta con successo: “Questa nazionale ha trovato subito la chimica giusta, tecnica ma soprattutto umana. Cioè stiamo bene insieme, e magari anche vinciamo, insieme. Come abbiamo fatto finora, divertendo e divertendoci”.

Già, vincere. La corsa alla vittoria finale si fa ora sempre più difficile: l’Italia infatti dovrà affrontare due avversari insidiosi come Slovenia e Croazia. Contro i padroni di casa peserà anche il fattore campo: a Lubiana, infatti, sono attesi 13000 tifosi sloveni pronti a spingere i propri beniamini alla vittoria.

Gli azzurri però sanno bene come vincere e non vogliono smettere di divertirsi e far divertire. I fasti del glorioso passato targato Meneghin, Riva e Marzoratti sono ormai lontani, ma questo gruppo di ragazzi può farci tornare a sognare.

Condividi su

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Quanto conosci Donald Trump? Clicca sul suo volto e fai il quiz!

Quiz Donald Trump

Termometro delle voluttà

Mai dire Mao

Mai dire Mao

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Tutte le elezioni del 2017

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2017

Nipoti di Maritain

Nipoti di Maritain

articolo scritto da:

Lascia un commento