•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: lunedì, 2 dicembre, 2013

articolo scritto da:

Manifestava contro il burqa, Santanche’ condannata e risarcita

daniela santanche' condannata

Manifestava contro il burqa, Santanche’ condannata e risarcita

Condannata e risarcita. E’ il doppio ruolo che si trova a interpretare la parlamentare Daniela Garnero già coniugata Santanchè alla fine del primo grado di un processo che la vede imputata e parte civile: all’origine di tutto, la manifestazione inscenata senza prevviso dalla stessa Santanchè il 20 settembre 2009 a Milano, davanti al teatro Ciak, per protestare contro l’uso del burqa da parte delle donne musulmane.

Per non avere dato alcun preavviso per la sua presenza e manifestazione nel luogo – alla Fabbrica del Vapore di Milano – in cui la comunità musulmana stava festeggiando regolarmente la fine del Ramadan, la parlamentare è stata condannata a 4 giorni di arresto (commutata in un’ammenda di 1100 euro) e a 100 euro di ammenda, con il riconoscimento delle attenuanti generiche, ma il Pm aveva chiesto una condanna a un mese di arresto e 100 euro di multa. La Santanchè chiedeva con veemenza il rispetto della legge n. 152/1975, che vieta di nascondere il volto.

daniela santanche' condannata

In quella stessa occasione, però, la donna era stata aggredita da un uomo che le si era scagliato contro, insultandola e minacciandola (sebbene alcuni l’avessero accusata di avere provocato la reazione, “strappando il velo alle donne e gettandosi a terra”). Lei aveva raccontato di essere stata colpita da un uomo con un braccio ingessato (“Mi hanno detto che sono una puttana, che domani sarò morta, che faccio schifo; un altro voleva usare contro di me un cartello stradale divelto”). Controllata in pronto soccorso, il referto del Fatebenefratelli parlò di contusioni toraciche estese, guaribili in 20 giorni.

Proprio per questo, il giudice ha condannato a 2500 euro (500 in più di quanto richiesto dall’accusa) per il reato di lesioni l’aggressore Ahmed El Badry, che dovrà anche versare alla parlamentare 10mila euro a titolo di risarcimento per i danni da aggressione.

Inutile dire che la prima parte della sentenza non soddisfi affatto la Santanchè: “E’ proprio vero che la legge è uguale per tutti – ha detto all’uscita dell’aula – ho avuto lo stesso trattamento dei centri sociali, No Tav… vergognoso”. E a chi le chiede se impugnerà la decisione dei giudici, risponde con fermezza: “Questo è sicuro”.

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Partiti politici italiani

partiti politici italiani: l'archivio - statuti, programmi, bilanci

Sondaggi Politici

Sondaggi politici - tutti i dati sulla fiducia di leader ed istituzioni

articolo scritto da:

10 Commenti

  1. Gaet Grag ha scritto:

    Poverina

  2. Antonella Mazzini ha scritto:

    Merdaccia di ………

  3. Lorenzo Caporale ha scritto:

    Tenere in questa considerazione la plastica mi sembra esagerato

  4. Mauro Tornaghi ha scritto:

    Per favore evitita di paragonarti ai no-tav ed ai centri sociali, per loro è un’offesa mortale.E giustamente.

  5. Lucia Bardini ha scritto:

    sai qual è il problema? se facessero a me una multa di 300 euro e tre giorni di carcere oppure una multa di 1.100 senza carcere, io, io farei la prima ipotesi!

  6. Raffaele Pachetti ha scritto:

    E’ solo una grande troia

  7. Francesco Vizzi ha scritto:

    Perché la legge è uguale per tutti.

  8. Francesco Coraggio ha scritto:

    Nella liro cobcezione non riesce a farsi strada che i reati sono reati., ibdipebdentemente da chi li commette. Ogni reato ha la sua pena. Cosa contesta? Il reato? No. E allora?

  9. Sandro Di Spigna ha scritto:

    non ci sono più i giudici comunisti … altrimenti la spedivano in siberia per anni …

  10. Antonio Lenzo ha scritto:

    Vorrei essere condannato così pure io: andare 4 giorni in galera,poi certamente domiciliare,con tutti i conforts,pagare una scemenza e mettermi in tasca quando esco DIECIMILA EURO DI RISARCIMENTO. Ed affini,perché,of course,di sicuro ci saranno Special ed interviste ben pagate in attesa! Sì,vorrei essere condannato così pure io!!!

Lascia un commento