•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: venerdì, 3 gennaio, 2014

articolo scritto da:

Il nuovo finanziamento ai partiti è una truffa?

finanziamento ai partiti

Il nuovo finanziamento ai partiti è una truffa?

Roberto Perotti, economista e ordinario di Economia Politica alla Bocconi, lo ha scritto in un articolo apparso su lavoce.info (rivista online di economia e attualità): in sostanza, la notizia sull’abolizione del finanziamento pubblico ai partiti è falsa. Perché se il 13 dicembre il premier Enrico Letta ha annunciato con un tweet “Ad Aprile avevo promesso l’abolizione del finanziamento pubblico ai partiti entro l’anno, ora in Consiglio dei Ministri manteniamo la promessa”, già il giorno dopo Perotti ha risposto: “Il finanziamento pubblico ai partiti non è stato abolito dal governo Letta, diminuirà, ma di poche decine di milioni di euro e dal 2017”.

La legge approvata dalla Camera il 18 ottobre, riproposta nel decreto legge del 13 dicembre, continuerà a far pesare sul contribuente il sistema dei partiti per un valore che va dai 30 ai 60 milioni di euro, poco meno rispetto ai 91 milioni – 63,7 di rimborsi per spese elettorali e 27,3 di cofinanziamento per quote associative ed erogazioni liberali ricevute – previsti dall’attuale normativa: oggi, inoltre, il 26% delle erogazioni liberali ricevute dai partiti sono detraibili dall’imposta dovuta.

letta

Fin qui le nuove regole – che prevedono la riduzione progressiva del 25% dei rimborsi elettorali ogni anno per eliminarli definitivamente nel 2017 (-25% il primo anno, -50% il secondo e -70% il terzo anno), la detrazione portata dal 26% al 37% per le erogazioni liberali fino a 20mila euro e la possibilità per ogni contribuente di destinare il proprio 2 per mille Irpef a un partito – sono interpretate nel senso che, a partire dal 2017, i partiti non prenderanno più un euro dallo Stato, ma la realtà per Perotti è molto diversa.

“La prima cosa da notare è che i soldi ricevuti dai partiti attraverso il 2 per mille non sono un regalo deciso da privati: sono a carico di tutti i contribuenti – sottolinea Perotti – Il motivo è che il 2 per mille è di fatto una detrazione al 100 percento dall’imposta dovuta. Se lo stato raccoglieva 10.000 euro in tasse per pagare sanità e pensioni, e ora un contribuente destina 1 euro a un partito attraverso il 2 per mille, tutti i contribuenti nel loro complesso dovranno pagare 1 euro di tasse in più per continuare a pagare pensioni e sanità”.

Inoltre, intervistato dal Corriere della Sera, Perotti ha rilevato un altro particolare “odioso”: “la detrazione al 100 per cento sarà possibile per circa 45 dei sessanta milioni (che potranno essere versati ai partiti). I restanti 16 milioni saranno detraibili al 37 per cento. Ebbene, se invece un cittadino vuole destinare soldi ad esempio alla ricerca sul cancro, la detrazione è e rimane solo del 19 per cento”. Quindi i partiti sottrarranno allo Stato molto di più delle organizzazioni benefiche.

finanziamento ai partiti

In pratica il finanziamento rimane, cambia soltanto il sistema che lo regola. Per usare le parole di Giovanni Valentini apparse sulla Repubblica: “un meccanismo in base a cui i contribuenti possono alimentare fondi da destinare ai partiti attraverso il 2 per mille dell’imposta sul reddito, non può che essere considerato “pubblico” a tutti gli effetti. Tant’è che si prevede anche la possibilità di finanziamenti privati, con una detrazione che sale dal 26 al 37%, scaricando così ulteriori oneri sullo Stato”. Detto in altri termini per via delle detrazioni si passerà da un finanziamento diretto a uno indiretto, che è pur sempre un finanziamento.

Aggiunge Valentini “nel concreto, il contribuente avrà tre alternative: destinare il 2 per mille a un partito politico; affidarlo allo Stato o non assegnarlo. Nel caso in cui la scelta non sia stata espressa, il 2 per mille confluirà appunto in un fondo che verrà suddiviso fra i partiti in base ai voti rispettivamente ottenuti. Ma, com’è noto, in questi casi la maggior parte dei contribuenti non indica una destinazione e così “i pochi che scelgono, di fatto scelgono anche per tutti gli altri”.

finanziamento ai partiti

Se non bastasse: “è falsa pure l’affermazione secondo la quale l’attuale sistema di finanziamento pubblico scomparirà gradualmente nei prossimi tre anni, per cessare nel 2017. In effetti, mentre partirà dal 2014 una riduzione progressiva dei contributi ai partiti (-25% il primo anno, -50% il secondo e -70% il terzo), verrà istituito parallelamente il fondo previsto dal decreto legge a copertura del 2 per mille: la spesa autorizzata è di 7,75 milioni di euro per il 2014, di 9,6 per il 2015 e di 27,7 per il 2016. Poi, dal 2017, si arriverà a un massimo di 45,1 milioni all’anno”.

Oltre il “danno” anche la “beffa”, si nasconde tra le pieghe della legge, secondo Alessandro Gilioli che su Micromega nota come attraverso provvedimenti di questo genere vengano messe in difficoltà le “pari opportunità democratiche”, infatti, “i partiti non posseduti da tycoon si mettono in una condizione di debito e di subalternità nei confronti di operatori dell’economia i quali un domani potrebbero anche chiedere qualcosa in cambio”.

Inoltre sempre secondo Gilioli, grazie al sistema del 2 per mille, “una forza politica i cui supporter appartengono prevalentemente al ceto medio-alto riceverà dal due per mille una cifra assoluta più alta di un’altra i cui sostenitori hanno redditi bassi: anche se questi ultimi sono magari più numerosi”, oltre al fatto che “se un cittadino, con il suo due per mille, vuole finanziare una forza politica nuova, non ancora rappresentata, semplicemente non può farlo. E se vuole offrire a questo nuovo partito o movimento una donazione privata, non ha diritto a detrazioni fiscali se questo alle ultime politiche non si è presentato (magari perché non esisteva ancora!)”.


L’inglese impeccabile di Virginia Raggi – CLICCA IL VIDEO

L'inglese impeccabile di Virginia Raggi

Sondaggio Referendum Costituzionale

sondaggio referendum costituzionale

La domanda del giorno

Dimissioni Renzi: Che cosa succederà ora?

Risultati

Loading ... Loading ...

Tutte le elezioni del 2016

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2016

Riforma Costituzionale: clicca sulla Costituzione e fai il quiz!

Quiz Riforma Costituzionale

Termometro delle Voluttà

DaSì o No?

DaSì o No?

articolo scritto da:

36 comments
AngelaFelicio
AngelaFelicio

Prova di truffa d'offerta di prestito in particolare


Buongiorno

Sono essendo ANNA GUIDIUCE alla ricerca di prestito da molti

mese. sono stato molte volte fregato su siti di prestito 


entro

privato ha la fine io non ricevono nulla sul mio conto.

Ma fortunatamente sono caduto su una signora realmente 


semplice e

piacevole che lo ha aiutare a trovare il mio prestito di 


70.000€ che ho ricevuto su

il mio conto.

Ed ho molti colleghi che hanno anche ricevuto prestiti al 


suo livello

senza problemi anziché farvi avere da individui male

intenzionati, che prendono per lavorano scroccato agli 


innocenti

e mi pubblico messaggio perché il mio fa bene con sé pronto 


e

voi scoraggiati non .pour coloro che sono nella necessità di 


prestito

Contattate per mail per avere il vostro prestito senza 


alcuno problema:


feliciarintonio@gmail.com


AdelinaDouso
AdelinaDouso





Incredibile, mani verità prova di ROSARIO


Alla vostra attenzione piacevole signore/signora?

Chiamo Depoulo Josephina; Essendo alla ricerca di credito di prestito

da oltre 5 mesi. Sono stato fregato 3 volte su siti d'offerta di

prestito di denaro tra privato volendo fa un prestito tra

privato in molta persona. Ma ogni volta mi sculacciavo

fregare con folle di spese ed allo sprint non ricevo nulla

sul mio conto. Ma fortunatamente sono caduto su signore realmente

serietà, semplice e piacevole che la ha aiutare a trovare il mio prestito di 45.000€

che ho ricevuto sul mio conto senza troppi protocolli. Dunque

voi che siete nella necessità poiché io potete scriverglielo e

spiegare la vostra situazione potrebbe aiutarvi la sua mail:  geraldosfilispos@outloook.fr Evitare di

farvi fregare dai suoi truffatori netto “è meglio

prevenire che guarire


Davide Bolli
Davide Bolli

Non ce dubbio che e' una truffa ..... che altro sanno fare questi... se non ce da mangiarci sopra col cavolo che stanno li

Chireca Carlo
Chireca Carlo

I sottoscritti presentano denuncia\querela, al fine di potersi costituire parte civile , per truffa continuata con destrezza ai danni del popolo italiano e della Costituzione, organizzata dai partiti . Si offrono quali elementi di prova tutto quanto e’ stato accertato dal Procuratore della Corte dei Conti De Dominicis, che ha sollevato questione di costituzionalita’ delle leggi che dal 1994 hanno eluso e manipolato i risultati del referendum radicale del 1993. Quella che sino ad oggi era un’accusa politica diventa finalmente -seppure con venti anni di ritardo- una sacrosanta accusa giuridica nei confronti della partitocrazia italiana. I l prodotto di un sistema criminogeno che ha falsato per decenni il gioco democratico sottraendo risorse pubbliche ed arricchendosi illecitamente con l’aggravante di aver ridotto i contribuenti in poverta. Il finanziamento ai partiti e’ servito ad alterare la competizione politica garantendo rendite di posizione ad alcuni partiti e danneggiando chi non ne godeva. Partiti che hanno comprato immobili al fine di arricchirsi illecitamente e monetizzandoli in secondo tempo o comunque con artifizzi hanno escogitato meccanismi in danno dei contribuenti in modo da far perdere le tracce della provenienza pubblica del denaro pubblico. Tanto premesso si presenta querela al fine di accertare i fatti penalmente rilevanti dichiarando fin da ora di volersi costituire parte civile

Gigi Grieco
Gigi Grieco

Non ci voleva molto ad abolire il finanziamento pubblico, di fatto non lo vogliono, Letta vai a prendere in giro qualcun'altro

fpalermomm
fpalermomm

@TermometroPol Il nuovo finanziamento è il nuovo finanziamento. Dire che lo si abolisce è una menzogna. Le truffe sono un'altra cosa.

Anna Friscia
Anna Friscia

Raffaela, te lo dico senza astio, puoi rispondere alle mie domande. Facciamo finta che il m5s non esiste, anzi per farvi tutti contenti dico che sono sicura che prenderà lo zero virgola dei consensi, ok? Ora vi sembra ancora che non sia una grandissima truffa la legge che ha fatto il Governo Letta?

Enrico Macchi
Enrico Macchi

I gruppi 5 stelle sul territorio si autofinanziano e non prendono finanziamenti da nessuno se non dai loro partecipanti, prima di scrivere cazzate informati.

Enrico Macchi
Enrico Macchi

I gruppi 5 stelle sul territorio si autofinanziano e non prendono una lira da nessuno, prima di sparare cazzate informati grazie.

Lorenza Carapezzi
Lorenza Carapezzi

Letta e tutti gli altri devono smetterla di prenderci x i fondelli xche non siamo tutti Deficenti noi Italiani e le cose le capiamo E ora di farla finita

GVaregliano
GVaregliano

@TermometroPol Penso che i partiti devono mantenersi con il contributo dei propri iscritti. Tutto deve essere rigorosamente pubblico.

Maurizio Recla
Maurizio Recla

io voterò solo per il MIP, Movimento Italia pulita

Gianna Zorzi
Gianna Zorzi

ma che significa presto per un politico?

Franco Cannavacciuolo
Franco Cannavacciuolo

Ed il finanziamento dei gruppi parlamentari,di cui non parla neppure il M5S ?

Fabrizio Stier
Fabrizio Stier

Questo articolo è il classico esempio di disinformazione grillina. Solo fango e menzogne senza informazione. Si usa una ridondanza di informazione per fare fumo e nascondere una realtà completamente diversa. L'autore si guarda bene da riportare il link all'articolo di Roberto Perotti e la data (il 14/12/20013): http://www.lavoce.info/il-finanziamento-pubblico-ai-partiti-non-e-stato-abolito/ Perotti critica la legge, ma non nei modi e nei contenuti descritti dall'articolo. Con una premessa: L'articolo è stato modificato alle ore 21:30 di sabato 14 dicembre 2013, un’ora dopo la prima pubblicazione. La modifica riflette un’ incertezza nell’ interpretazione della legge. Questa nuova versione assume che il decreto legge abolisca il cofinanziamento del 50 percento delle elargizioni ai partiti. La versione precedente assumeva che il cofinanziamento sia ancora presente, e portava a una stima dei costi pià alta. Una precisazione che modifica i totali. Comunque sia il finanziamento nel 2017 passa dallo Stato ai privati. Resta la necessita di armonizzare le detrazioni sulle elargizioni liberali.

Raffaela Cennamo
Raffaela Cennamo

La senatrice Taverna si è accorta stando nel Palazzo che non si deve abolire il Senato..Va bene...Vediamo cosa riuscirebbero a fare senza i soldi di Grillo...Bla,bla,bla....

Raffaela Cennamo
Raffaela Cennamo

I 5 stelle rinunciassero ad essere finanziati da Grillo e poi ne parliamo..Cosa dici Anna friscia???

Anna Friscia
Anna Friscia

faccio notare che mai come in questi anni di finanziamento pubblico si sono moltiplicati corruzioni e scandali quindi la teoria che senza si darebbe la politica solo ai ricchi (dopo aver avuto 20 del l'uomo più ricco d'italia al potere ) crolla. detto cio qualcuno mi può spiegare perchè se devolvo a onlus mi detraggono il 19 e se devolvo al partito fino al 57%? e qualcuno mi può spiegare perchè una persona giuridica (per quanto ne so non prova sentimenti di passione politica) può donare 300000 euro a un partito? perchè non è stato messo il tetto dei 5000 euro proposto da m5s? datevi delle risposte

Umberto Banchieri
Umberto Banchieri

Vabbè. Allora secondo questo ragionamento pure l'X1000 per le associazioni caritatevoli son da abolire. Ricordo inoltre che uno il 2X1000 può anche decidere di non devolverlo a nessuno e rimane quindi allo Stato. Meno piagnistei. Chi è contro riforme come queste o vuole ancora il sistema attuale o vuole sistemi di zero trasparenza dove sono solo i ricchi o le grandi aziende che finanziano i partiti in base alle loro esigenze (come avviene in America) e se questo avviene anche in Italia è solo a causa di un sistema di finanziamento volutamente poco trasparente e sclerotico. Il 2X1000 è un sistema di finanziamento molto più trasparente fino a prova contraria e questo permetterebbe inoltre (se ce ne fosse la volontà, compresa quella delle attuali opposizioni, e parlo del M5S, non dimentichiamocelo, che manca completamente a parte dichiarazioni di principio poi non seguite da fatti neanche al loro interno) di valutare con molta più serietà e attenzione le singole offerte dei privati in maniera che quelle che 'puzzano' vengono subito allo scoperto.

Manoah Cammarano
Manoah Cammarano

Grossa quanto una casa...solo gli "amici" del PD credono davvero che sia un abolizione...

Rossella Beccari
Rossella Beccari

E' per questo che voteremo il m5s...quando lo ha denunciato Grillo lo avete giudicato pazzo, visionario, estremista e rivoluzionario...notizia vecchia...!

Luigi Di Maio
Luigi Di Maio

Se lo diceva Grillo non andava bene... ora però ci sono gli esperti!!!

Michelangelo Turrini
Michelangelo Turrini

la solita truffa, non mi stupisce. Questi vanno cacciati con la forza, non c'è altra soluzione.