•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: lunedì, 13 gennaio, 2014

articolo scritto da:

Reato di clandestinità, gli iscritti al M5S votano l’abrogazione

grillo

Su beppegrillo.it si scatena il ‘referendum’ lampo. L’ex comico genovese, infatti, ha posto una questione di stretta attualità ai membri del Movimento attraverso un post che cita: “Consultazione: reato di clandestinità. Votazione attiva il 13-01-2014 dalle ore 10:00 alle ore 17:00”. Abolirlo o no?

Spiazza tutti, come al solito, Grillo. Visto che nella giornata di domani Palazzo Madama dovrà votare la legge sulle “depenalizzazioni”, includente il reato di clandestinità, il leader genovese ha preso la palla al balzo ed ha chiesto agli iscritti all’organizzazione (“certificati al 30/06/2013”) per cosa avrebbero dovuto votare i senatori a 5 Stelle. Il neo capogruppo del M5S al Senato esulta dal suo profilo fb: “Per la prima volta in questo paese – dice il parlamentare vicinissimo a Grillo e Casaleggio – dei cittadini nelle istituzioni chiedono ad altri cittadini di diventare legislatori, di partecipare attivamente ad un processo democratico. Questo é il nostro concetto di democrazia diretta. Ora tocca a voi. Buon voto”.

Ma il reato di clandestinità è un’arma a doppio taglio. Bisogna avere attenzione. E i dissidi interni crescono. Il senatore a 5 Stelle Francesco Campanella sostiene che il blog si è rivelato “un’arma” ed attacca la ‘consultazione’: la “vicenda del reato di clandestinità è stata gestita dal blog in modo discutibile”, critica il senatore palermitano. “Non è così che va gestita la democrazia diretta. La vita delle persone non è un videogioco né una battuta da condividere sui social media. Il blog gestito così diventa un’arma nelle mani di qualcuno che si è convinto di poter gestire più di 150 parlamentari con strategie di organizzazione di rete aziendale. Togliamo quella pistola a Casaleggio! Il M5S è un fenomeno troppo serio per essere gestito in questo modo!”. Che sia una mossa tanto azzardata quanto goffa lo indica l’orario di apertura dei ‘seggi’ online: se il post afferma essere possibile votare dalle ore 10:00, l’email che informa del ‘referendum’ è stata inviata alle 10:10 ed addirittura alle 10:30 è comparso il post in questione sul sito del fondatore del Movimento, sostiene Campanella.

reato di clandestinità

A quest’ultimo fa eco un altro ‘eretico’ dei grillini: Lorenzo Battista, senatore M5S. Tuona: “Penso sia giunto il momento di dire BASTA a questa gestione del blog/portale/sistema operativo (chiamatelo come vi piace). Invito caldamente l’autore di questo ennesimo condizionamento esterno a rivedere insieme al gruppo parlamentare il modus operandi o lasciare a una rappresentanza più democratica e partecipativa la gestione dello strumento informatico/informativo del M5S”.

Ed ancora da Palazzo Madama piovono le disapprovazioni, stavolta per bocca del senatore Luis Alberto Orellana che afferma: “Stamattina ho ricevuto la mail dallo staff di Grillo alle 10.49 chiedendomi di votare, come tutti gli iscritti, a favore o contro il reato di clandestinità. Sarebbe dovuto essere una buona notizia. Per la prima volta si può sentire la voce degli iscritti. Finalmente. Invece no. Niente di tutto questo. Si tratta o della ennesima presa in giro o di una palese dimostrazione di totale incapacità e di approccio dilettantesco a una questione così importante”. Chiude sul poco tempo conferito agli aderenti per votare: “si lasciano poche ore agli iscritti per esprimersi. Queste ore si riducono se si riceve la mail in ritardo. Se l’invio delle mail è stato fatto in ordine alfabetico i nostri attivisti con il cognome con la lettera zeta hanno avuto ancora meno tempo per votare. Le ore per votare, infine, coincidono con l’orario di lavoro”.

Anche il Pd spedisce messaggi di biasimo verso Grillo, definito dal dirigente nazionale Ettore Rosato come “demagogo: il suo annuncio di avviare una consultazione on line sulla cancellazione del reato di immigrazione clandestina lo conferma pienamente. La sua posizione in tema di immigrazione clandestina è reazionaria e la sua base gliela farà pagare”.

VERSO L’ABROGAZIONE DEL REATO – Gli iscritti al Movimento 5 Stelle hanno scelto: in 15.839 hanno votato per l’abrogazione del reato d’immigrazione clandestina, mentre 9.093 per il mantenimento. I votanti sono stati 24.932. Dunque sarà questa la posizione che i ‘cittadini’ pentastellati porteranno domani a Palazzo Madama, convergendo con l’orientamento manifestato dal Partito democratico.  Si va così verso l’abrogazione del reato di immigrazione clandestina, introdotto durantel’ultimo governo Berlusconi.


L’inglese impeccabile di Virginia Raggi – CLICCA IL VIDEO

L'inglese impeccabile di Virginia Raggi

Sondaggio Referendum Costituzionale

sondaggio referendum costituzionale

La domanda del giorno

Ultimo giorno di sondaggi: chi vincerà il referendum costituzionale?

Risultati

Loading ... Loading ...

Tutte le elezioni del 2016

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2016

Riforma Costituzionale: clicca sulla Costituzione e fai il quiz!

Quiz Riforma Costituzionale

Termometro delle Voluttà

DaSì o No?

DaSì o No?

articolo scritto da:

89 comments
Mimmo Ristori
Mimmo Ristori

Caro MALENCHINI, solo voi sapete per chi votate? Andiamo, troppa supponenza da un movimento appena nato e che, oltretutto, ha già grosse difficoltà di democrazia interna.

Luca Passantino
Luca Passantino

Perché il pd non ha votato Rodotà. .....????? ? È falsa la favola fi bersani che ha proposto un'alleanza .......è l'esatto contrario.......

Paolo Palagi
Paolo Palagi

ma cosa vi aspettate da quel tipo di votazione ? 80000 che hanno eletto 125 persone che pretendono di avere le verità in tasca ! facciamo un referendum per sapere cosa pensano gli italiani prima di parlare di leggi fasciste !

TeodoroRenato Guadalupi
TeodoroRenato Guadalupi

Grillo è come Berlusca ritiene che il movimento o partito sia per loro una proprietà con cui organizzare il bello e cattivo tempo,e spesso non si fanno bene i conti con l' oste.

Mauro Agus
Mauro Agus

appunto... basta solo aspettare...

Leonardo Braccio
Leonardo Braccio

Stefano, questa volta devo dare ragione a Mauro. Quello che è successo con la rielezione di Napolitano non è piacito affatto neanche a me. Il PD ha fatto una figuraccia in quel caso, non ho nessun problema ad ammetterlo. Questo al di là degli aspetti di diritto costituzionale che danno potere al Parlamento di scegliere il Presidente della Repubblica e di votere la fiducia e la sfiducia ai governi.

Valentino Mauro
Valentino Mauro

iscriviti al movimento e vota pure tu altrimenti decidiamo noi per voi....

Stefano Zappa
Stefano Zappa

p.s. il potere di napolitano è infinitamente minore di un qualsiasi capo di governo (berl- monti-letta)....ma grillo vuole far passare il contrario tutti giorni dal blog

Stefano Zappa
Stefano Zappa

pensa un po che queste sono le REGOLE DELLA COSTITUZIONE...se non si trova una maggioranza precisa espressa dai cittadini bisogna accordarsi......se grillo vuole attaccare napolitano LIBERO di farlo ma su cose giuste....

Guido Fawkes
Guido Fawkes

Vedremo se è come dici. Io sono di tutt'altro parere.

Mauro Agus
Mauro Agus

Ora come ora sta già implodendo... il treno è passato quando Bersani ha incontrato Crimi e l'altra stordita... e non si sono voluti sporcare le mani. Il resto sono solo parole sui social network... anche di gente come te che non ci mette la faccia...

Guido Fawkes
Guido Fawkes

Ora come ora si sfascerebbe. Il movimento deve ancora crescere e imparare a camminare con le sue gambe. Un giorno non avrà più necessità di Grillo per reggersi da solo.

Mauro Agus
Mauro Agus

è padrone del simbolo... tanto che decide lui a chi concederlo... non so, tu questa cosa la chiami garante?

Daniel Rueda Hernandez
Daniel Rueda Hernandez

La maggioranza dei grillini sono comunisti mascherati, quindi, nessuna sorpressa. Pensate a come mantenerli

Mauro Agus
Mauro Agus

1) fai pace con il tuo cervello... si sfascia o non si sfascia senza grillo? 2) leggi l'articolo 67 della costituzione che difendevano sul tetto del parlamento (che forse non la conoscono bene)... una cosa è rispettare il programma, una cosa è aspettare la legislatura successiva per affrontare un problema che era imprevisto prima delle elezioni (e quindi non era nel programma), altra cosa ancora è mettere ai voti su un blog (dove poi intervengono pochissime persone rispetto agli elettori) la linea politica di 100 parlamentari...

Guido Fawkes
Guido Fawkes

Sbagli tu a usare il termine padrone, Grillo è un garante. Poi è vero, senza di lui il movimento si sfascerebbe. Però non detta la linea politica, quella è scritta nei punti del programma. Gli eletti sono vincolati a rispettare quello e il codice di comportamento che hanno sottoscritto.

Mauro Caldini
Mauro Caldini

Pensa un po che tre signori di notte hanno messo a Capo di Governo del Paese Enrico Letta... allora?

Mauro Agus
Mauro Agus

guido, va bene. Fai finta di non capire. Infatti la censura di Grillo contro i 2 parlamentari che si erano schierati per l'abolizione del reato di clandestinità non esiste... l'hanno inventata quelli del PD... Se togli Grillo il movimento sparisce... perché togli il padrone, l'unico che ha l'autorità di imporre la linea... vedi in sardegna che appena hanno provato a discutere tra di loro si sono scissi... e il padrone ha tolto l'uso del simbolo....

Guido Fawkes
Guido Fawkes

Ripeto: nessuno vota Grillo o lo ha mai votato. C'è qualcosa che si chiama M5S che non è Grillo, ma è l'insieme dei cittadini che vogliono riappropriarsi della politica. Grillo un giorno non ci sarà più, il movimento continuerà ad esistere.

Mauro Agus
Mauro Agus

io parlavo dei votanti ai sondaggi sul blog... come le opinioni sui social dopo le elezioni... Chi vota grillo è in buona fede... è il movimento che li prende sempre a pesci in faccia...

Leonardo Braccio
Leonardo Braccio

Su questo non concordo. Siamo in democrazia e credo nella buona fede di chi vota Grillo. Certo se anche i grillini fossero tolleranti e avessero più senso dell'umorismo quando si fanno battute su Grillo o sul Movimento... Anche perchè Grillo continua a definirsi un comico...

Guido Fawkes
Guido Fawkes

Ovvio. Chi mai potrebbe votare una persona che non è candidata?

Stefano Zappa
Stefano Zappa

non a caso domenica ha attaccato repubblica (pro PD).......mentre sul fatto quotidiano (pro M5S) e su libero e il giornale (pro berlusconi) ssssssssh sillenzio assoluto

Leonardo Braccio
Leonardo Braccio

Che possa essere uno strumento concordo con te, come sul fatto che i numeri sono troppo bassi, però non è giusto giudicare gli elettori degli altri partiti. Io non voto M5S, ma mi informo e anche tanto, oggi con il web aiuta molto.

Stefano Zappa
Stefano Zappa

tirano sempre in ballo il PD perchè l obiettivo principe di beppe grillo è distruggere il PD......altro che tutti a casa

Alberto Malenchini
Alberto Malenchini

È chiaro che i numeri sono ancora troppo bassi, ma perchè invece non si prende atto di questo nuovo strumento mai usato fino ad oggi, che è uno strumento di democrazia! Grazie al m5s una cosa del genere è stata possibile, gli elettori degli altri partiti non sanno neanche cosa si vota oggi..

Mauro Agus
Mauro Agus

è assurdo che un movimento agista in funzione di votazioni online senza valore....

Mauro Agus
Mauro Agus

chi vota contro grillo è un fake :) :)

Sergio Jí Ào Radano
Sergio Jí Ào Radano

questo è un perfetto strumento democratico, vediamo se fanno seguire i fatti alla teoria o fanno solo rumore.

Marco Trotta
Marco Trotta

Meglio la decisione di 25 mila che la solita decisione del solo ed unico Re Giorgio!

Leonardo Braccio
Leonardo Braccio

Ma perchè ogni volta che si fanno delle considerazioni, anche generali (se PD o PDL facessero primarie online così, sta sicuro che criticherei anche loro), si deve sempre tirare in ballo il PD? Ho detto solo che 16.000 elettori via web (anzi qualcosa meno) sono un po' pochini per dire ad un movimento politico che cosa deve fare. Non volevo strumentalizzare, ma adesso il M5S, dopo la Sardegna ha un'altra grana, Grillo aveva detto che se il Movimento avesse proposto l'abrogazione del reato di clandestinità, il Movimento avrebbe preso il prefisso telefonico, ora se è coerente lo dica ancora e poi vediamo cosa dicono i parlamentari e gli elettori del M5S. Oppure farà il democristiano e cambierà idea? Auguri.

Edoardo Porcari
Edoardo Porcari

E nel pd invece?in forza italia?nel nuovo centro destra?chi decide?

Giancarlo Bocchetti
Giancarlo Bocchetti

E chi la deve dettare ??? Il salottino di 7-8 diriegenti come succede nel PD ?

Leonardo Braccio
Leonardo Braccio

16 Mila elettori via web non possono dettare l'agenda di un movimento, mi sembra assurdo. Sia chiaro che io sono contro il reato di clandestinità.

Paola Sirio
Paola Sirio

si, si peccato che la bossi fini l'abbiano fatta i fasci, informati prima di scrivere cazzate, fascio, come fasci sono i m5s-

Nicola Monteleone
Nicola Monteleone

sono quei pochi che dal PD sono passati a 5 stelle ma sempre quelli sono !

Leonardo Braccio
Leonardo Braccio

Tiziano, c'è una differenza, Rodotà andava bene a Grillo, anche se poi gli ha dato del vecchio, in questo caso invece, Grillo si è espresso contro l'abrogazione del reato di clandestinità. Non sarà facile per i grillini sbrigliare questa matassa.

Luca Argalia
Luca Argalia

Chi si stupisce é tonto oppure ci fa, lo sanno anche i muri che il 70%/80% degli iscritti/attivisti del M5S sono di sinistra questa é semplicemente l'ennesima dimostrazione

Sergio Jí Ào Radano
Sergio Jí Ào Radano

Franca Gentili La decisione che emerge da un referendum on line degli iscritti al m5s è la decisione che il m5s porterà in aula, ovvero ciò rappresenta la posizione ufficiale del m5s e non di tutti gli italiani, mi pare logico. Questo può essere un buon esempio di democrazia partecipata.

Flavio Filonzi
Flavio Filonzi

Bella roba!!! Apriamo a cani e porci e rendiamoli legali offrendo lavoro e case che gli italiani le dovrebbero avere conquistate pagandole con le tasse.

Vilma Ciardi
Vilma Ciardi

nessun essere umano è illegale,,, nella propria terra, se fa un'invasione , senza autorizzazione... diventa illegale ..........

Lidia Grimaldi
Lidia Grimaldi

abolendo questo reato non si risolvono i problemi anzi sprofonderemo sempre di più insieme a loro

Daniele Brinati
Daniele Brinati

Peccato che estensione territoriale e densità antropica di questi siano un pochino diversi rispetto all'Italia...