•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: domenica, 26 gennaio, 2014

articolo scritto da:

Nunzia De Girolamo si dimette in polemica con Letta che accetta dimissioni e assume l’interim

De Girolamo si dimette

Nunzia De Girolamo si dimette via Twitter: “Il governo non ha difeso la mia onorabilità”

Potenzialmente è un fattore in grado di destabilizzare l’intero governo. Nunzia De Girolamo, fino a poche ore fa ministro delle politiche agricole del governo Letta, affida a un tweet la decisione di lasciare il suo incarico. E il giudizio verso i suoi ormai ex colleghi di governo è tutt’altro che lusinghiero:

La  De Girolamo, dunque, lascia e nel suo sito spiega le ragioni in una nota piuttosto breve, virgolettata. Tutto ovviamente ruota intorno alla vicenda dell’Asl di Benevento, o meglio al modo in cui il governo guidato da Enrico Letta e di cui lei stessa faceva parte (prima in quota Pdl, poi Ncd) l’ha trattata.

 

“Mi dimetto da Ministro – spiega -. L’Ho deciso per la mia dignità: è la cosa più importante che ho e la voglio salvaguardare a qualunque costo. Ho deciso di lasciare un ministero e di lasciare un governo perché la mia dignità vale più di tutto questo ed è stata offesa da chi sa che non ho fatto nulla e avrebbe dovuto spiegare perché era suo dovere prima morale e poi politico”. In sostanza l’esponente del Nuovo Centrodestra sarebbe profondamente offesa dal comportamento della compagine ministeriale: “Non posso restare in un governo che non ha difeso la mia onorabilità”.

Se questo gesto porterà conseguenze sulla stabilità del governo e – ad esempio – sia prodromica a un cambio di partito della De Girolamo (come qualcuno si è affrettato a supporre) è ancora presto per dirlo. Certamente, il governo Letta si troverà ad affrontare una settimana ancora più spinosa, che inizia con una grana di più, da risolvere quanto prima; anche perché gli altri partiti della compagine, a partire da Scelta civica, potrebbero far notare che si è liberato un posto e c’è esigenza di completare il “riequilibrio” della squadra di governo.

Letta accetta dimissioni e assume interim – Il presidente del Consiglio, Enrico Letta accetta – si legge in una nota – le dimissioni del ministro per le Politiche agricole, alimentari e forestali, Nunzia De Girolamo, e assume l’interim del dicastero. Letta ha convocato per oggi pomeriggio a Palazzo Chigi i sottosegretari alle Politiche agricole, alimentari e forestali, Maurizio Martina e Giuseppe Castiglione.

 

Gabriele Maestri


L’inglese impeccabile di Virginia Raggi – CLICCA IL VIDEO

L'inglese impeccabile di Virginia Raggi

Sondaggio Referendum Costituzionale

sondaggio referendum costituzionale

La domanda del giorno

Ultimo giorno di sondaggi: chi vincerà il referendum costituzionale?

Risultati

Loading ... Loading ...

Tutte le elezioni del 2016

Una grafica interattiva che mostra tutte le elezioni del mondo nel 2016

Riforma Costituzionale: clicca sulla Costituzione e fai il quiz!

Quiz Riforma Costituzionale

Termometro delle Voluttà

DaSì o No?

DaSì o No?

articolo scritto da:

18 comments
Adriano Rock
Adriano Rock

ADESSO TOCCA A MASTRAPASQUA http://www.youtube.com/watch?v=hhXzM1sAtns#t=27 Presidente – istituto Nazionale per la Previdenza Sociale Presidente – Equitalia Sud s.p.a. Presidente – IDeA FIMIT SGR s.p.a. Vice Presidente – Equitalia s.p.a. Vice Presidente – Equitalia Nord s.p.a. Vice Presidente – Equitalia Centro s.p.a. Amministratore Delegato – Italia Previdenza s.p.a. Direttore Generale – Ospedale Israelitico Presidente del Collegio Sindacale – Aeroporti di Roma Engineering s.p.a. Presidente del Collegio Sindacale – Aquadrome s.r.l. Presidente del Collegio Sindacale – Cons. Cert. Qualita’ Impianti Presidente del Collegio Sindacale – EMSA Servizi s.p.a. (in liquidazione) Presidente del Collegio Sindacale – Eur Congressi Roma s.r.l. Presidente del Collegio Sindacale – Eur Power s.r.l. Presidente del Collegio Sindacale – Eur Tel s.r.l. Presidente del Collegio Sindacale – Fondetir Fondo Pensione Complementare Dirigenti Presidente del Collegio Sindacale – Groma s.r.l. Presidente del Collegio Sindacale – Italia Evolution s.p.a. (in liquidazione) Presidente del Collegio Sindacale – Mediterranean Nautilus Italy s.p.a. Presidente del Collegio Sindacale – Quadrifoglio Immobiliare s.r.l. Presidente del Collegio Sindacale – Rete Autostrade Mediterranee s.p.a. Presidente del Collegio Sindacale – Telecontact Center s.p.a. Presidente del Collegio Sindacale – Telenergia s.r.l. Sindaco Effettivo – Autostrade per l’Italia s.p.a. Sindaco Effettivo – Autostar Holdeing s.p.a. Sindaco Effettivo – CONI Servizi s.p.a. Sindaco Effettivo – Fandango s.r.l. Sindaco Effettivo – Loquenda s.p.a. Sindaco Effettivo – Pa.th.net s.p.a. Sindaco Effettivo – Terotec Sindaco Effettivo – Spiral Tools s.p.a. Sindaco Effettivo – Pastificio Bettini Zannetto s.p.a. Sindaco Effettivo – Consorzio Elis per la Formazione Professionale Superiore Sindaco Supplente – Telecom Italia Media s.p.a. Revisore – Almaviva s.p.a. Consigliere di Gestione – Centro Sanità s.p.a. Liquidatore – Office Automation Products s.r.l.

Luigi Babbetto
Luigi Babbetto

Ma vaffanculo te e tutto il governo e quello scemo de tu marito

Franco Cannavacciuolo
Franco Cannavacciuolo

Il Governo non difende l'onorabilita' di nessuno,magari ''dovrebbe'' difendere quella dell'Italia,ma ha grosse difficolta' gia' con questo (vedi i maro' in India). L'onorabilita' appartiene alla sfera personale e quindi,se ritiene dia le dimissioni senza appellarsi a nient'altro.

Beppe Marabotto
Beppe Marabotto

UNA COGLIONA IN MENO!!!! De Girolamo si dimette “Letta non mi ha difeso, salvo la mia dignità” QUALE DIGNITA????

Lorenza Largaiolli
Lorenza Largaiolli

Il paese è alla deriva delle sue dimissioni non frega nulla a nessuno!

Lamberto Giusti
Lamberto Giusti

Non avendone cosa vuoi che difendesse? Torna a pascolare pecore a Benevento cara, grazie di tutto,faremo a meno di te...

Massimo Siliato
Massimo Siliato

Il problema non e' la Di Girolamo ne' la Cancellieri ma quel sicario dei Banchieri di Saccomanni .

Stefano Sonlieti
Stefano Sonlieti

Si è dimessa perché non ha i numeri per superare la sfiducia di M5S. Fuori uno grazie a Beppe Grillo