Mappe interessanti: i paesi con i confini più strani

Mappe interessanti: i paesi con i confini più strani I confini tra gli stati spesso corrispondono a delle caratteristiche del suolo, altre volte sono il frutto di vicende politiche più o meno antiche. Il canale RealLifeLore ne ha selezionato alcuni tra i più “strani”. Tra questi anche il confine tra Italia e Slovenia che ha assunto la sua forma attuale nel 1954, quando il Territorio Libero di Trieste venne diviso a metà tra Italia, appunto, e Jugoslavia. Mappe interessanti: i paesi con i confini più strani Altro esempio lampante di confine “strano” quello tra India, Nepal, Bhutan e Bangladesh. Ovviamente un retaggio della dominazione inglese. Guardando una mappa “nel complesso” non sempre si riesce a notare il confine tra Afghanistan e Cina. La porzione di territorio denominata “Corridoio di Wakhan” ha avuto a lungo il ruolo di “cuscinetto” tra l’Impero Russo e l’Impero Britannico. D’altra parte, è in Africa che il colonialismo ha giocato un ruolo fondamentale nella determinazione di confini “strani”. Basta dare un’occhiata a quelli della Repubblica Democratica del Congo o della Namibia, per esempio. Ancora oggi riflettono la demarcazione tra i territori un tempo sotto dominazione tedesca, britannica e belga.