Sondaggi elettorali: cresce il M5S cala il Pd

Sondaggi elettorali: cresce il M5S cala il Pd Nella settimana in cui la Francia conoscerà il nuovo presidente, le forze definite populiste, M5S e Lega Nord, incrementano il proprio bottino di voti. Una crescita forse conseguente alla cassa di risonanza mediatica avuta dalla leader del Front National, Marie Le Pen, dopo l’accesso al ballottaggio. Con posizioni anti europeiste e sovraniste, la figlia di Jean Marie Le Pen ha visto il suo gradimento salire nell’ultimo periodo. E così in Italia, la Lega di Matteo Salvini, impegnato in un tour anti immigrazione, arriva a toccare quasi quota 15%, secondo l’ultimo sondaggio Lorien Consulting. Anche il Movimento 5 Stelle, in guerra contro le Ong sospette, sale, seppur meno della Lega. Con un +0,3 ora si attesta al 29,5%. Il tutto a discapito del Partito Democratico. I dem, infatti, rispetto alla rilevazione del 3 aprile, perdono più di mezzo punto percentuale, raccogliendo il 26,8%. La distanza dai pentastellati ora è di quasi tre punti percentuali. Non sta meglio Sinistra Italiana. Complice l’arrivo di Movimento Democratici e Progressisti (al 3,1% in crescita di mezzo punto percentuale), il partito guidato da Fratoianni perde un punto percentuale e adesso si trova ampiamente sotto la soglia di sbarramento... View Article