Popolazione in calo in Europa, le mappe

Popolazione in calo in Europa, le mappe Ne abbiamo già parlato, riferendoci al calo delle nascite, ma ora vediamo il suo principale effetto sulla popolazione. Del resto la notizia è che nel 2015 per la prima volta come Italia abbiamo perso popolazione. Neanche le nascite dagli immigrati hanno fatto effetto. Vediamo da due mappe cosa è successo a livello europeo e mondiale, ma non a livello di Stati, bensì meglio ancora, regionale. Le due mappe di Quarz mostrano differenze non da poco tra i due continenti, e interessanti anche per l’Italia. Si riferiscono alla differenza tra nati e morti tra 2000 e 2010, ovvero i prodromi della situazione attuale. Non considerano l’immigrazione, che del resto in questi ultimi anni tranne che per pochi Paesi (come la Germania) è in calo e quindi in un certo senso delineano meglio il destino demografico dei nostri territori Popolazione in calo, Germania, Italia e Balcani le aree con il segno meno In Europa le aree blu, quelle in cui la popolazione era in incremento naturale, non superavano quelle rosse, in cui la popolazione era in calo. Erano soprattutto Francia, Irlanda, Polonia, Benelux le aree che sostenevano la crescita demografica europea. D’altro lato tutta l’Ungheria, la Croazia,... View Article