Immigrazione Usa, la mappa dei paesi di provenienza

Tra le proposte più bizzarre di questa campagna elettorale verso la Casa Bianca, c’è anche quella – perorata da Donald Trump – di costruire un muro di 3000 km ai confini con il Messico. Tutto a carico di Città del Messico, of course. Secondo alcune stime, il progetto dovrebbe costare ben 8 miliardi di dollari e se il paese di confine si rifiutasse di pagare, Trump si è detto pronto a tagliare i fondi che finanziano la partnership con lo Stato centro-americano. D’altronde è stato lo stesso magnate repubblicano a definire i messicani un popolo di “criminali, trafficanti di droga e stupratori” che, sotto la sua presidenza, non potranno più entrare negli Usa. La paura verso lo straniero è uno dei cavalli di battaglia del messaggio presidenziale di Trump. Infatti, come ha certificato nel 2012 il Dipartimento di Sicurezza interna degli Stati Uniti, i messicani sono il popolo più rappresentativo tra gli immigrati regolari che risiedono negli States. Su un totale di 1.031.631 immigranti, ben 146.406 (14%) provengono dal Messico. Immigrati Usa, messicani in testa in 27 Stati Come mostra la mappa realizzata da Gioviz.com, in 27 Stati sui 50 totali, il Messico è il paese di origine più rappresentativo tra gli immigrati regolari. Segue... View Article