•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: giovedì, 20 febbraio, 2014

articolo scritto da:

Panama, ripresi i lavori per ultimare entro il 2015 l’ampliamento del canale

Dopo essere stati sospesi per alcuni giorni i lavori per l’ampliamento del Canale di Panama, in settimana si sono finalmente concluse le trattative tra le autorità panamensi e il Grupo Unidos por el Canal (GUPC), ovvero il consorzio di costruttori guidato dal gruppo spagnolo Sacyr Vallehermoso e completato dagli italiani del Salini Impregilo, i belgi dello Jan De Nul Group e i panamensi della Constructora Urbana. Durante lo scorso dicembre, il GUPC aveva già minacciato di sospendere i lavori qualora le autorità panamensi non avessero fornito i fondi aggiuntivi necessari e, stavolta, il blocco dei cantieri si è verificato a causa di uno scontro riguardante la copertura di oltre 1,5 miliardi di dollari di costi aggiuntivi dovuti a causa di imprevisti di carattere geologico.

Il GUPC aveva inizialmente proposto di rivolgersi a un arbitrato, mentre l’Autoridad del Canal de Panamá (ACP) chiedeva una clausola vincolante contro nuovi aumenti dei costi e la definizione della scadenza della conclusione dei lavori, che avrebbero dovuto concludersi nel 2015. Dopo la ripresa delle trattative, l’ACP e il GUPC hanno finalmente raggiunto un accordo parziale per riprendere i lavori sebbene, secondo la nota ufficiale rilasciata dall’ACP, persistono ancora alcuni temi su cui non c’è intesa.

canale

L’ampliamento del Canale di Panama è considerato necessario per rendere lo stesso canale navigabile anche alle navi che trasportano fino a 12’000 container, in altre parole il doppio di quello attualmente consentito. Il piano riguardante il suo ampliamento era stato approvato, tramite un referendum nazionale, nell’ottobre 2006 e poi avviato ufficialmente l’anno successivo. Secondo i dati riguardanti la sua realizzazione, è previsto che il progetto ridurrà la povertà di Panama di circa il 30%: la terza serie di chiuse sarà assai redditizia sotto il profilo finanziario, producendo un tasso interno del 12% di rendimento. Il pacchetto di finanziamento per l’espansione del canale (circa 2,3 miliardi di dollari) è separato dal bilancio governativo e include anche i prestiti provenienti da istituti finanziari di proprietà dello stesso governo.

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Sondaggi Politici

Sondaggi politici - tutti i dati sulla fiducia di leader ed istituzioni

Speciale Pensioni

pensioni novita precoci

Termometro delle Voluttà

Giuramento della Palla avvelenata

Giuramento della Palla avvelenata

articolo scritto da: