•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: giovedì, 24 aprile, 2014

articolo scritto da:

Eurostat, debito pubblico italiano al 132,6%

Eurostat, in Italia piu di 3 milioni di disoccupati

Deficit e debito pubblico: due piaghe per l’economia del Bel Paese. Oggi Eurostat, l’Ufficio Statistico dell’Unione Europea, ha diffuso i dati su deficit e debito. Le cifre espletate sono altissime: il disavanzo è al 3% (sia nel 2012 e nel 2013), mentre il debito pubblico è salito del 5,6% nello stesso periodo analizzato, attestandosi 132,6%.

Solo la Grecia fa peggio dell’Italia: il suo debito pubblico, infatti, si impone al 175,1%. L’Estonia, invece, fa invidia: solo il 10%. Ma è il debito di tutto il vecchio continente a crescere: l’Eurozona registra un +1,9% (92,6%), stesso incremento dell’Unione Europea (87,1%). Il dato più alto dal 2009. Il deficit, invece, vede un’attività di controtendenza: dal 3,7% del 2012 al 3% del 2013 e dal 3,9% al 3,3%, rispettivamente per Eurozona e Ue.

Trai vari paesi del vecchio continente registriamo l’annullamento del deficit ed un rapporto debito/Pil al 78,4% per la Germania, mentre il risultato più significativo lo fa la Francia di Hollande: deficit al 4,3% con l’obiettivo di riportarlo entro il parametro europeo del 3% grazie a tagli alla spesa pubblica per 4 miliardi all’anno, passando così dal 56,7% del Pil al 53,5% in tre anni: cifre “realistiche” e “non fuori portata” per l’Alto consiglio delle finanze pubbliche francese.

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Sondaggi Politici

Sondaggi politici - tutti i dati sulla fiducia di leader ed istituzioni

Speciale Pensioni

pensioni novita precoci

Termometro delle Voluttà

Giuramento della Palla avvelenata

Giuramento della Palla avvelenata

articolo scritto da: