•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: venerdì, 24 aprile, 2015

articolo scritto da:

Candidato sindaco leghista insulta Selvaggia Lucarelli su Facebook e lei lo umilia in diretta radiofonica

È da giorni che non si parla altro – giustamente – che della strage dei migranti annegati la notte di domenica scorsa nel canale di Sicilia e la notizia è stata commentata anche da moltissimi personaggi noti, i quali hanno perlopiù espresso il loro cordoglio anche e soprattutto sui propri profili social.

L’insulto sul post di Facebook

Tra questi anche Selvaggia Lucarelli la quale, dopo aver postato ieri sera una foto su Facebook, si è trovata coinvolta in un gesto di pessimo gusto: l’immagine in questione pubblicata dalla giornalista rappresentava una bambina vittima del naufragio insieme al commento “Lascio a voi decidere se era una cellula Isis, l’ennesima delinquente o colei che veniva a rubarci il lavoro. Magari Salvini lo sa”.

Il post ha ben presto ricevuto le approvazioni e le critiche del pubblico tramite diversi commenti, compreso quello di Giuseppe Grasselli, candidato sindaco leghista di Canossa, città dell’Emilia Romagna, il quale ha rivolto un forte e riprovevole insulto alla Lucarelli: “Zitta puttana”, recitava il commento.

La reazione della Lucarelli

La giornalista, presa visione dell’infelice commento, ha deciso di fare una telefonata in diretta radiofonica durante la sua trasmissione in onda su M2O all’esponente del Carroccio esigendo da lui delle scuse. Non rivelando subito la sua identità, la Lucarelli ha dapprima chiesto a Grasselli un commento sulle polemiche scoppiate a seguito del post di Gianni Morandi sempre sulla strage dei migranti per poi domandargli il perché di quell’insulto che le era stato rivolto. Il leghista, palesemente imbarazzato e preso alla sprovvista, ha detto  “Posso esprimere una mia opinione, so anch’io che non sta bene”. A quel punto la giornalista ha ribadito con “Zitta puttana è un’opinione?”.

Alla fine Grasselli, ormai pressato dalla Lucarelli, si è scusato: “Le faccio le mie scuse, non è corretto, probabilmente è stato scritto in un mio momento di rabbia”, ha dichiarato, per poi aggiungere “Di casini ne ho già avuti abbastanza”. La giornalista ha accettato le scuse ma ha comunque commentato duramente il gesto del candidato sindaco sostenendo che “Io le sue scuse le accetto signor Grasselli, ma ho paura che persone come lei che con questa incoscienza vanno sulle bacheche altrui a scrivere queste cose possano poi fare politica.”

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Sondaggi Politici

Sondaggi politici - tutti i dati sulla fiducia di leader ed istituzioni

Speciale Pensioni

pensioni novita precoci

Termometro delle Voluttà

Giuramento della Palla avvelenata

Giuramento della Palla avvelenata

articolo scritto da: