Tosi: “Salvini? Capitan Fracassa che viene dal Leoncavallo”

Pubblicato il 20 Maggio 2015 alle 16:14 Autore: Redazione

Flavio Tosi spara a zero su Salvini. Ospite del programma di Rai Radio2 “Un Giorno da Pecora“, il sindaco di Verona, candidato alla presidenza della Regione Veneto, ha parlato a lungo del suo ex alleato che, fino a poco tempo fa, è stato anche suo ‘capo’ in quanto segretario della Lega. “No, lui non è mai stato il mio capo. Un capo uno se lo sceglie”. Secondo Tosi, Salvini non si è pentito nell’averlo cacciato dal partito. “No, perché lui è un arrogante, figurati se si pente. E’ un arrogante e arruffapopoli, è un populista e un demagogo. Ed è anche un mancatore di parola”.

flavio tosi

Per il sindaco di Verona “Salvini è il miglior alleato di Renzi: finché c’è lui, Renzi vincerà sempre”. Tosi si dice stupito dagli attacchi dei centri sociali contro Salvini. “Si vede che anche loro non hanno ben chiaro il percorso politico di Salvini: lui viene dal Leoncavallo, anche se oggi sta con Casa Pound. Salvini, in base al luogo dove si trova, cambia posizione politica, felpa, diventa indipendentista oppure no. Razzista? Dipende. Se gli viene comodo, magari lo è”. Infine un giudizio sull’idea di Salvini di radere con le ruspe i campi rom. “Quello è il fare tipico di Capitan Fracassa: fa questo, quello, spiana, occupa gli edifici, e poi non lo fa”.

L'autore: Redazione

Redazione del Termometro Politico. Questo profilo contiene articoli "corali", scritti dalla nostra redazione, oppure prodotti da giornalisti ed esperti ospiti sulle pagine del Termometro.
    Tutti gli articoli di Redazione →