•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: sabato, 20 giugno, 2015

articolo scritto da:

World Refugee Day, Mattarella: “auspicabile contributo Ue”

mattarella

In occasione della Giornata mondiale del rifugiato, il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha inviato un messaggio auspicando “un crescente contributo dell’Unione Europea e della comunità internazionale” per l’emergenza immigrazione, su cui era intervenuto anche Matteo Renzi qualche giorno fa. Il World Refugee Day è una ricorrenza nata quindici anni fa, che oggi appare attualissima per i problemi che l’Italia e i migranti devono affrontare, al confine con le altre nazioni, nel Mar Mediterraneo e nei campi di accoglienza che nascono nelle nostre città.

Un forte dovere di solidarietà

Il Presidente avverte l’importanza del ruolo che sta svolgendo il Paese: “L’Italia sente alto e forte, da sempre, il dovere di solidarietà nei confronti di chi giunge nel nostro Paese, coltivando l’ispirazione e la speranza verso una vita più sicura e un avvenire per sé e per i propri figli”. Ha anche aggiunto il governo italiano e le altre istituzioni continueranno “a fare quanto necessario per assicurare ai rifugiati e a coloro che chiedono asilo un trattamento rispetto dei diritti fondamentali e della dignità umana”.

Il saluto e il ringraziamento all’UNHCR

Nel medesimo messaggio per il World Refugee Day, il Capo dello Stato ha rivolto un “caloroso saluto ai rappresentanti dell’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati in Italia e a tutti coloro, istituzioni, enti locali, aziende, volontari, cittadini, che ne sostengono le attività”, per poi ringraziarlo per “il significativo contributo che quotidianamente assicura, con impegno, dedizione e umanità, e formulo voti per le sue attività”. Ha continuato sostenendo la necessità di sensibilizzare l’opinione pubblica e le classi dirigenti “in relazione al dramma di chi vive quotidianamente gli orrori della guerra, la tragedia delle persecuzioni, la miseria e le migrazioni forzate”.

migranti in primo piano

Word Refugee Day: manifestazioni in tutta Italia

Oltre al messaggio di Mattarella, oggi in tutta la Penisola seguiranno cortei e manifestazioni di solidarietà per commemorare la giornata mondiale del rifugiato e per ricordare i 170 migranti che ancora sono accampati sugli scogli a Ventimiglia. E proprio nella città di frontiera è previsto un raduno dei centri sociali provenienti da tutta Italia per esprimere la solidarietà ai richiedenti asilo. Dall’altra parte in Francia, al contrario, non è stata autorizzata la manifestazione di protesta del Front National.

Sono previste altri numerosi raduni, convegni e cortei nel resto del Paese. A Roma partirà alle 15 un corteo dal Colosseo organizzato dall’Arci – presenti anche Libera, Medici senza frontiere, Amnesty ed Emrgency – intitolato “Fermiamo le stragi subito”. A Firenze, la Presidente della Camera Laura Boldrini parteciperà al convegno organizzato dalla campagna “Casa dolce casa”. A Milano, per tutta la settimana, si cercherà di sensibilizzare il tema con una serie di iniziative della Caritas Ambrosiana.

 

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Sondaggi Politici

Sondaggi politici - tutti i dati sulla fiducia di leader ed istituzioni

Speciale Pensioni

pensioni novita precoci

Termometro delle Voluttà

Giuramento della Palla avvelenata

Giuramento della Palla avvelenata

articolo scritto da: