Messaggi a luci rosse Chaouqui e il Monsignore: “Martedi sera viene a casa tua a trombare”. “Sei depresso? Scopa, che ti passa la tensione”.

Pubblicato il 26 Novembre 2015 alle 10:51 Autore: Redazione
francesca_chaouqui, monsignore balda, trombare, scopa, il membro del cosea in una foto personale

Scandalo Vatileaks: Il Giorno ha pubblicato alcuni messaggi scambiati tra Francesca Chaouqui, membro della Cosea, la commissione referente vaticana sui tagli di spesa e il monsignore Lucio Angel Vallejo Balda. Tra i due si era parlato di un rapporto confidenziale ma la pubblicazione degli sms va oltre l’immaginazione.

Gli sms a luci rosse

“Senti, ora che vai a San Sosti (il paese calabrese da cui proviene Chaouqui), mia mamma ti porta da Silvana… è perfetta, ed è una mia cugina, così può anche essere salvato il patrimonio genetico. Poi mi dici che ne pensi. 36 anni. Morbida”. “Hmmmm” risponde monsignor Vallejo.

“Martedi sera viene a casa tua a trombare”

“Martedì sera viene a casa tua a trombare. Ok?”, scrive e incalza Vallejo: “Tu sei perfetto, Silvana è morbidissima. Perché non va bene?”. “Lassa perdere. È bruta”, replica  il monsignore . E la Chaouqui: “Ha detto lo psichiatra che devo farti divertire. Lunedì, Negroni fino alla morte”.

Chaouqui a Vallejo. “Se continui a fare di testa tua con noi hai chiuso. Io sono stanca di farti da badante. Pietro (amico di lei e autista, ndr) serve perché gli altri vedano che sei protetto” e “se fai casino… con la tua sicurezza e la tua protezione hai chiuso”, minaccia Chaouqui . Il 25 maggio: “Te lo dico per l’ultima volta. Dopo lo dico al mio capo. Tu non devi frequentare il centro e le periferie o fare pranzi di lavoro o andare in giro senza essere accompagnato”. “Se tu vai al centro così fai minchiate, se continui così fai casini, io non voglio gestire più altri casini. Con la tua sicurezza e la tua protezione ho chiuso”. E ancora: “Io ti conosco. So bene quando vuoi mettere distanze. Ora vuoi mettere distanza perché qualcosa ti fa male o ti dà fastidio. Ma come al solito non me lo dici e ci resto male. Sai quanto ci tengo e ti voglio bene… ma è per te che lo faccio. Ma perché vuoi abbandonarmi?”, dice Chaouqui. Risposta di Vallejo: “Ho bisogno de un po’ de tranquillità. Te priego”.

a sinistra una foto di monsignore balda e a destra francesca chaouqui

Famiglia Renzi

Poi, a una nuova richiesta di Chaouqui (far entrare una troupe di Sky a fare riprese nella Cappella Sistina) qualche giorno dopo monsignor Vallejo risponde e Chaouqui reagisce male. “Fermo restando che la visita me la posso fare anche tranquillamente, tu sei un egoista del cazzo, la gente perde ore appresso a te e poi quando tu devi fare qualcosa per qualcuno non ti va. Non sei stanco e depresso solo tu”.

La replica di Vallejo svela agli inquirenti l’episodio in cui la Chaouqui ha organizzato ad insaputa di Papa Bergoglio, un incontro a Santa Marta fra il Pontefice e i genitori del presidente del Consiglio Matteo Renzi. Manovre di cui il Papa “si è accorto e non è neanche sceso”.

“Ricorda lo successo con famiglia Renzi”. Ma Chaouqui risponde: “Avevo messo mesi a sistemare le cose con la Segreteria di Stato e hai rovinato tutto con quella boccaccia che non sai tenere chiusa. Ora mandi tutto a puttane perché sei triste. Vaffanculo. Ma seriamente vaffanculo”. “No possiamo promettere quello che no è possibile”, risponde ancora Vallejo. E ancora la rabbia della Chaouqui: “Sei depresso? Scopa, che ti passa la tensione”.

 

L'autore: Redazione

Redazione del Termometro Politico. Questo profilo contiene articoli "corali", scritti dalla nostra redazione, oppure prodotti da giornalisti ed esperti ospiti sulle pagine del Termometro.
    Tutti gli articoli di Redazione →