Lavoro, Zanetti: “Pagare le tasse è brutto”

Pubblicato il 27 Novembre 2015 alle 19:33 Autore: Redazione
jobs act enrico zanetti scelta civica

Pagare le tasse non è bello, è brutto. Parola di Enrico Zanetti, sottosegretario all’Economia. “Bello no, francamente. E’ un dovere che fa parte di chi vuole appartenere ad una comunità. Tendenzialmente non è il massimo” afferma Zanetti ad Un Giorno da Pecora, il programma di Rai Radio2 condotto da Giorgio Lauro e Geppi Cucciari. “Le tasse vanno pagate con serenità ma non si può pretendere che chi paga sia addirittura felice di farlo. Quel che conta è che le si paghi” aggiunge il sottosegretario.

enrico zanetti scelta civica

Zanetti: “Le tasse vanno pagate”

“Le tasse – chiarisce Zanetti – vanno pagate. Ma come individuo è ovvio che come singolo individuo meno il governo me ne fa pagare è meglio è”. Il sottosegretario ha dato il suo giudizio sul colore dell’esecutivo Renzi: “questo non è un governo di sinistra, altrimenti non mi ci troverei a mio agio”. Secondo Zanetti “il Pd è la forza trainante, ma con Renzi è diventato molto di centro e meno di sinistra. Poi ci siamo noi che siamo noi con la nostra realtà liberal, e il Nuovo Centrodestra, che già dal nome rivendica un’altra provenienza”. Infine un giudizio sui sindacati: “Quelli confederali qui in Italia diventano dei grandi partiti politici più che dei rappresentanti degli interessi dei lavoratori, negli ultimi trentanni hanno fatto molta politica e poco i sindacati”. Lei li abolirebbe? “Credo sarebbe opportuna una legge sulla rappresentatività che ci faccia capire quanto realmente pesano sui lavoratori”, ha affermato a Radio2 Zanetti.

L'autore: Redazione

Redazione del Termometro Politico. Questo profilo contiene articoli "corali", scritti dalla nostra redazione, oppure prodotti da giornalisti ed esperti ospiti sulle pagine del Termometro.
    Tutti gli articoli di Redazione →