Presidente Regione Campania De Luca contro Di Maio: “E’ uno sfaccendato”

Pubblicato il 23 Dicembre 2015 alle 12:37 Autore: Redazione
Campania Libera De Luca

Luigi Di Maio? L’ho sfidato ad un dibattito pubblico sulla trasparenza amministrativa e sto ancora aspettando…”. Vincenzo De Luca va all’attacco del parlamentare del Movimento 5 Stelle. Lo fa dai microfoni di Lira Tv, paragonando il vicepresidente della Camera a “Charlie Brown”: “In un dibattito televisivo mi ha accusato di fare clientele sulla sanità. Tutto falso, le clientele le sto combattendo, come dimostra l’abolizione dell’Arsan, l’Agenzia sanitaria regionale guidata da sedicenti dirigenti”. De Luca attacca Di Maio partendo dal suo curriculum: “Vuole fare il candidato premier e nella vita cosa ha fatto? Il webmaster, lo steward presso la tribuna autorità dello stadio San Paolo, il manovale. Forse questa era la sua vocazione, dopo un anno sarebbe sicuramente diventato carpentiere”.

de_luca_di_maio

De Luca: non tollero chi pensa di avere patenti di moralità

E ancora il Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca affonda il leader in ascesa del MoVimento: “Chi si definisce webmaster usa una formula elegante per non definirsi sfaccendato. E ce lo ritroviamo vicepresidente della Camera. Nella sua vita si è candidato a Pomigliano e ha ottenuto 50-60 voti, non lo hanno sostenuto neppure i suoi familiari. Lui e il Movimento 5 Stelle sono come un disco rotto. Non tollero chi pensa di avere patenti di moralità”.

Poi l’affondo agli organi di stampa: “Quando c’è una campagna particolarmente aggressiva da parte di un giornale non c’è voglia di trasparenza ma di avere la pubblicità…”. E sul verdetto del Tribunale di Napoli a proposito del rischio sospensione, De Luca chiarisce: “Siamo sereni e continueremo a lavorare”. Infine l’augurio di pronta guarigione a Vittorio Sgarbi: “E’ una persona straordinaria ma deve calmarsi e pensare di più alla salute”.

L'autore: Redazione

Redazione del Termometro Politico. Questo profilo contiene articoli "corali", scritti dalla nostra redazione, oppure prodotti da giornalisti ed esperti ospiti sulle pagine del Termometro.
    Tutti gli articoli di Redazione →