Elezioni comunali, studio Cattaneo: il M5S non riporta al voto gli astenuti

Pubblicato il 8 Giugno 2016 alle 11:30 Autore: Redazione
elezioni comunali analisi cattaneo astensione m5s

Elezioni comunali, lo studio Cattaneo: il M5S non riporta al voto gli astenuti

Il M5S si radica sul territorio ma non riporta al voto gli astenuti. A dirlo è lo studio condotto dall’istituto Cattaneo sul voto alle amministrative del 5 giugno, che ha preso in esame i risultati elettorali – comparandoli a quelli delle politiche 2013 – di 7 città “medio-grandi”, ad esclusione delle big (Roma e Milano): Torino, Napoli, Bologna, Rimini, Novara, Salerno e Cagliari.

Sul tema dell’astensione, Cattaneo rileva come la fetta più grande provenga – come facilmente preventivabile – da elettori che si erano già astenuti alle politiche del 2013, con valori che vanno dal 46 (Rimini) al 67% (Napoli). Variabile è la quota di astensionisti provenienti dal M5S e dal centrosinistra, mentre la quota di centrodestra appare piuttosto consistente in tutte le città prese in esame.

elezioni comunali analisi cattaneo astensione

A proposito del M5S, Cattaneo analizza il cosiddetto voto “in uscita” dal Movimento. Secondo l’analisi un flusso verso l’astensione c’è ancora – in particolar modo in città in cui è assente un candidato di bandiera, come Rimini – pur diminuendo rispetto al passato, segno di una maggior fidelizzazione.

elezioni comunali analisi cattaneo voto m5s

Per quanto riguarda invece il flusso grillino “in entrata”, Cattaneo evidenzia una scarsa capacità da parte del M5S di attrarre i cosiddetti astensionisti, mentre è decisamente superiore il flusso di voti di provenienza dal centrosinistra.

elezioni comunali analisi cattaneo voto m5s

Con riferimento al PD, il tasso di fedeltà si aggira quasi uniformemente al di sopra del 60%, con l’eccezione significativa di Napoli che, insieme a Cagliari, rappresenta la città con il maggior flusso in uscita dal PD e diretto verso l’astensione.

elezioni comunali analisi cattaneo voto pd

Riguardo al centrodestra, altissima risulta a Torino la fetta degli elettori del defunto PdL trasferitasi nel bacino dell’astensione, mentre a Rimini e Salerno è cospicuo il passaggio addirittura nell’area di centrosinistra.

elezioni comunali analisi cattaneo voto pdl

L'autore: Redazione

Redazione del Termometro Politico. Questo profilo contiene articoli "corali", scritti dalla nostra redazione, oppure prodotti da giornalisti ed esperti ospiti sulle pagine del Termometro.
    Tutti gli articoli di Redazione →