pubblicato: lunedì, 3 ottobre, 2016

articolo scritto da:

La mappa della frequenza scolastica in Europa, i progressi nei decenni

frequenza scolastica, mappa d'Europa

La mappa della frequenza scolastica in Europa, i progressi nei decenni

A scuola, soprattutto alla elementari, ci vanno tutti, si sa. Ormai per noi appare scontato.

Ma non lo era un tempo, quando i banchi di scuola erano privilegio dei ricchi, e ci volle quasi sempre l’intervento statale per rendere possibili, e, anzi, rendere obbligatoria la frequenza di quella che divenne la scuola dell’obbligo.

Ourworldindata.org mostra bene in una mappa dinamica cosa è cambiato dal 1820 ad oggi. Un mutamento impressionate

La frequenza scolastica (per le elementari), dal 15,3% del 1820 al 100% attuale.

Si parte nel 1820, quando solo il 15,3% dei bambini andava a scuola in Italia, il 13,3% nel Regno Unito, il 16,6% in Francia, il 21% in Germania.

Gli unici Paesi in cui si superava il 50% erano la Svezia con l’80%, la Svizzera e i Paesi Bassi con poco più del 60%, la Danimarca con l’85%.

Si assistette poi a un progresso che fu lento in Germania e Italia con ancora solo il 49% dei bimbi tra i banchi nel 1870, ma veloce in Francia, con il 100% raggiunto in quello stesso anno.

In Russia del resto erano solo il 9,8%.

Nel 1890 si toccava il 64% nel nostro Paese, l’80% alla vigilia della Prima guerra mondiale, mentre in Germania si era giunti al 92% e nel Regno Unito al 100%.

La nostra arretratezza faceva il paio con quella spagnola, meno del 45%, una cifra simile a quella russa.

Si raggiunse il 100% solo negli anni ’30, come  in URSS, che fu il Paese che fece in quei decenni i progressi più veloci.

Nel Dopoguerra si chiusero le ultime sacche di analfabetismo, che rimasero qu e là, magari dovute all’educazione extra-scolastica in alcuni Paesi.

Oggi il divario maggiore è con i Paesi vicini del Medio Oriente e del Nordafrica, più che tr ai Paesi europei, e piuttosto si parla di differenza di competenze tra Paesi con alto numero di laureati, e quelli che ne hanno pochi, ma questa è un’altra storia.

Elezioni Politiche 2018

Elezioni Politiche 2018

Bitcoin

Bitcoin

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Speciale Pensioni

pensioni novita precoci

Termometro delle Voluttà

Termometro delle Voluttà

La mano scorticata

articolo scritto da: