articolo scritto da facebook icona autore twitter icona autore

Isis: a Mosul fatto il lavaggio del cervello a 400mila bambini

isis

Isis: a Mosul fatto il lavaggio del cervello a 400mila bambini

Secondo l’Alta Commissione per i Diritti Umani irachena, negli ultimi 2 anni, l’Isis ha fatto il lavaggio del cervello a circa 400mila bambini della città di Mosul, la roccaforte dello Stato Islamico sul territorio di Baghdad, attraverso programmi scolastici modellati allo scopo di inculcare l’odio e spingere i più piccoli alla guerra santa.

Isis: a Mosul fatto il lavaggio del cervello a 400mila bambini

A quanto riferisce Jawad al-Shamri, portavoce della Commissione: “gli viene insegnato a fare cinture esplosive, a prendere in ostaggio le donne, a preparare trappole”, l’addestramento prevederebbe anche la continua visione di immagini cruente, come possono essere quelle di un’esecuzione.

Giusto la scorsa settimana, dall’Alto Commissariato per i Diritti Umani dell’ONU si avvertiva la comunità internazionale: sotto la pressione dell’offensiva per riprendere Mosul, lo Stato Islamico starebbe intruppando sempre più bambini, viste le numerose perdite. L’unico scopo di un tale reclutamento, si precisa dall’alta commissione irachena, potrebbe essere quello di creare dei kamikaze pronti farsi esplodere ad ogni angolo di strada.

Secondo i pochi dati a disposizione delle Nazioni Unite, lo scorso inverno, in Iraq sono stati rapiti 400 bambini yazidi. A maggio, invece, sono stati rapiti altri 500 bambini nelle province di Diyala e Anbar. A Mosul, ad affermarlo è sempre l’ONU, i bambini in mano all’Isis potrebbero essere 900.

ultima modifica: mercoledì, 16 Novembre 2016