Fabregas tradisce i gunners e va al Chelsea per 33 milioni

Pubblicato il 13 Giugno 2014 alle 11:56 Autore: Lorenzo Stella
Calciomercato Serie A Fabregas Milan

Solitamente, in estate, il pane quotidiano degli appassionati del pallone è il calcio mercato, ma quest’anno, complice il mondiale brasiliano, gli scoop di mercato sono passati in secondo piano; è il caso di Cesc Fabregas, acquistato dal Chelsea per 33 milioni.

Il centrocampista spagnolo, ora in Brasile, lascia il Barcellona dopo tre stagioni di alti e bassi. Le sue enormi qualità mostrate ai tempi dell’Arsenal, infatti, non sono mai venute del tutto a galla durante il periodo trascorso in blaugrana. Che sia colpa della pressione oppure della concorrenza spietata tra le fila del centrocampo del Barcellona? Effettivamente togliere la maglia titolare a gente come Xavi, Iniesta e Busquets è un’impresa eroica.

fabregas barcellona

Per questi motivi e per la corte spietata di uno dei suoi fan numero uno, in tutti i sensi, Josè Mourinho, Fabregas ha scelto di accettare l’offerta del Chelsea: “Sono completamente d’accordo con il Chelsea: e non vedo l’ora di cominciare a giocare. E di vincere tanti trofei, avendo una rosa ricca di incredibili giocatori e un allenatore straordinario. Oggi ho considerato le altre offerte con molta attenzione, e credo fortemente che il Chelsea sia la migliore soluzione per le ambizioni da calciatore.”

La scelta dell’ex centrocampista catalano ha però scatenato le ire dei tifosi della squadra in cui è cresciuto ed ha ottenuto i primi successi: l’Arsenal. Quando, nel 2011, lasciò Londra e i Gunners per tornare in patria, Fabregas giurò che non avrebbe mai fatto come Fernando Torres: non avrebbe mai vestito la casacca di un’altra società inglese. Visto il tradimento compiutosi un tifoso dei gunners ha pensato bene di mettere sulla griglia la maglia n 4 di Fabregas ai tempi dell’Arsenal per darle fuoco.

L'autore: Lorenzo Stella

Nato a Carmagnola (TO) il 3 ottobre del 1992, studio presso l'Università degli studi di Torino, corso di laurea in Scienze politiche e sociali. Scrivere è, da sempre, la mia più grande passione e, dopo aver scritto per alcune testate sportive locali, ho iniziato a scrivere per la testata on-line Termometro Politico nel maggio del 2013. Da febbraio del 2014 ricopro il ruolo di Vice-caporedattore della sezione sportiva di Termometro Politico.
    Tutti gli articoli di Lorenzo Stella →