Pubblicato il 27/01/2017

La mappa dei rifugiati siriani in Europa: chi ne accoglie di più?

autore: Alessandro Faggiano
mappe rifugiati siriani

La mappa dei rifugiati siriani in Europa: chi ne accoglie di più?

La guerra in Siria sembra poter volgere al termine. Oltre un lustro di guerra civile, tuttavia, ha provocato danni irreparabili, sia materialmente che spiritualmente. Non solo la drammaticità delle migliaia di vite spazzate, o delle infrastrutture cedute. La diaspora del popolo siriano si è caratterizzato per la durezza del viaggio, delle difficoltà nell’arrivare al cuore dell’Europa. Una “Unione fortezza” che continua a respingerne molti, specialmente nella frontiera comunitaria dell’est. In sei anni di guerra, oltre il 20% dei siriani è fuggito all’estero. Una percentuale simile, invece, è stata costretta a rifugiarsi in un campo nella zona di frontiera. E adesso, dove sono coloro che hanno passato il confine?

Medio Oriente accoglie molti più rifugiati dell’Unione, ma si include la Turchia

Uno dei primi paesi che contano con una migrazione massiva di siriani è la tanto vituperata Turchia dell’ormai dispotico Erdogan. Le condizioni di accoglienza, però, non sono minimamente paragonabili a quella della maggior parte dei paesi europei, e sono tanti i richiami lanciati da una moltitudine di ONG. Anche Libano e Giordania accolgono una buona parte della migrazione siriana

Rifugati siriani in Europa: In primis Serbia e Germania. Alta concentrazione anche in Svezia e Ungheria

I principali Paesi europei che accolgono i rifugiati siriani sono Germania e Serbia. Quest’ultima in particolare ospita, di per sé, il 34%. Tuttavia, dovuto al “sovraccarico” della Serbia, la Germania ha dovuto prendere provvedimenti e accoglierne urgentemente una percentuale. Anche la Svezia – che accoglie l’11,5% della migrazione siriana – presenta una densità di “rifugiati/popolazione residente” estremamente elevata.

Rifugiati siriani: in Italia appena lo 0,27% ma con maggior numero di arrivi

L’Italia non rientra neanche lontanamente tra i primi paesi che accolgono rifugiati siriani (nonostante gli arrivi massivi dalla frontiera sud di altre nazionalità). Secondo i dati offerti da ACNUR, l’Italia accoglie tra gli 1-4 rifugiati provenienti dalla Siria per 100.000 abitanti. C’è da considerare, però, il numero massivo di arrivi sulle coste italiane di altri richiedenti asilo. La rotta balcanica, per i siriani, rimane la più facilmente percorribile.

Rifugiati siriani in numero decisamente maggiore rispetto ad altre nazionalità

Il numero di permessi accordati ai rifugiati siriani è decisamente maggiore rispetto a quello di altre nazionalità. In passato, ci siamo interessati al tema: qui, trovate l’infografica che mostra la situazione delle richieste d’asilo dal 2008 in poi. Al fondo dell’articolo, la mappa basata sui dati più recenti dati da ACNUR (l’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati).

 

mappe rifugiati siriani

Autore: Alessandro Faggiano

Caporedattore di Termometro Sportivo e Termometro Quotidiano. Analista politico e politologo. Laureato in Relazioni Internazionali presso l'Università degli studi di Salerno e con un master in analisi politica conseguito presso l'Universidad Complutense de Madrid (UCM).
Tutti gli articoli di Alessandro Faggiano →