Atletico Madrid: come si è vissuta l’attesa della prima al Metropolitano

Pubblicato il 16 Settembre 2017 alle 20:30 Autore: Redazione
Atletico Madrid-Borussia Dortmund: quote, pronostici e probabili formazioni

Atletico Madrid: come si è vissuta l’attesa della prima al Metropolitano

Sono quasi le ore 20:00, e il sole splende ancora alto su Madrid. La temperatura si aggira intorno ai 25° e soffia una piacevole brezza di fine estate a rinfrescare gli spettatori che continuano ad affluire sugli spalti del Wanda Metropolitano, quando manca meno di un’ora al calcio d’inizio di Atletico Madrid – Malaga FC della 4° giornata della Liga BBVA. Sarà la prima dei rojiblancos nel loro nuovo tempio.

Atletico Madrid: vittoria imprescindibile, per la storia e per lo slancio

I ragazzi del Cholo Simeone arrivano a quest’attesissima inaugurazione del nuovo stadio con una fame particolare. Infatti la squadra, tra le favorite pretendenti alla corona della Liga, ha avuto quella che potremmo definire una “falsa partenza”; arriva alla sfida con il Malaga con l’esiguo bottino di 5 punti, frutto di due pareggi sui campi di Girona e Valencia, e della sonora vittoria in trasferta con la squadra canaria del Las Palmas. Ad aggiungersi poi alla voglia di inaugurare al meglio il nuovo campo, l’Atletico si trova già a dover inseguire il Barcelona FC. I culés viaggiano da soli in vetta a punteggio pieno.

In particolare i rojiblancos arrivano da 180 minuti di digiuno dal gol, dopo i due scialbi 0-0 rimediati sui campi di Valencia e l’ultimo all’Olimpico di Roma nella prima sfida dei gironi di Champions League. La “fame” dunque non manca agli 11 guerrieri che Diego Pablo Simeone sceglie di mandare nell’arena. L’obiettivo di portare a casa i 3 punti, che avrebbero un sapore speciale per il pubblico dell’Atletico.

Dopo 50 anni, i colchoneros cambiano casa. Oggi, la prima al Metropolitano

Atletico Madrid – Malaga: una relazione agrodoloce

Il Malaga, però, lascia sempre una scia di apprensione nella compagine di casa. Inoltre, si è rivelato sempre uno dei più ostici avversari delle “big” del campionato. Ciò nonostante, la squadra allenata da José Miguel González non attraversa uno dei suoi migliori periodi. La compagine andalusa è inchiodata in fondo alla classifica in 19° posizione, avendo totalizzato tre sconfitte nelle prime giornate di liga. Questo potrebbe addirittura rendere la squadra più pericolosa del solito, a caccia di punti fondamentali per raddrizzare un’annata iniziata sotto un cattivo segno.

Vito Lafasciano

L'autore: Redazione

Redazione del Termometro Politico. Questo profilo contiene articoli "corali", scritti dalla nostra redazione, oppure prodotti da giornalisti ed esperti ospiti sulle pagine del Termometro.
    Tutti gli articoli di Redazione →