articolo scritto da facebook icona autore twitter icona autore

Legge 104: permessi retribuiti e regole, cambia la domanda

Legge 104, permessi retribuiti: nuove regole e domanda

Legge 104: permessi retribuiti e regole, cambia la domanda.

Stanno per essere ultimate le modifiche sulla legge 104. Tante novità attese, soprattutto su permessi e regole. Cambia anche la domanda di presentazione. Entro la fine del 2017 dovrebbe esserci l’approvazione del Ddl Bignami, che andrà a rappresentare una specie di Testo Unico sull’assistenza familiare. Con nuove regole e modalità di presentazione della domanda. Andiamo a scoprire tutte le modifiche sulla Legge 104, soffermandoci sugli aspetti più importanti.

Legge 104: come cambia il Caregiver

Tra le novità più importanti della nuova legge 104, spicca la figura del caregiver, ovvero dell’assistente familiare. Questo ruolo, potrebbe avere maggiori diritti con la nuova normativa.Il caregiver familiare è il soggetto che convive con soggetti affetti da invalidità al 100% e che hanno bisogno di sostegno per almeno 54 ore a settimana. La presenza di 1 caregiver esclude la possibilità di altri assistenti familiari all’interno dello stesso nucleo. E per poter godere dei benefici, bisognerà dimostrare l’invalidità al 100% del parente che necessita di assistenza.

Cambiano anche le regole sui permessi: questi vengono infatti estesi anche ai caregiver familiari assunti con qualsiasi tipo di contratto. L’obiettivo è quello di una serena conciliazione tra l’attività professionale e quella di assistente familiare. L’assistito, inoltre, potrebbe essere anche un familiare over 80.

Non finisce qui: il caregiver potrà anche fare richiesta del versamento dei contributi previdenziali figurativi dallo Stato. E rientrare così nell’APE Social, ovvero la pensione anticipata. Il versamento dei contributi dovrà essere effettuato per tutto il periodo di assistenza a casa. Il caregiver potrà così usufruire di alcuni vantaggi. Come ad esempio chiedere una copertura assicurativa con rimborso spese. Con quest’ultimo che verrà erogato nel momento in cui, per malattia o incidente, l’assistente non potrà svolgere servizio di cura.

Il caregiver potrà inoltre iscriversi alle categorie protette (Legge 68/99). Avere un benefit economico di 1.900 euro l’anno, a cui si aggiungono ulteriori detrazioni fino alla cifra appena citata. Infine avrà la possibilità di chiedere al datore di lavoro un orario part-time oppure telelavoro.

Legge 104: nuove norme sui permessi retribuiti

Per quanto riguarda i permessi retribuiti della Legge 104 cambiano alcune regole. Al momento attuale, infatti, chi usufruisce dei permessi 104, può praticare 3 giorni di riposo al mese e 1-2 ore di riposo al giorno. I permessi della legge 104 sono richiedibili dai lavoratori con qualsiasi tipologia oraria di contratto. Sia full sia part-time. Che siano genitori con un figlio o parenti fino al II grado disabili a carico.

I permessi possono essere attribuiti a più persone dello stesso nucleo. Ma solo una persona per ogni singolo familiare. Cambia anche la domanda per richiedere i permessi retribuiti Legge 104, che sarà più dettagliata. Muta anche la tempistica di presentazione della domanda al datore di lavoro. Diventeranno 3 i giorni di preavviso. Un’altra novità riguarda la possibilità di richiedere la trasformazione del proprio contratto da full-time a part-time, per un massimo di 2 anni.

SEGUICI SU FACEBOOK E TWITTER

RIMANI AGGIORNATO: ISCRIVITI AL FORUM DI TERMOMETRO POLITICO A QUESTO LINK

ultima modifica: mercoledì, 27 Settembre 2017