• 63
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: martedì, 21 novembre, 2017

articolo scritto da:

Influenza intestinale 2017: sintomi e conseguenze. Epidemia in arrivo

influenza dicembre, influenza gennaio

Influenza intestinale 2017: sintomi e conseguenze. Epidemia in arrivo

“Influenza intestinale”, un modo colloquiale per riferirsi a una serie di sindromi che colpiscono l’apparato gastro-intestinale. In questo senso, è più corretto parlare di gastroenterite virale. Essa viene causata, infatti, da alcune famiglie di virus; si parla, in particolare, di quella dei rotavirus e di quella dei norovirus. Quest’ultima colpisce nella maggior parte dei casi; in pratica, è il ceppo più diffuso. La prima, invece, è responsabile delle manifestazioni più gravi.

influenza

La trasmissione avviene per via aerea o per contatto con oggetti contaminati; il rapporto interpersonale ravvicinato equivale a un contagio quasi certo. A volte per evitarlo basta lavarsi spesso le mani. I sintomi possono variare, tuttavia, nausea, vomito e diarrea accomunano le diverse forme, comparendo in quest’ordine. Altri sintomi meno frequenti sono la febbre alta, la disidratazione, il calo dell’appetito, il mal di testa e il dolore addominale.

Influenza intestinale 2017: sintomi e conseguenze. Epidemia in arrivo

Di solito non sono necessarie le cure mediche. Può aiutare l’uso di fermenti lattici; è consigliabile il paracetamolo per attenuare febbre e dolori. D’altro canto, visto che non sussiste un’infezione batterica, è inutile assumere antibiotici.

In generale, tutto quello che serve è un po’ di semplice riposo e una costante idratazione. Vomito e diarrea, infatti, indeboliscono notevolmente l’organismo facendogli perdere una grande quantità di liquidi. Dunque, bisogna assumerne molti, magari a piccoli sorsi se la nausea è forte, comunque senza forzarsi di bere in presenza del vomito.

All’acqua si può aggiungere dello zenzero e del limone; entrambi favoriscono l’attività dell’apparato digerente. Per quanto riguarda l’alimentazione, fondamentali i cibi secchi e leggeri; quindi spazio a pane, riso, patate, pastina in brodo. Anche alcuni tipi di frutta possono fornire un valido aiuto alla guarigione, le mele, per esempio, e soprattutto le banane, in quanto ricche di sali minerali.

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

Elezioni Politiche 2018

Elezioni Politiche 2018

Bitcoin

Bitcoin

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Speciale Pensioni

pensioni novita precoci

Termometro delle Voluttà

Termometro delle Voluttà

Solidarietà al popolo ungherese

articolo scritto da: