•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: martedì, 19 dicembre, 2017

articolo scritto da:

Basket Serie A: 11a giornata, risultati e classifica aggiornata

Basket serie A risultati Virtus Bologna

Basket Serie A 11a giornata, risultati e classifica aggiornata

Giunta al termine anche l’undicesima giornata del campionato di Serie A basket. Avellino e Milano si dichiarano credibili antagoniste della potenza Brescia che non ne vuole saperne di fermarsi a scapito di Venezia. Intanto in basso Reggio Emilia risale mentre sprofonda sempre di più Brindisi nonostante il cambio di guida tecnica.

Basket Serie A: 11a giornata, Capo d’Orlando vince in volata, ottima prova di squadra di Reggio Emilia, Sassari va

Ad aprire l’undicesima ci hanno pensato nella giornata di sabato la vittoria di Reggio Emilia, che dopo uno dei peggiori inizi di campionato mai visti è sulla buona strada per rientrare in corsa final eight, contro Varese e la vittoria di misura di Capo d’Orlando su Brindisi, peggior squadra del campionato fin ora. Il match tra la Grissin Bon Reggio Emilia e l’Openjobmetis Varese finisce 76 – 66, dopo un primo tempo equilibrato i padroni di casa scappano nel terzo quarto dove accumulano 9 punti di vantaggio, sufficienti poi per portare a casa la vittoria. Markoishvili aiuta Reggio a vincere grazie all’ottima prova da 20 punti, 4 rimbalzi e una percentuale al tiro da 3 del 60 % chiudendo con 6 su 10 dall’arco; a farlo compagnia in doppia cifra ci sono anche Della Valle e White autori di 14 e 17 punti. Per Varese troppo poco l’attacco che trova canestri solo dentro l’area, non riuscendo mai ad essere pericolosa da fuori, e troppe le 14 palle perse in tutta la partita.

Come detto la Betaland Capo d’Orlando batte di una lunghezza 67 – 66 l’Happy Casa Brindisi. Sembrava poter esser la giornata giusta per i pugliesi per trovare una vittoria visto che a sei minuti dalla fine si ritrovano sul 55 – 63 e un + 8 di vantaggio ma da squadra in crisi qual è Brindisi, permette il rientro dell’Orlandina che a due minuti dalla fine sorpassa sul 67 – 65 con il canestro di Mario Delas, che risulterà fondamentale perché permette ai siculi di vincere la partita con la collaborazione dell’errore dalla lunetta di Donta Smith che avrebbe potuto pareggiare la partita con ancora un minuto da giocare.

Altra partita andata in scena nel sabato cestistico ha visto il Banco di Sardegna Sassari sfidare la The Flexx Pistoia. Alto ritmo e alto punteggio, le squadre non vanno mai sotto la ventina di punti a quarto soltanto nel secondo quarto fanno rifiatare un po’ gli attacchi chiudendo il parziale sul 17 – 18. Il punteggio finale premia la squadra sarda che batte 88 – 81 Pistoia con uno Scott Bamforth da 24 punti, 4 rimbalzi e 6 assist e che sta disputando una stagione da MVP. Sassari sembra aver ingranato la marcia sia in Italia che in Europa, con questa vittoria finalmente rientra nel gruppo delle favorite a 14 punti in scia della capolista Brescia.

Basket Serie A 11a giornata, Bologna si riprende con Torino, troppa Milano per Cantù, Trento batte Cremona

Il programma di domenica è stato inaugurato dalla bella sfida tra Virtus Bologna e Fiat Torino. Gli emiliani danno una grande risposta a tutti coloro cui erano sorti dubbi sulla validità della squadra battendo Torino che fin adesso è stata una delle squadre migliori del campionato per continuità. Dal lato piemontese brutta battuta d’arresto ma sicuramente meno pesante di altre vista la caratura dell’avversaria e la difficoltà della trasferta. Bologna parte male terminando il primo quarto sul – 8, svantaggio che però recupera a cavallo dei due tempi arrivando alla fine del terzo quarto sul 60 pari. Nell’ultimo periodo però Torino resiste solo per cinque minuti lasciando andare la partita nel finale dove Bologna riesce a prendere il largo e chiudere la partita sul 84 – 76.

Di seguito è andata in onda il derby tra l’Olimpia Milano e la Red October Cantù. L’EA7 non ha lasciato scampo alla sua avversaria asfaltandola come un rullo compressore da inizio partita. Cantù rimane anche in gara per più di due quarti nonostante Milano continui ad incrementare il suo vantaggio; ma si deve arrendere quando alla fine dei trenta minuti si ritrova un distacco di – 13 dichiarando la resa anzitempo. Risultato finale, Olimpia batte Cantù 93 – 77. Importante il rientro nelle fila milanesi di Andrew Goudelock che in 21 minuti scarsi mette 23 punti, confermando che può essere lui l’ultimo tassello che ancora mancava a Milano per fare un ulteriore salto di qualità.

Alla Dolomiti Energia Trentino, invece, serve un quarto quarto da 33 punti per conquistare la vittoria nella sfida contro la Vanoli Cremona. La partita è sempre in bilico dalla prima palla a due con l’inerzia della partita che cambia spesso lato fino a che nel quarto finale non si sveglia Jorge Gutierrez che suona la carica per Trento mettendo a segno i 10 punti della sua partita tutti nel momento decisivo della partita. Alla fine, il tabellino dice 90 – 79 Trento, la quale per la prima volta vince due partite di seguito in questo campionato.

Basket Serie A: 11a giornata, la classifica aggiornata, Brescia vince e mantiene le distanze da Avellino

L’unica vittoria in trasferta dell’undicesima giornata vede la Sidigas Avellino trionfare 78 – 83 sul campo di Pesaro. Crisi nera per la VL che incassa la seconda sconfitta di fila dopo la pausa e si ritrova penultima a 6 punti con una sola vittoria di distacco da Brindisi ultima. Pesaro sembra già averla persa nel primo quarto quando non riesce a segnare nemmeno 10 punti e il distacco da Avellino è già di – 21. Una reazioni di cuore, sostenuti anche dal caloroso tifo di casa, dà la possibilità alla squadra marchigiana di recuperare l’enorme svantaggio tra il secondo ed il terzo quarto, con l’ultimo di questi che vede la Sidigas in vantaggio soltanto di 3 lunghezza con il risultato fermo sul 60 – 63. L’ultimo quarto però non regala la gioia ai tifosi di casa che vedono la loro squadra non trovare più le energie fisiche e mentali per pareggiare la partita, con Avellino che stringe i denti per riuscire ad accaparrarsi la vittoria. Prestazione quasi perfetta per l’attacco irpino, almeno per quanto riguarda il tiro da due, dove mettono a referto un’fenomenale 71 %.

Il big match dell’11a di Basket Serie A vede vittoriosa la Leonessa sull’Umana Reyer

Nel posticipo di domenica abbiamo assistito al big match tra la Leonessa Brescia e l’Umana Reyer Venezia finito 90 – 71. La squadra veneta incassa la terza sconfitta consecutiva in campionato, quattro se contiamo anche la sconfitta contro il Banvit in Europa; la Germani invece dimostra la sua forza, il suo carattere, mette la doppia cifra nella casella delle vittorie e si conferma campione dell’anno 2017 con un turno di anticipo, azzittendo tutte le voci che si erano alzate dopo il primo crollo stagionale della Leonessa avvenuto nella scorsa giornata di campionato. Brescia riesce a non far scappare l’Umana nel primo tempo, pareggia nel terzo quarto e sorpassa definitivamente nel quarto conclusivo approfittando delle difficoltà offensive dell’Umana, che nel quarto quarto segna soltanto 10 punti. Si fanno cosi tre le vittorie di distacco tra le due squadre permettendo cosi alla Leonessa di consolidare il primato.

Basket Serie A: classifica aggiornata all’undicesima giornata

La classifica come detto vede Brescia a 20 punti, seguita da Avellino e Milano a 16 e Venezia, Torino e Sassari a 14. Dopo ci sono a 10 punti Capo d’Orlando, Trento, Bologna e Cantù. Nella parte basse troviamo Reggio Emilia, Varese, Cremona e Pistoia a 8; 6 punti invece per Pesaro. Chiude la classifica l’Happy Casa Brindisi a 4.

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOKTWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

Clicca sulla immagine per vedere i risultati del sondaggio!

Votate il sondaggio

Elezioni Politiche 2018

Elezioni Politiche 2018

Bitcoin

Bitcoin

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Speciale Pensioni

pensioni novita precoci

Video crisi banche

Video crisi banche

Termometro delle Voluttà

Termometro delle Voluttà

Conte o non Conte

articolo scritto da: