•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: martedì, 16 gennaio, 2018

articolo scritto da:

Rinnovo contratto scuola: niente accordo nell’ultimo incontro, ecco il resoconto

Rinnovo contratto scuola: ancora nessun accordo

Rinnovo contratto scuola: niente accordo nell’ultimo incontro, il resoconto.

L’incontro di ieri pomeriggio sul rinnovo contratto scuola è durato circa 3 ore. In questo lasso di tempo, sindacati e governo hanno cercato di fornire una direzione precisa ai prossimi incontri. Soprattutto sotto l’aspetto della metodologia di confronto, preferendo focalizzarsi a ogni incontro su uno specifico aspetto e trovare gli elementi in comune e quelli ancora da decifrare. Inoltre sono stati elencati tre aspetti chiave che dovrebbero andare a chiudere definitivamente la trattativa sul rinnovo del contratto. L’aspetto economico, tramite la quantificazione e l’utilizzo delle risorse; le relazioni sindacali, di cui si dovrebbe parlare mercoledì pomeriggio; alcuni elementi della legge 107 come oggetto di contrattazione anziché di confronto.

Rinnovo contratto scuola: il punto della situazione

Nella giornata di ieri si è comunque parlato anche di diversi aspetti. Le parti sono ancora lontane, ma la definizione di un metodo discussione potrebbe aiutare ad accelerare la trattativa. L’agenzia che rappresenta il governo ha mostrato ai sindacati il meccanismo di funzionamento degli incrementi legati alla retribuzione. Dagli arretrati del biennio 2016-2017 e dei primi due mesi del 2018 agli aumenti salariali che dovrebbero andare in busta paga a partire dal prossimo marzo. Come già accaduto per gli statali, anche per il comparto scuola sarà riservato un elemento perequativo che andrà a bilanciare i salari più bassi, consentendo così gli aumenti promessi. Dell’aspetto economico, tuttavia, si è solo accennato, senza che ci fossero le tabelle.

Un altro aspetto che sta facendo ampiamente discutere sindacati e parti interessate è il sistema sanzionatorio previsto dal nuovo contratto. Che di fatto conferisce maggiore potere ai dirigenti scolastici. Del fatto ne ha parlato a Orizzonte Scuola Elvira Serafini, segretario SNALS; che ha escluso posizioni garantiste, ma che ha messo in guarda i docenti. “I dirigenti possono fare il bello e il cattivo tempo. I docenti prendono schiaffi dai genitori e rischiano di prenderli pure dai dirigenti”. Sulla lunghezza dei tempi, la Serafini ha dichiarato che non si può affrettare il passo, ma che bisogna riflettere e ragionare. “Dopo 10 anni non possiamo svendere il rinnovo del contratto”.

Rinnovo contratto scuola: le ultime notizie

Per il segretario generale di FLC Cgil Francesco Sinopoli la priorità resta quelle delle relazioni sindacali. E cercare di fare entrare le questioni più spinose del contratto e della legge 107 come oggetto materia di contrattazione piuttosto che di confronto. I sindacati hanno fatto pressione su questo punto, ma stanno ancora aspettando la nuova bozza dell’atto di indirizzo integrativo con le novità inerenti al tema. Nel pomeriggio di mercoledì 17 gennaio è previsto il nuovo incontro: l’Aran ha concluso l’ultima riunione assumendo l’impegno di redigere una nuova proposta sulle relazioni sindacali. Quindi, si riprenderà da qui. E le parti sperano di fare passi in avanti.

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

Gradimento verso il Governo

Sondaggi politici - tutti i dati sulla fiducia di leader ed istituzioni

Elezioni Politiche 2018

Elezioni Politiche 2018

Bitcoin

Bitcoin

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Speciale Pensioni

pensioni novita precoci

Video crisi banche

Video crisi banche

il gattopardo 2018

il gattopardo 2018

articolo scritto da: