Pubblicato il 24/03/2018 Ultimo aggiornamento: 26 Marzo 2018 alle 12:37

Pensioni ultime notizie: abolizione Legge Fornero è impossibile per Boeri

autore: Giuseppe Spadaro
Pensioni ultime notizie abolizione Legge Fornero è impossibile per Boeri

Pensioni ultime notizie: abolizione Legge Fornero è impossibile per Boeri

L’abolizione della riforma Fornero fa parte del programma elettorale sia della Lega che del Movimento 5 Stelle. Cosa ne pensa dell’eventuale sostenibilità di un intervento del genere il presidente dell’Inps? Tito Boeri ha spiegato che le misure costerebbero oltre 90 miliardi di debito aggiunto per i cittadini. ‘Tornare indietro – spiega Boeri – costerebbe tantissimo. La draconiana legge Fornero ha elevato l’eta del pensionamento in modo drastico in una fase di recessione, ma era un provvedimento emergenziale‘.

Pensioni ultime notizie, Boeri (Inps) ‘Abolizione Fornero contro i giovani’

Boeri ribalta il punto di vista con cui spesso si affronta il tema dell’abolizione della Legge Fornero. Il presidente dell’Inps ne parla come misura contro i giovani. Perché? ‘Scarica sui nostri figli e sui figli dei nostri figli i costi di questo mancato adeguamento’. La soluzione secondo Boeri per mettere i giovani in condizione di accedere a una pensione dignitosa passa per la fiscalizzazione di una componente dei contributi previdenziali all’inizio della carriera lavorativa per chi viene assunto con un contratto a tempo indeterminato. Proposta più fattibile ‘di molte di quelle proposte nella cosiddetta fase due del confronto governo-sindacati sulla previdenza’.

Accise sulla benzina, Salvini ‘le cancelleremo subito’

Pensioni ultime notizie, Boeri su reddito di cittadinanza

Lo stesso Boeri ha commentato il tema del reddito di cittadinanza. ‘Costerebbe 30 miliardi di euro, una cifra elevatissima così come proposta. Invece, secondo i nostri calcoli, ne basterebbero fra i 5 e i 7, a patto di non dare soldi a chi non ha strettamente bisogno. Gli aiuti andrebbero erogati contro la povertà e non a pioggia’. Inoltre si è espresso sul Jobs Act che ‘ha contribuito a far superare a molte aziende lo spauracchio dei 15 dipendenti, oltre i quali avrebbero dovuto scontare l’applicazione dell’articolo 18’.

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

Autore: Giuseppe Spadaro

Direttore Responsabile di Termometro Politico. Iscritto all'Ordine dei Giornalisti (Tessera n. 149305) Nato a Barletta, mi sono laureato in Comunicazione Politica e Sociale presso l'Università degli Studi di Milano. Da sempre interessato ai temi sociali e politici ho trasformato la mia passione per la scrittura (e la lettura) nel mio mestiere che coltivo insieme all'amore per il mare e alla musica.
Tutti gli articoli di Giuseppe Spadaro →