articolo scritto da facebook icona autore twitter icona autore

Pensioni novità 2018: anticipata, l’età pensionabile in tutta Europa

Pensioni novità 2018 anticipata, l'età pensionabile in tutta Europa

Pensioni novità 2018, il tema dell’età a cui andare in pensione è al centro del dibattito pubblico del nostro Paese. In attesa di conoscere l’esito circa la formazione di un nuovo governo si discute dell’abolizione della riforma Fornero. Tema complementare è rappresentato dalle coperture e dalla possibilità di adottare tale misura n tempi rapidi. Molti esperti ed osservatori condividono la necessità di rivedere e modificare il sistema pensionistico italiano. Quindi vediamo cosa succede negli altri Paesi europei a proposito dell’età pensionabile.

Pensioni novità 2018, pensionamento anticipato

L’istituto del pensionamento anticipato non è presente in tutti i Paesi. Manca infatti nel Regno Unito, l’Irlanda, la Svezia, la Norvegia, i Paesi Bassi, la Danimarca e la Finlandia. Alcuni degli ordinamenti dei Paesi citati prevedono una forma di pensionamento flessibile che in pratica assolve alla funzione di un eventuale anticipo. Gli ordinamenti in cui è più bassa la soglia del pensionamento anticipato sono in vigore nelle nazioni dell’Est europeo.

Pensioni novità 2018, pensioni anticipate Belgio e Francia

In Belgio l’età prevista è pari a 61 anni (uomini e donne) dopo 39 anni di attività professionale (60 anni se si hanno 40 anni di attività professionale). In Francia lo schema generale per i dipendenti è il seguente. Lunga carriera: tra i 56 ed i 60 anni di età; a seconda dell’anno di nascita, dell’età in inizio di attività, della durata di assicurazione e dei contributi. Grave disabilità: tra i 55 e i 59 anni, subordinato al compimento del periodo minimo di assicurazione e contribuzione. Lavori ‘usuranti’ a partire dall’età di 60 con una incapacità di almeno il 20% a causa di un infortunio sul lavoro, o con l’incapacità tra il 10% e il 20%, a condizione che derivi da una minima esposizione ai fattori di rischio professionali. Regimi complementari per i lavoratori dipendenti (ARRCO) e per i dirigenti (AGIRC): età compresa tra i 55 e i 57 anni con un coefficiente di anticipazione secondo l’anno di nascita o senza coefficiente se l’assicurato ha ottenuto la pensione di base a tariffa piena.

LO SPECIALE SULLE PENSIONI A QUESTO LINK

Pensioni novità 2018, pensioni anticipate Germania e Spagna

In Germania l’età pensionabile per le pensioni anticipate è adeguata alla nuova età pensionabile: a partire dall’età di 67 con una trattenuta all’età di 63 anni (65 per le persone gravemente disabili con deduzione a partire dall’età di 62), dopo 35 anni di periodi di assicurazione pensionistica. Nessun aggiustamento per i tipi di pensioni che sono state ritirate, l’età pensionabile resta 65 anni di età.

In Spagna 60 anni per i soggetti assicurati secondo il sistema abolito il 1 gennaio 1967. È possibile anticipare al massimo di 2 anni precedenti il pensionamento di vecchiaia in caso di: Pensionamento volontario; 35 anni di contributi, e importo della pensione rispetto al valore minimo di pensione. È possibile anticipare al massimo di 4 anni precedenti il pensionamento di vecchiaia in caso di: pensionamento involontario a causa di alcune cause, 33 anni di contributi e registrazione 6 mesi come disoccupati.
L’età legale di pensionamento può essere anticipata per alcuni gruppi la cui attività professionale è arduo, tossici, pericolosi o insalubri. I lavoratori con un grado di invalidità del 45% possono andare in pensione anticipatamente a partire da 56 anni di età (65% da 52 anni) a determinate condizioni.

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

ultima modifica: mercoledì, 11 Aprile 2018