• 38
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: lunedì, 30 aprile, 2018

articolo scritto da:

Governo 2018, ultime notizie: Cassese premier. Patto M5S-Lega?

governo 2018

Governo 2018, ultime notizie: Cassese premier. Patto M5S-Lega?

Nonostante il fallimento dell’esplorazione del Presidente del Senato Casellati, l’ipotesi di alleanza tra Movimento 5 Stelle e Lega non sarebbe mai tramontata. Al contrario, è solo questione di tempo, a quanto pare poco, prima che si concretizzi in modo definitivo. A riferirlo, ancora una volta, Luigi Bisignani dalle colonne del quotidiano romano Il Tempo. Allo stato dei fatti, è il Pd l’interlocutore dei pentastellati in ottica maggioranza (anche se l’accordo “è impossibile” continua a ribadire ogni volta che ne ha occasione Matteo Renzi). Tuttavia, Carroccio e 5 Stelle avrebbero già un accordo per quando i Dem si defileranno dal tavolo dei negoziati.

I due partiti, secondo Bisignani, proporranno a Mattarella di sostenere un governo guidato da Sabino Cassese, “fedelissimo” del Presidente della Repubblica. D’altra parte, sempre secondo Bisignani, tale esecutivo servirà soltanto a modificare la legge elettorale; su questo versante si starebbe pensando a un doppio turno. Quindi, Salvini e Di Maio punteranno a tornare al voto già a ottobre; in pratica, prima della Legge di Bilancio, così da non dover modificare le rispettive promesse elettorali. Nel frattempo, una manovra interlocutoria dovrebbe consentire di mettere a tacere eventuali malumori di Bruxelles.

Governo 2018, ultime notizie: Cassese premier. Patto M5S-Lega?

Cambiando la legge elettorale in senso maggioritario (il Rosatellum è un sistema misto ma sbilanciato in senso proporzionale) si punta a “fare fuori” sia Renzi che Berlusconi, sottolinea Bisignani. Infatti, si stabilissero delle nuove regole del gioco, la Lega avrebbe gioco facile a sganciarsi da Forza Italia (“rubando” anche una quota consistente di berlusconiani attraverso la mediazione di Giovanni Toti). D’altra parte, non è detto che la mossa non faccia il gioco del senatore di Scandicci che, anche ieri intervistato a Che tempo che fa, si è detto tentato “da un sistema alla francese che funzioni”. Un accenno neanche troppo velato alla possibilità – molto chiaccherata – di farsi un suo partito “alla Macron”.

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

Clicca sulla immagine per vedere i risultati del sondaggio!

Votate il sondaggio

Elezioni Politiche 2018

Elezioni Politiche 2018

Bitcoin

Bitcoin

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Speciale Pensioni

pensioni novita precoci

Video crisi banche

Video crisi banche

Termometro delle Voluttà

Termometro delle Voluttà

Conte o non Conte

articolo scritto da: