•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: giovedì, 24 luglio, 2014

articolo scritto da:

Serie A, quando la geografia non cambia

serie-a-geografia

In attesa del sorteggio del calendario del prossimo campionato, mi piace evidenziare una curiosità che ho riscontrato  circa la composizione della serie A 2014-15, rispetto a quella della scorsa stagione (a seguito del ricambio delle tre squadre retrocesse con le tre promosse dalla B). Se confrontiamo le 20 squadre del passato torneo con quelle del prossimo ci accorgiamo che la geografia (regionale) della nostra massima serie è rimasta immutata. Infatti le tre retrocesse (Bologna-Emilia Romagna, Livorno-Toscana e Catania-Sicilia) sono state sostituite da tre neopromosse provenienti dalle stesse regioni (Palermo-Sicilia, Empoli-Toscana, Cesena-Emilia Romagna). Non so se qualcuno ci abbia fatto caso, ma la circostanza è certamente curiosa. Inoltre è estremamente insolita, in quanto nella storia della serie A è capitata solo altre tre volte (l’ultima 39 anni fa). La prima si verificò al termine della stagione 1953-54 (scudetto all’Inter) con la A a 18 squadre e due retrocessioni. A finire in B furono Palermo (Sicilia) e Legnano (Lombardia), che lasciarono il posto alle cadette Catania (Sicilia) e Pro Patria (Lombardia).  Per continuare la lettura cliccate qui. 

In collaborazione con CalcioStatistiche di Massimo Girgenti

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Sondaggi Politici

Sondaggi politici - tutti i dati sulla fiducia di leader ed istituzioni

Speciale Pensioni

pensioni novita precoci

Termometro delle Voluttà

Giuramento della Palla avvelenata

Giuramento della Palla avvelenata

articolo scritto da: