• 11
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: mercoledì, 6 giugno, 2018

articolo scritto da:

Cronaca ultime notizie: Matteo Messina Denaro, arresto a un passo?

Cronaca ultime notizie

Cronaca ultime notizie: Matteo Messina Denaro, arresto a un passo?

Continua la latitanza del boss Messina Denaro ma, gli agenti della squadra mobile di Trapani sono convinti di essere a un passo dalla cattura. Diciassette persone sono indagate con l’accusa di aver aiutato il boss a nascondersi, in tutti questi anni.

C’è la possibilità che il sequestro di documenti, informazioni e l’arresto dei presunti complici, possa costituire un abbassamento delle difese per il boss Trapanese, dunque più vulnerabile e facilmente rintracciabile.

All’interno del Maxi Blitz figurano nomi illustri della realtà siciliana, tra medici, politici e imprenditori locali.

Dalle indagini è inoltre emersa una fitta rete di conoscenze e relazioni tra Matteo Messina Denaro e i politici della zona di cui la sua famiglia fa ancora capo. Giovanni Adamo e suo figlio Enrico, ad esempio, sono stati accusati di associazione mafiosa e gli sono stati confiscati beni per un valore di cinque milioni di euro.

Giulia Bongiorno aggredita a Roma. I fatti

Cronaca ultime notizie: Matteo Messina Denaro, chi è

Facciamo un passo indietro. Il Boss Matteo Messina Denaro è latitante dall’estate del 1993. L’ultima volta è stato a Forte dei Marmi e, da allora, si sono completamente perse le sue tracce.

Dell’uomo non si possiede alcuna fotografia recente e, in più, si è ipotizzato che si sia sottoposto a degli interventi chirurgici per non essere riconosciuto. Non è certo, però, che Denaro si stia nascondendo nella stessa Sicilia.

Le forze dell’ordine e la Squadra Antimafia sono state più volte ad un passo dalla sua cattura, ma finora è sempre stato aiutato e protetto da qualcuno che gli ha permesso di nascondersi e di muoversi indisturbato.

Matteo Messina Denaro, figlio di uno dei Boss più pericolosi della Regione, latitante lui stesso, è stato il mandante di numerose esecuzioni; nonché tra i rapitori del piccolo Giuseppe Di Matteo, figlio di un pentito, sciolto nell’acido a soli 12 anni.

Maria Iemmino Pellegrino

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

ISCRIVITI AL NOSTRO FORUM CLICCANDO SU QUESTO LINK

 

Elezioni Politiche 2018

Elezioni Politiche 2018

Bitcoin

Bitcoin

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Speciale Pensioni

pensioni novita precoci

Termometro delle Voluttà

Termometro delle Voluttà

Tresette con Di Maio

articolo scritto da: