pubblicato: martedì, 12 giugno, 2018

articolo scritto da:

Governo 2018, ultime notizie: presidenze commissioni, i nomi in lizza

governo 2018

Governo 2018, ultime notizie: presidenze commissioni, i nomi in lizza

Dalla partita sui posti di sottogoverno, con in testa la questione deleghe, si passa a quella sulle presidenze delle commissioni. Lega e 5 stelle proporranno due parlamentari per ciascuna casella; il completamento del puzzle, però, dipenderà molto dai nomi di viceministri e sottosegretari. Questa settimana, con tutta probabilità, si conosceranno le seconde linee della squadra del premier Conte.

Dunque, lo snodo commissioni non verrà risolto prima della fine della prossima settimana. Inoltre, data la nomina a ministro dei Rapporti col Parlamento di Riccardo Fraccaro, occorre trovare un nuovo questore alla Camera. I nomi che circolano sono quelli di Daniele Del Grosso e Federico D’Incà.

Alla fine, si dovrebbe ottenere un’equa distribuzione delle poltrone tra i due partiti di maggioranza grazie a uno schema speculare; per cui se una presidenza a Montecitorio viene assegnata ai 5 stelle, la stessa commissione al Senato andrà al Carroccio e viceversa. Tuttavia, visti i numeri dei pentastellati in Parlamento, non si può escludere che in certi casi gli vengano assegnate le presidenze delle commissioni di entrambe le Camere.

Governo 2018, ultime notizie: presidenze commissioni, i nomi in lizza

Passando ai nomi in lizza; per la Commissione Esteri in corsa Manlio Di Stefano ed Emanuela Del Re, di quest’ultima si parla anche come sottosegretario della Farnesina. Carla Ruocco verso la Commissione Finanze insieme ad Alessio Villarosa che, però, potrebbe andare a quella per il Bilancio. Per Giulia Sarti si parla della Commissione Giustizia; Gianluigi Paragone verso la commissione Industria. Circola il nome di Nicola Morra per quanto riguarda l’Antimafia. La Commissione Lavoro sembra destinata a Nunzia Catalfo, tra  firmatarie della proposta sul reddito di cittadinanza nella scorsa legislatura. Fabiana Dadone nome caldo per gli Affari Costituzionali come quello di Andrea Cioffi per i Lavori Pubblici anche se entrambi restano papabili per un ruolo da sottosegretario.

PER AGGIORNARE LA DIRETTA PREMI F5 O AGGIORNA LA PAGINA

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

Elezioni Politiche 2018

Elezioni Politiche 2018

Bitcoin

Bitcoin

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Speciale Pensioni

pensioni novita precoci

Termometro delle Voluttà

Termometro delle Voluttà

La mano scorticata

articolo scritto da: