pubblicato: lunedì, 18 giugno, 2018

articolo scritto da:

Costo della vita, quanto costa stare in un’abitazione in Europa

costo della vita

Costo della vita, quanto costa stare in un’abitazione in Europa

Parlando di mattone non ci sono solo i costi di una casa, intesa come acquisto di proprietà, da tenere in considerazione.

L’Italia è una nazione di proprietari e spesso è di questo che si parla, soprattutto considerando i nostri record quanto a riduzione dei prezzi dal 2011 a oggi, per una crisi dell’edilizia mai terminata.

Tuttavia soprattutto a livello europeo quelli che contano sono anche i costi generali dell’abitazione intesi come non solo come rata del mutuo, ma anche affitto, tassazione (IMU nel nostro caso), assicurazioni, costi condominiali, ecc.

Del resto è molto diffuso anche l’affitto in particolare nel Nord Europa e in Inghilterra, e i costi relativi possono essere a volte più importanti di quelli di un acquisto.

E’ quello che avviene di fatto, con Danimarca, Germania, Paesi Bassi, Inghilterra decisamente più cari di Francia e Inghilterra nella gestione di una casa.

E per più cari qui si intende il costo annuale relativo al reddito disponibile, come esplicitato da Eurostat, che ha raccolto i dati.

Costo della vita, in Grecia mantenersi in una casa costa fino al 91,6% del reddito

In questi calcoli sono esclusi i sussidi, come quelli presenti concessi dallo Stato spesso nel Nord Europa.

Ma non in Grecia, dove si arriva a un rapporto del 91,9% tra i costi relativi all’abitazione e il reddito disponibile.

E’ il dato più alto, seguito da quello danese, 74,1%, e serbo, 71,6%. Salatissimo il conto anche in Germania, 50,3%. Conta qui il caro affitti, e l’alta tassazione.

L’Italia è a metà classifica, più verso il fondo, con un 35,8% che però è cresciuto molto rispetto al 27,4% del 2008.

I costi minori sono a Cipro, in Irlanda e a Malta, dove si arriva solo al 5,9%. E questo la dice lunga su quanto conti la tassazione, trattandosi in questo casi di Paesi definiti per molti aspetti dei “paradisi fiscali”.

L’eccezione è la Francia, dove nonostante la alte tasse a quanto pare il costo del mantenimento di un’abitazione incide sul reddito solo per il 22,3%

 

costo della vita

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOKTWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

 

Elezioni Politiche 2018

Elezioni Politiche 2018

Bitcoin

Bitcoin

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Termometro delle Voluttà

Termometro delle Voluttà

Maestro unico

articolo scritto da: