• 2
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: lunedì, 2 luglio, 2018

articolo scritto da:

Bonus merito docenti: importo modificato, ecco la nuova ripartizione

Bonus merito docenti

Bonus merito docenti: importo modificato, ecco la nuova ripartizione

Al centro di un incontro tra Miur e sindacati, tenutosi la scorsa settimana, le modalità di ripartizione delle risorse indirizzate alla valorizzazione del personale docente. In pratica, si è parlato di “bonus merito“. Adesso, comunicano le organizzazioni di categoria, verrà ripartito “utilizzando come parametro la dotazione organica del personale docente di ogni scuola”; dunque, “non più, come finora avvenuto, il solo numero dei posti coperti da personale di ruolo”.

Nello specifico, l’80% delle risorse verrà distribuito in base all’organico del personale docente della scuola; invece, il restante 20% sarà ripartito in base ai fattori di complessità e di esposizione a rischio educativo. I nuovi criteri verranno applicati già da quest’anno scolastico.

Bonus merito docenti: importo modificato, ecco la nuova ripartizione

Soddisfazione dei sindacati per l’intervento dell’amministrazione di Viale Trastevere su un altro tassello fondamentale della legge 107/15. Positivo, soprattutto, il fatto che ora possa essere assegnato anche ai supplenti, non solo al personale di ruolo. Tuttavia, altro passo avanti per le organizzazioni sindacali anche che non saranno oggetto di contrattazione i criteri di valutazione ma solo l’importo dei compensi.

Detto ciò, l’importo totale passerà dai 200 milioni messi a disposizione l’anno scorso ai 130 milioni per il 2018; d’altra parte, a regime, il plafond dovrebbe arrivare a 160 milioni. Il “bonus merito” è sempre stato uno dei punti più criticati della riforma renziana meglio nota come”Buona Scuola”. Innanzitutto, era accusato di promuovere un’eccessiva concorrenza tra i docenti. Inoltre, ha sempre fatto discutere l’arbitrarietà concessa al dirigente scolastico.

Per riepilogare la situazione, utili le parole del neo-ministro Bussetti: “abbiamo chiuso un importante accordo con i sindacati; per la prima volta le risorse andranno anche ai docenti non di ruolo. Che devono godere del giusto rispetto, come gli altri. Inoltre, i criteri con cui ogni scuola assegnerà le risorse saranno fissati, sin dall’avvio dell’anno scolastico, in sede di contrattazione. In un’ottica di maggior trasparenza e condivisione. Basta con l’eccesso di discrezionalità”.

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

Sondaggio

Sondaggio su Saviano

Elezioni Politiche 2018

Elezioni Politiche 2018

Bitcoin

Bitcoin

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Speciale Pensioni

pensioni novita precoci

Termometro delle Voluttà

Termometro delle Voluttà

Conte o non Conte

articolo scritto da: