• 3
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: giovedì, 5 luglio, 2018

articolo scritto da:

Naspi 2018 rifiutata per contributi disoccupazione non versati, come fare

naspi 2018

Naspi 2018 rifiutata per contributi disoccupazione non versati, come fare

Una volta terminato il contratto, molti precari della scuola si sono visti negare la Naspi; a quanto pare la causa del problema è il mancato conteggio dei contributi relativi a tutto l’anno o comunque a molti mesi. Ad alcuni, i più fortunati, risulta tutto in regola fino al 31 gennaio. Neanche la documentazione cartacea presentata dai docenti, come i cedolini, è bastata a convincere l’INPS. Ciò nonostante fossero ben visibili i contributi a fini previdenziali.

Sotto accusa è finito il ministero delle Finanze; ossia l’autorità che avrebbe dovuto, appunto, versare i contributi. Adesso, alcuni comitati di protesta si chiedono se la mancanza possa riguardare anche i dipendenti pubblici di altri settori; anche gli assunti a tempo indeterminato potrebbero essere toccati dal grave errore. Gli stessi comitati invitano i precari che abbiano presentato domanda per il sussidio a controllare la propria area riservata sul sito dell’INPS; dunque, a verificare che nella sezione “estratto conto contributivo” risultino tutti i contributi in base al servizio.

Naspi 2018 rifiutata per contributi disoccupazione non versati, come fare

Naspi e scuola

Il personale docente può fare richiesta per l’indennità di disoccupazione dal primo di luglio in poi. L’importante è soddisfare alcuni requisiti. Innanzitutto, presentare la domanda – per via telematica – entro 68 giorni dalla scadenza del contratto. Quindi, comunicare la disponibilità a lavorare all’INPS. Infine, recarsi in un centro per l’impiego dove verrà sottoscritto un Patto di servizio personalizzato.

Naspi: chi può richiederla

In generale, la Naspi viene riconosciuta ai lavoratori che abbiano perso in modo involontario la propria occupazione. Perché si abbia diritto a percepire l’indennità, oltre a essere disoccupati, è ovvio, bisogna poter dimostrare 13 settimane di contribuzione nei 4 anni precedenti al periodo di disoccupazione. Inoltre, senza considerare il minimale contributivo, è necessario poter dimostrare 30 giornate di lavoro effettivo nei 12 mesi precedenti al periodo di disoccupazione.

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

Elezioni Politiche 2018

Elezioni Politiche 2018

Bitcoin

Bitcoin

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Speciale Pensioni

pensioni novita precoci

Termometro delle Voluttà

Termometro delle Voluttà

Solidarietà al popolo ungherese

articolo scritto da: