pubblicato: giovedì, 26 Lug, 2018

articolo scritto da:

Governo ultime notizie: nomine Rai, Gabanelli al Tg1. Battaglia M5S-Lega

Governo ultime notizie

Governo ultime notizie: nomine Rai, Gabanelli al Tg1. Battaglia M5S-Lega

L’ultima riunione di governo sulla scelta dei vertici della tv pubblica, tenutasi due giorni fa, si è conclusa con l’ennesima “fumata nera”. Tuttavia, domani – giorno dell’assemblea dei soci – dovrebbe essere il giorno decisivo per le nomine del Presidente e dell’amministratore delegato Rai. Detto ciò, le trattative tra Movimento 5 Stelle e Lega sono tutt’altro che terminate anche se proseguono senza fare troppo rumore.

Per la poltrona di Ad resta in pole Fabrizio Salini. L’ex La7 e Sky viene sponsorizzato, in particolare, da Luigi Di Maio nonostante sia – per una piccola quota – proprietario di una società di produzione, il che lo espone al rischio “conflitto d’interessi”. Anche per questo motivo, i leghisti  preferirebbero un “interno”; nello specifico, sembra vogliano puntare sull’attuale direttore dei palinsesti Alberto Ciannamea. Quindi, non si escludono sorpassi all’ultimo miglio: riflettori puntati su Andrea Castellari.

Capitolo presidenza. La maggioranza giallo-verde è orientata – soprattutto, per via del regolamento – verso la nomina di una donna (anche se è tornato in auge il nome di Giovanni Minoli); risultano in discesa, però, le quotazioni dall’ex Lega Giovanna Bianchi Clerici.

Governo ultime notizie: nomine Rai, Gabanelli al Tg1. Battaglia M5S-Lega

Intanto, il duello tra pentastellati e Carroccio prosegue anche in relazione a direttori di rete e dei Tg. Salvini vuole il telegiornale della rete ammiraglia per cui indicherebbe l’attuale vice-direttore Gennaro Sangiuliano o dell’ex Tg4 Mario Giordano. In virtù del suo ruolo di primo partito dell’alleanza, il Movimento non intende cedere il Tg1; nomi “favoriti” dai 5 stelle: Milena Gabanelli, la cui disponibilità sarebbe ora in bilico (potrebbe occupare la fascia serale che fu di Biagi con un programma) , e Peter Gomez. Passando alla direzione Tg2: è chiaro che tutto dipenderà dalla direzione che si vorrà dare al Tg1. Per quanto riguarda il Tg3: il telegiornale della terza rete non dovrebbe allontanarsi dall’orbita del centrosinistra; i nomi di Federica Sciarelli e Alberto Matano quelli che circolano con più insistenza.

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Elezioni Politiche 2018

Elezioni Politiche 2018

articolo scritto da: