26/07/2018

Governo ultime notizie: nomine Rai, Gabanelli al Tg1. Battaglia M5S-Lega

autore: Guglielmo Sano
Governo ultime notizie

Governo ultime notizie: nomine Rai, Gabanelli al Tg1. Battaglia M5S-Lega

L’ultima riunione di governo sulla scelta dei vertici della tv pubblica, tenutasi due giorni fa, si è conclusa con l’ennesima “fumata nera”. Tuttavia, domani – giorno dell’assemblea dei soci – dovrebbe essere il giorno decisivo per le nomine del Presidente e dell’amministratore delegato Rai. Detto ciò, le trattative tra Movimento 5 Stelle e Lega sono tutt’altro che terminate anche se proseguono senza fare troppo rumore.

Per la poltrona di Ad resta in pole Fabrizio Salini. L’ex La7 e Sky viene sponsorizzato, in particolare, da Luigi Di Maio nonostante sia – per una piccola quota – proprietario di una società di produzione, il che lo espone al rischio “conflitto d’interessi”. Anche per questo motivo, i leghisti  preferirebbero un “interno”; nello specifico, sembra vogliano puntare sull’attuale direttore dei palinsesti Alberto Ciannamea. Quindi, non si escludono sorpassi all’ultimo miglio: riflettori puntati su Andrea Castellari.

Capitolo presidenza. La maggioranza giallo-verde è orientata – soprattutto, per via del regolamento – verso la nomina di una donna (anche se è tornato in auge il nome di Giovanni Minoli); risultano in discesa, però, le quotazioni dall’ex Lega Giovanna Bianchi Clerici.

Governo ultime notizie: nomine Rai, Gabanelli al Tg1. Battaglia M5S-Lega

Intanto, il duello tra pentastellati e Carroccio prosegue anche in relazione a direttori di rete e dei Tg. Salvini vuole il telegiornale della rete ammiraglia per cui indicherebbe l’attuale vice-direttore Gennaro Sangiuliano o dell’ex Tg4 Mario Giordano. In virtù del suo ruolo di primo partito dell’alleanza, il Movimento non intende cedere il Tg1; nomi “favoriti” dai 5 stelle: Milena Gabanelli, la cui disponibilità sarebbe ora in bilico (potrebbe occupare la fascia serale che fu di Biagi con un programma) , e Peter Gomez. Passando alla direzione Tg2: è chiaro che tutto dipenderà dalla direzione che si vorrà dare al Tg1. Per quanto riguarda il Tg3: il telegiornale della terza rete non dovrebbe allontanarsi dall’orbita del centrosinistra; i nomi di Federica Sciarelli e Alberto Matano quelli che circolano con più insistenza.

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

Autore: Guglielmo Sano

Nato nel 1989 a Palermo, si laurea in Filosofia della conoscenza e della comunicazione per poi proseguire i suoi studi in Scienze filosofiche a Bologna. Giornalista pubblicista dal 2018 (Odg Sicilia), si occupa principalmente di politica e attualità. Cura la sezione esteri per Termometro Politico
Tutti gli articoli di Guglielmo Sano →