articolo scritto da facebook icona autore twitter icona autore

Bonus condizionatori 2018 senza ristrutturazione. Come avere le detrazioni fiscali

Bonus condizionatori 2018: agevolazioni fiscali e detrazioni

Bonus condizionatori 2018 senza ristrutturazione. Come avere le detrazioni fiscali.

Bonus condizionatori 2018 senza ristrutturazione


Quali sono i bonus condizionatori 2018 e come usufruire delle agevolazioni fiscali a riguardo? Con l’arrivo del caldo molti si saranno già impegnati nell’acquisto di un condizionatore, mentre altri stanno pensando di acquistarlo proprio in questi momenti. E con ogni probabilità si stanno già informando sulle agevolazioni fiscali spettanti. Andiamo quindi a scoprire le soluzioni più interessanti relative al bonus condizionatori 2018 con tutte le informazioni a riguardo sulle detrazioni.

Bonus condizionatori 2018: quali agevolazioni fiscali?

La proroga del bonus ristrutturazioni, così come del bonus mobili e dell’Ecobonus ha consentito ai soggetti interessati di acquistare un condizionatore entro il 31 dicembre 2018 e approfittare delle vigenti agevolazioni fiscali. Si tratta del bonus ristrutturazione (agevolazione fiscale 50%) e del bonus lavori risparmio energetico (65%).

Bonus condizionatori 2018: bonus ristrutturazione, agevolazione 50%

Chi acquista condizionatori con pompa di calore utili sia per l’estate sia per l’inverno al fine di sostituire o integrare quello esistente, può usufruire della detrazione fiscale del 50%. L’importo massimo ha un tetto ammontante a 96 mila euro e il beneficio viene riconosciuto in 10 quote annuali. Il requisito per poter fruire dell’agevolazione fiscale è il pagamento certificato tramite bonifico.

Bonus condizionatori 2018: bonus risparmio energetico, detrazione 65%

Anche l’Ecobonus ha avuto la sua proroga fino al 31 dicembre 2018. Chi acquista un condizionatore con pompa di calore potrà usufruire della detrazione 65%. L’importo massimo detraibile ammonta a 30.000 euro. Per poter beneficiare l’agevolazione, come nel caso sopra riportato, bisognerà effettuare il pagamento tramite bonifico.

Agevolazione zanzariere 2018 senza ristrutturazione: come avere le detrazioni.

Bonus Condizionatori 2018: Conto Termico

In conclusione parliamo del Conto Termico, in vigore dal 2016 e maggiormente semplificato nel 2018. Si tratta di un beneficio finalizzato al sostegno riservato a piccoli interventi di produzione di energia termica da parte di fonti rinnovabili oltre all’aumento dell’efficienza energetica. La domanda per usufruire del Conto Termico 2018 può essere presentata da amministrazioni pubbliche e da soggetti privati. Tra questi ultimi si annoverano le persone fisiche, ma anche i condomini e i titolari di imprese.

Per quanto riguarda gli incentivi economici è arrivata la conferma anche quest’anno del beneficio del 40% sulla spesa relativa agli interventi di isolamento termiche, sostituzione di impianti di climatizzazione invernale, scaldacqua, pompe di calore e installazioni di collettori solari. Come riporta Guidafisco, la “detrazione è pari al 65% delle spese sostenute anche per lavori di trasformazione dell’edificio in un edificio a energia quasi a zero”. Infine, “tra le spese agevolabili al 100% per le PA e al 50% per imprese e privati, ci sono i costi per effettuare diagnosi energetica e APE certificazione energetica”.

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

ultima modifica: giovedì, 30 Agosto 2018