pubblicato: lunedì, 20 agosto, 2018

articolo scritto da:

WhatsApp: truffa rimborsi Unicredit e Bnl con Tim, Wind e Vodafone

WhatsApp

WhatsApp: truffa rimborsi Unicredit e Bnl con Tim, Wind e Vodafone

Rimborsi Unicredit e Bnl, truffa su Whatsapp


Continua l’exploit delle truffe sull’applicazione di messaggi più famosa del mondo ovvero WhatsApp. Questa volta vi parleremo dell’ennesimo tranello preparato ad hoc per gli utenti meno attenti e più creduloni. Da apripista a questo business (per i truffatori) hanno fatto le catene, il team di WA ha cercato di rispondere con degli aggiornamenti. Stavolta vi parleremo di falsi rimborsi, ecco di cosa si tratta.

WhatsApp: Unicredit, Intesa SanPaolo e Bnl, cosa rischiano gli affiliati

Come sempre il messaggio che si riceve è un messaggio poco chiaro che promette dei rimborsi per i clienti Unicredit, Intesa Sanpaolo e Bnl. Tutto ciò in maniera senza nessuna distinzione tra operatore Wind, Tim o Vodafone. Al messaggio segue un link che vi indirizza ad una pagina in tutto e per tutto identica a quella in dotazione alla vostra banca. La tecnica come sempre è quella del phishing, per ottenere i rimborsi vi chiederanno password numero di carta oltre che i vostri dati personali. Molti utenti si sono ritrovati i conti prosciugati a causa della truffa. Il consiglio è quello di non affidarsi mai alle catene o a messaggi che promettono vantaggi.

Momo su WhatsApp: chi è il mostro che appare in chat nei messaggi

WhatsApp: conto bloccato, nuovi codici, una variante della truffa

C’è anche una variante alla truffa che vi abbiamo appena descritto. Si tratta di un altro modo per truffare l’utente, attraverso il solito messaggio si fa presente alla vittima che il suo conto si è bloccato e che quindi occorre inserire di nuovo i codici. Il procedimento e il link poi sono gli stessi, una pagina identica a quella della vostra banca, dati personali, presunto nuovo codice o password da inserire. Per fortuna ci sono numerose app di banking che stanno in quale modo risolvendo il problema delle truffe su questo fronte e tra l’altro i sistemi di autenticazione per l’accesso ad un conto richiedono sempre più fattori o token da inserire. Il consiglio è sempre quello della prudenza e della massima attenzione.

Francesco Somma

SEGUI TERMOMETRO POLITICO SU FACEBOOK E TWITTER

PER RIMANERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL FORUM

Elezioni Politiche 2018

Elezioni Politiche 2018

Bitcoin

Bitcoin

Speciale immigrazione

Immigrazione in Italia

Guerra economica con la Francia

Guerra economica con la Francia

Acquisizioni francesi in Italia

Termometro delle Voluttà

Termometro delle Voluttà

L'ultima manovra

articolo scritto da: